lunedì 1 gennaio 2007

Me





"Cucinare mi piace da sempre.
Mia  madre mi ha insegnato a mescolare gli ingredienti. Mio padre, esercente alimentari, mi ha insegnato a conoscere i sapori ed i profumi degli alimenti. Affondare le mani nella farina, spiaccicare le uova, ungermi di olio fritto, spennellare il pane con il burro , infilare le dita nella cioccolata calda, scottarmi la lingua con il caramello, tagliuzzare le verdure in mille coriadoli colorati, bruciare l'aglio nell'olio bollente, sentire il profumo del pane nel forno, di un dolce, di un timballo e bruciarmi la punta del naso per la fretta di gioire del risultato, stare a guardare i miei figli che divorano i miei piatti anche con gli occhi. Tutto questo mi dà emozione, piacere, mi fà viaggiare e vedere , a volte , anche il sole, troppo lontano da me.......Da quando sono a Parigi i profumi ed i sapori di Via delle Rose, dove ho iniziato nella mia casa in Calabria, continuano ad essere presenti nelle mie pietanze"

Quel che penso....
In ogni mese dell'anno i profumi nell'aria cambiano per dare sfogo ai sensi. Nuove senzazioni....voglie.... ed é li', il momento di creare nuovi sapori.....
by Mariluna

Scrivimi: patrizia.cuglietta@orange.fr 
viadellerose-miceli@orange.fr

9 commenti:

Marti ha detto...

Sembra una storia :-)
ti invidio, anche perchè abiti in Francia...

angicock ha detto...

Ho coniato questa frase :"noi calabresi, alla partenza abbiamo sempre una valigia in piu', quella delle nostre tadizioni" e il tuo blog la sostiene inevocabilmente. Le tue sono arrivate fino a Parigi.
Cara io sono della prov di Cosenza e tu?
UN bacio

maimeij ha detto...

ciao complimenti per le tue ricette

Blueberry ha detto...

Ciao cara, sei davvero bravissima, sia per l'originalità delle ricette che per la loro presentazione, dovresti farne un lavoro...così non solo a casa tua si posso assaggiare tante delizie! ;-)

Cuoche a casa tua ha detto...

Ciao Patrizia, anch'io ho vissuto all'estero, in Marocco x 4 anni, sono di Rimini, ma le mie valigie erano sempre piene di piadina, parmigiano e pezzi di prosciutto crudo....ed anch'io mi sentivo molto immigrata in quel momento, je te comprends très bien.
Mais qu'est-ce que tu fais là?
Au revoir Giancarla

Donna con Fuso ha detto...

Ciao!
ho perso tutti gli indirizzi dei blog che seguivo e la memoria non mi assiste.
ogni tanto ho dei lampi e mi sovviene qualcosa cosi provo a ricercarli.
scusa la lunga premessa.
il tuo blog prima era tutto diverso, giusto?
perchè io mi ricordo di questa via delle rose che arrivava dal sud italia e si era trasferita in Francia per seguire il suo amore...
sei tu?
in ogni caso il tuo blog è molto carino e lo sguirò comunque, ma avevo questa curiosità

Patrizia ha detto...

Donna, si sono proprio io , ho lasciato la Calabria per venire a raggiungere il mio attuale marito e per il momento la "favola" continua ra alti e bassi, confesso che l'Italia mi manca molto ^^ grazie per esserti ricordata di me :-)

Giancarla, la risposta é su, grazie mille anche a te e scusa se ti rispondo cosi' tardi!

Donna con Fuso ha detto...

Sono felice di averti ritrovata Patrizia!
Aggiungo subito il tuo blog alla lista dei cari expat :)

Parole Ripiene ha detto...

Ciao Patrizia, felice di averti scoperta..
Che romanticismo si respira nel tuo blog.
La tua storia come la favola di chi si porta dietro una tradizione verace da riadattare in nuovi ambienti senza far sì che si perda, mai.
Un abbraccio caloroso,
Alice

Si è verificato un errore nel gadget