lunedì 26 novembre 2007

Nell'aria c'è Natale

Cake ai marrons glacés


Aspettando Natale, che qui è già nell'aria, con i negozi pieni di addobbi e le vetrine decorate ed illuminate. Già la lista dei regali è pronta ed allora mentre riflettiamo anche sul menu' perché non provare a fare un dolce a tema?

Ingredienti:
250 gr. di farina
180 gr. di burro salato a temperatura ambiente
150 gr. di zucchero
20 cl di latte
2 uova
100 gr. di marrons glacés
1 cuchiaino di estratto di vaniglia o vaniglina
1/2 bustina di lievito vanigliato

Riscaldare il forno a 180°
Mixare grossolanamente i marrons glacés
Mescolare la farina insieme al lievito
Sbattere il burro con lo zucchero fino a renderlo a crema, aggiungere le uova e continuate a mescolare bene, aggiungere poco per volta la metà della farina, incorporandola bene all'impasto, aggiungere metà del latte a filo e la restante farina ed infine il latte, sempre mescolando bene. In fine aggiungere la vaniglia a i marrons glacés lavorando con una spatola.
Mettere in una teglia da cake ed infornare per 50m.circa.
Lasciar raffreddare e servire con zucchero a velo.

domenica 25 novembre 2007

gnocchi di patate dolci e burro di rosmarino con dadini di spada


La domenica è il mio giorno preferito per preparare piatti più elaborati, dove la preparazione richiede tempo e tranquillità.
Oggi, volendo utilizzare delle patate dolci cotte al vapore penso di fare gli gnocchi, ed aggiungo, comunque, anche delle patate a pasta bianca.

ingredienti per gli gnocchi:
1 grossa patata dolce, circa 500 gr.
3 patate a pasta bianca
farina
sale

ingregienti per i dadini di spada:
3 fette spesse di pesce spada
grani di aneto
cipolla
olio d'oliva
1/2 bicchiere di vino bianco

per condire gli gnocchi
50 gr. di burro fuso
rosmarino

Ho fatto bollire le patate, con la buccia, a vapore.
Verificate prima la cottura delle patate dolci, quando sono cotte toglietele dal cestello e continuate la cottura delle altre patate.
Schiacciatele insieme ,in una grande ciotola e lasciatele raffreddare.L'ideale è cuocerle il giorno prima e lavorarle con la farina il giorno dopo, l'impasto sarà più compatto e la farina legherà meglio.
Raffreddate, cominciate ad aggiungere la farina, un pizzico di sale, e lavorarle delicatamente,lasciado assorbire la farina quanto basta perché non restino attaccate alle mani. Fate dei cilindri e tagliateli a tocchetti. Fateli bollire in abbondante acqua salata. Verificatene la cottura "assaggiando".

Preparate il pesche spada, tagliado le fette a dadini, rosolando della cipolla con un filo d'olio d'oliva , nella solita padella antiaderente. Fate rosolare per pochi minuti, agiungente il vino, insaporite ancora 2 minuti ef infine l'aneto.

Cotti gli gnocchi, passateli nella padella con i dadini di spada, con un po' di acqua si cottura. Versate nei piatti cospargendo il burro fuso con il rosmarino.

mercoledì 21 novembre 2007

spaghetti di farro con germogli di soia e formaggio sbrinz


Ingredienti per 2 persone

160 gr. di spaghetti di farro
160 gr. di germogli di soia
2 cucchiai di olio d'oliva extra v.
4 fettine sottili di finocchi
basilico secco o congelato
6 rotolini di formaggio sbrinz
pepe nero

In una padella antiaderente, con 2 cucchiai di olio, mettete e rosolare i germi di soia, lavati velocemente sotto l'acqua fredda. Fateli appassire a fuoco lento,per 10 minuti,aggiustando di sale e un pizzico di pepe nero.
Mettete a cuocere la pasta lascialdola al dente , mettetela insieme alla soia e fatela insapoire aggiungendo un po' di acqua di cottura della pasta e le fettine dei finocchi. Impiattate sbriciolando del formaggio sbrinz e cospargendo di basilico.
Buona gustazione.

martedì 20 novembre 2007

formaggio sbrinz



Il formaggio Sbrinz ,ben descritto nel sito Saveurs du monde è un formaggio svizzero, che non ne conoscevo il gusto fino a sabato scorso. Nel piccolo, ma ben fornito, supermercato, dove compro le verdure fresche, trovo anche questo formaggio. Tutto cio' che è novità ai miei occhi devo assaggiare, la presentazione nella confezione per la forma arrotolata,ha dato stimolo alla mia fantasia per prepare qualche piatto.

riso gratinato al forno con broccolo romano e straccetti di vitello





Giornata molto fredda domenica scorsa, qui a Parigi il termometro segnava 2°.
Quando fa cosi freddo si ha voglia di mangiare piatti sostanziosi come per esempio un buon risotto al forno.
Mi trovavo in casa un broccolo romano, era mia intenzione trovare il modo di farlo mangiare ai miei figli che , come quasi tutti i bambini, hanno difficoltà a mangiare le verdure. Ma amano molto il riso cucinato in qualunque modo, per cui, dovevo inventare qualcosa per nascondere il broccolo.
Alla fine il risultato è questo piatto unico.

Per 4 persone
300 gr. di riso classico "Scotti"
6 fiori del broccolo romano
50 gr. di gorgonzola
50 gr. di parmiggiano
100 gr. di emental grattugiato
2 uova
3 scaloppine di vitello
2 cucchiai di aceto balsamico
paprica dolce
rosmarino
olio d'oliva
1 dado vegetale


Ho messo a bollire il riso in abbondante acqua salata con i fiori del broccoletto,intanto, in una padella antiaderente, con un filo d'olio d'oliva , ho messo a rosolare per 5 minuti,le scaloppine di vitello precedentemente tagliate a straccetti, ho aggiunto del rosmarino , del sale , 2 cucchiai di aceto basamico ed infine la paprica dolce,le ho lasciate insaporire ancora un munuto.
Terminata la cottura del riso, circa 10 minuti,lo metto a scolare e leggermente intiepidire, prima di aggiungere le uova, il parmiggiano,il gorgonzola e i fiori del broccoletto schiacciati con la forchetta. Mescolo bene e preparo una teglia rettangolare con burro cosparsa di pane grattuggiato. Metto un primo strato di riso dove sistemo gli straccetti di vitello e parte dell'emental, ricopro con l'altro riso e metto in forno a gratinare per 20 minuto a 200°. A forno spento aggiungo altro emental. A parte faccio bollire dell'aqua con un dado, aggiungo parmiggiano e servo il riso versando un po' di brodo.

lunedì 19 novembre 2007

crostata alla confettura di lamponi e prugne


Per fare questa crostata, ho utilizzato la pasta frolla all'olio.
Il procedimento è semplice:

prendete la meta' della pasta , appiattitela con il palmo della mano in una teglia rotonda ,coperta di carta forno.
Aggiungete della confettura e cospargetela dell'altra metà della pasta, sbriciolandola. Passate in forno a 200° per 25m.

sabato 17 novembre 2007

Pasta frolla con olio (ritoccata) N°1 Sbrisolona


Ecco la ricetta "ritoccata"
1kg. di farina
200 g. di zucchero
750 g. di olio di semi
1 bustina di lievito vanigliato
2 cucchiaini di essenza si arancia
4 uova
zucchero aromatizzato alla vaniglia

Frullate le uova con lo zucchero, aggiungete metà della farina e metà dell'olio e l'essenza di arancia lavorando bene con una frusta, poco per volta aggiungete la farina rimasta con la bustina di lievito e olio fino a rendere l'impasto da doverlo lavorare con le mani,troverete che la pasta si sbriciola , è normale. Mettetala in un contenitore avvolto di pellicola trasparente e lasciatela in frigo anche più di un'ora.
Tolta dal frigo, se troverete dell'olio in superficie, toglietelo e prendete un terzo della pasta e sbriciolatala in una taglia rettangolare coperta di carta forno.
Io ho usato la teglia della pizza. Sbriciolate tutta la pasta sovrapponendo più strati e pressando con la punta delle dita per renderla compatta, solo l'ultimo stato lasciatelo sbriciolato a mo' di cramble. Cospargete di zucchero aromatizzato alla vaniglia. In Forno 200° per 30 minuti. Vedrete, si fonderà in bocca.

pasta frolla con l'olio



Il mio dolce preferito è la crostata, per cui dopo aver fatto la confettura di lamponi e prugne, mi viene in mente che è il momento di provare la ricetta dettatami, per telefono, da mia mamma, " la pasta frolla con olio" invece che il burro.Mi metto subito all'opera quando mi rendo conto che la quantità dell'olio, scritto sul mio quaderno è eccessiva e mi viene il dubbio di aver scritto di fretta le dosi. Tento di telefonare mia mamma, non è in casa, allora penso...., ci provo lo stesso.
Ecco le dosi:(Sul quaderno)

-600 g. di farina
- 1 bicchiere di zucchero (circa 200 g)
- 3/4 di olio di semi ( 750 g. io ho pensato)(q.tà esatta 175 gr.)
- 3 uova intere
- 1 bustina di lievito vanigliato
lasciare riposare 1 ora in frigo

Dopo un'ora, la sorpresa, il risultato è catastrofico.(Troppo olio?)
Ritelefono mia mamma,finalmente la trovo, le spiego l'accaduto, naturalmente l'errore è l'esagerata quantità di olio per l'interpretazione errata delle dosi.
L'esatta quantità è 3/4 di un bicchiere, circa 175 g. di olio.Mi metto a ridere e mi rimbocco le maniche per recuperare la pasta. Ci riesco con un ottimo risultato, l'unico problema, troppa pasta frolla per una crostata, ne ho fatte tre.

venerdì 16 novembre 2007

confettura di lamponi a prugne




Mi piace preparare la confettura da me.Ieri ho trovato sul banco della frutta , ancora qualche barchetta di lamponi e delle prugne ed allora l'immediata idea di preparare la confettura.

Ingredienti:
500 g. di lamponi
300 g. di prugne
600 g. di zucchero

Lavare i lamponi velocemente sotto l'acqua fredda e le prugne,lavate,snocciolate e tagliate a pezzetti, li ho messi insieme con lo zucchero nella macchina per fare il pane, con il programma "confetture" il risultato è ottimo.

Non avendo la MdP, si procede usando una pentola a fondo spesso, mescolando gli ingredienti insieme, facendo cuocere lentamente , per un'ora, fino ad addenzansi,io lo verifico, prendendo un po' della confettura nella pentola lasciandola qualche minuto a raffreddarsi su un piattino.
Si è verificato un errore nel gadget