mercoledì 30 gennaio 2008

Brioscine al miele, sesamo e limone

brioscine miele, sesamo e limone

Una buona colazione ci aiuta a mettere il piede giusto fuori casa per correre ad accompagnare i figli a scuola, per raggiungere il posto di lavoro, guardare in faccia il capo e salutare le colleghe. Tutte le mattine la solita musica. La brioscine che ho fatto qualche sera fà, sono, intanto semplici a fare e deliziose da mangiare senza aggiunta di marmellate o altro, basta un caffé latte o un the ed hanno dentro gia il miele e dei semi di sesamo. Un impasto molto soffice che riesco a fare per la prima volta cosi' bene, sarà stata le ore di lievitazione in più , per un contrattempo imprevisto.

Per otto brioscine: 250 g. di farina, 50 g. di burro, 1 uovo, 50 ml. di latte, il succo di un piccolo limone, 1 cucchiaio abbondante di semi di sesamo, 1 cucchiaio pieno di miele ( ho usato il miele di tiglio) 1 cucchiaino di lievito di birra liofilizzato, 1 pizzico di sale, un uovo per spennelare le brioscine.

brioscine miele, sesamo e limone

Ho messo gli ingredienti nella macchina per fare pane programma impasti, nel seguente ordine:

Latte, uovo, burro ammorbidito, miele, succo di limone, sale, grani di sesamo, farina e lievito. Ho avviato il programma. Ho lasciato lievitare per circa un'ora e mezza. Ho preso l'impasto ed ho formato delle piccole palline poggiandole nelle formine per i muffin, dopo di che' ho riscaldato il forno a 60° c. e vi ho inserito le brioscine, lasciandole lievitare ancora per un'ora, era mia intenzione ma ,per un contrattempo sono rimaste a lievitare per 2 ore e mezza. Al ritorno la sorpresa, gonfie,gonfie. Ho acceso il forno a 200° ed ho spennelato le brioscine con l'uovo sbattuto. Tempo 20 minuti , appena dorate ho spento il forno. Buona colazione.


brioscine miele,sesamo e limone

E' da un po' che ci lavoro ho deciso di dare una nuova immagine al mio blog. Questo l'ho creato molto velocemente, uno dei prossimi post sarà in una nuova veste.

martedì 29 gennaio 2008

Arancia per due


In una "Epicerie fine" a Parigi, La Grande Epicerie, si possono trovare una selezione di introvabili prodotti provenieti da tutto il mondo. Vado non molto spesso ma quando vado faccio un giro scrupoloso per prendere cio' che mi interessa, sopratutto in fatto di pasticceria e ci passo ore, essendo un negozio molto grande appunto e molto affollato.. tra gli ultimi acquisti mi porto a casa l'olio d'Argan, molto delicato, profumato ma costoso, utilizzabile non solo come prodotto di bellezza ma anche in cucina. L'olio d'Argan alimentare ha un gusto simile alla nocciola ed é di colore miele-giallo-arangio, il suo utilizzo in cucina é consigliato soprattutto a freddo ( per il prezzo alto) per non perdere il suo gusto caratteristico. Eccellente per aromatizzare legumi, insalate e ovviamente tabulé e cuscus, una goccia finale sul pesce grigliato o su verdure , é ottimo per far marinare il formaggio di capra ( fromage de chevre, molto buono in Francia).

L'altro prodotto che ho portato a casa é una boccettina di cristalli di zucchero di colore rosa, aromatizzati allo zenzero, limone verde e petali di rose, assolutamente ottimo da aggiungere sulla frutta fresca, yogurt, ma anche dolci e bevande.La ricetta che vi propongo contiene questi due ingredienti ed é di una semplicità assoluta, poco calorie, vitaminica e dal profumo orientale, afrodisiaco aggiungerei. Simpatico dessert da gustare in due, magari per una cenetta intima a lume di candela...... Si avvicina S.Valentino.



Ingredienti: 1 Grossa arancia non trattata - 2 cucchiai di aceto di mele - 1 cucchiaino di olio d'argan -1 cucchiaino di acqua di fiori d'arancio -pizzico d cannella - 1 cucchiaio di semi di sesamo -1 cucchiaino di zucchero aromatizzato - caramelle per decorare


Tagliare l' arancia a vivo, togliendo la buccia e la parte della pellicina in modo da lasciare solo la polpa dell'arancia. Tagliare a rondelle e sistemarle in un piatto. A parte preparare la vinaigrette emulsionando l'aceto balsamico con l'olio d'argan e l'acqua di fiorni d'arancio. Versare sulle fette di arancia e aggiungere un pizzico di cannella i semi di sesamo leggermente tostati sotto il grill del forno ed infine i cristalli di zucchero.



Par guarnire ho preparato un caramello con zucchero e poca acqua ho aggiunto un cucchiaino di acqua di fiori d'arancio , quando diventa di colore bruno l'ho versato su carta forno, prima che sia completamente solidificato ho staccato dei pezzettini, vedrete che comincerà a filare, e li ho arrotolati, attorcigliati,tirati dandogli delle forme astratte, con questo ho decorato il dessert di arancia.

domenica 27 gennaio 2008

Madeleines al the verde macha



Ultimo mio acquisto di utensili aiutocuoca le belle formine in silicone della tefal quelle per poter realizzare le madeleine e quelle per le cannelés che in genere compro già tutte belle e pronte. La ricetta semplicissima delle madeleine(le cannelés sarà per una prossima volta)era già in nota sul quadernino, copiata sul sito Ô Delice che ho subito realizzato in quest'ultimo WE casalingo, mentre finalmente fuori che un meraviglioso sole anche se fà freddo, non potendo ancora approfittarne ci siamo dedicati ad un pomeriggio tranquillo con una tazza si tisana all'olio essenziale di tiglio e eucalipto e queste colorate madeleine al the verde macha.

La ricetta prevede 16 madeleine.
50 g. di burro - 80 g. di miele -2 uova -100 g. di farina - 1/2 sacchetto di lievito vanigliato - 1 cucchiaio di the verde macha - la ricetta originale ne prevede 2 di cucchiai ma ne consiglio uno, in più ho aggiunto una bustina di vanillina.



Riscaldare il forno a 270° c. - Fate sciogliere il burro in un pentolino o al micro onde lasciatelo intiepidire. In una ciotola mescolate le uova con il miele (ho usato del miele al tiglio), aggiungete la farina e il lievito ed infine il burro ed il the verde e la vanillina. Mescolate bene.
Versate 1 cucchiaio della pasta in ogni formina. Mettete le maddalene al centro del forno per 4 minuti poi abbassate la temperatura a 210°c. e lasciate cuocere ancora per 4 minuti. Continuate la stessa cosa con il resto della pasta, le formine della tefal sono per 8 madeleine.

venerdì 25 gennaio 2008

Minestrina "scalda cuore"


Ecco la minestrina della mia infanzia fattaci, molto spesso, da mia mamma ed in particolare nei momenti di debolezza, influenza o altri piccoli malanni che ci colpivano quando eravamo bambini.

L'influenza che ci ha colpiti un po' tutti a turno in famiglia mi ha fatto ricordare questa delicata minestra che presi da brividi febbrili, dopo averla mangiata ci ha riscaldato veramente il cuore.

Nel mettere questo titolo " scalda cuore" alla mia minestrina mi ricordo, solo un'istante dopo, di aver letto sul blog di Claudia la sua cioccolata scalda cuore evidentemente ho avuto l'idea di associarlo alla mia minestrina, perché oltre tutto mi riporta a ricordi di infanzia, spero che Claudia non la prenda a male.

La ricetta:
400 g. di pastina ditalini rigati
brodo vegetale
2 uova
2 cucchiai abbondanti di parmiggiano
la buccia grattuggiata di mezzo limone
olio d'oliva evo

Preparate il brodo vegetale con carota e sedano, sale o un dado vegetale.
Aggiungete la pastina al bollore dell'acqua.
Sbattete le due uova con il parmiggiano e la buccia del limone grattuggiato.
Alla fine della cottura della pastina mescolate le uova e servite caldo con crostini ed un filino d'olio d'oliva.

Gnocchetti di formaggio


Vi ricordate di Dada, la chef che preparava piatti talmente semplici, qualche anno fà, alla prova del cuoco?, forse qualcuno di voi la ricorderà. Aveva, forse ha ancora, un agroturismo in Toscana e preparava sempre delle cosettine semplici che proponeva ai sui ospiti che andavano a cercare tranquillità e benessere nella sua fattoria. Circa sei anni fà guardavo il programma tutti i giorni prendendo frettolosamente gli appunti delle ricette, ero al 6° mese di gravidanza....difficile, obbligata a non alzarmi che per motivi urgenti. Allora esercitavo la mia fantasia culinaria, aspettando di poter realizzare al più presto le succulenti ricette. Negli appunti del mio quadernino trovo questa ricettina semplice, veloce , insolita e saporita che qualche sera fà ho rifatto ai miei bimbi.Il grande ha detto, buonissimi mamma, il secondo non li ha graditi troppo, credo che sotto l'influenza, aveva distorto completamente il gusto. Giudicate voi!!!

Ingredienti: 200 g. di semola di grano duro, 200 g. di parmiggiano, un pizzico di sale, un pizzico di pepe, panna fresca. ( non ho messo la quantità di panna perché ne và messa giusto quanto serve per rendere l'impasto omogeneo, come gli gnocchi.) Olio di semi per friggere.

Mescolare la semola con parmiggiano il pizzico di sale ed il pepe macinato, aggiungere la panna giusto per rendere la pasta liscia non deve attaccare alle mani e non bisogna lavorala troppo.
Formare dei cilindri che andrete a tagliare come degli gnocchetti.
In una padella riscaldate l'olio di semi e friggete gli gnocchetti , devono risultare dorati appena.



Metterli ad asciugare su carta assorbente.

Il miglior modo di consumarli é di preparare una salsina di pomodoro leggera e non troppo densa, tuffateli dentro la padella della salsa e fateli rinvenire pochissimo, aggiungete abbondante basilico fresco,( il mio era congelato) e gustateli caldi.


You Make my Day



Finalmente ho un premio, il mio primo, grazie a Geillis, della Foresta Incantata, che mi ha lasciato questa felice sorpresa nominandomi per il You make my day Award, il premio virtuale le cui regole sono queste:

"Dai il premio a 10 persone che hanno un blog capace di trasmetterti gioia ed ispirazione, un blog che ti fa sentire bene quando lo visiti. Fai sapere a queste persone di averlo vinto lasciando un commento sui loro blog. Attanzione: puoi vincerlo due volte!"

Ecco i miei nominati anche se é molto difficile fare una scelta.

Rossetto e cioccolato di Mandorlamara
La collina delle fate di Nigtfaire
La cucina di adina di Adina
Buono come il pane di Anti
Cookie Corner di Cookie
Food and the city di Afrodita
Semi di papavero di mamma3
Scorza d' Arancia di Claudia
Butterfly3 di Nima
Pane e miele di Elisabetta

lunedì 21 gennaio 2008

Torta di cioccolato bianco ricoperta di cioccolato nero





Ho dedicato questa torta di cioccolato ai 12 anni di mio figlio compiuti domenica scorsa.

Cresce il mio bimbo, vedo giorno dopo giorno il cambiamento da bambino, che era solo pochi mesi fà, a ragazzetto con un filino di peli sulle labbra, che gli danno fastidio ( un giorno mi chiedi se poteva rasarli, dopo avergli fatto capire che sarebbe stato peggio e che , comunque, era presto per farlo e che che ne sarebbero stati altri in arrivo, ha storto il muso, huuum, pazienza). La sua prima richiesta del profumo ed ancora il suo nuovo modo di acconciarsi i capelli, di vestirsi ed altre piccole cose che danno l'avvio ad una nuova stagione vicina per lui.


I nostri auguri per i tuoi 12 anni é di continuare a mantenere quest'aria da bambino, ora che cominci a guardare oltre, con tutta l'attenzione che occorre per diventare grande, tieni sempre in mente che, noi, mamma e papà ed il tuo fratellino, saremo sempre vicini per sostenerti, stimolarti ed aiutarti a raggiungere i tuoi sogni. Possa la vita essere sempre meravigliosa come tu la rendi a chi ti sta accanto.



Ha festeggiato con i suoi amici di scuola e il fratellino che non lo abbandona mai anche con la febbre alta, dopo l'insediamento del virus influenzale in casa nostra. Hanno divorato questa torta, al cioccolato bianco dentro e ricoperta con cioccolato nero, non sono riuscita a fare delle foto nitide, ma a loro avviso era buonissima. In realtà la torta l'ho cercata sul blog di Anti, ricetta che ho mantenuto originale per gli ingredienti ma che ho solo modificato la copertura preferendo il cioccolato nero con leggenda del caramel au beurre salé. Maggiori dettagli vi rimando alla ricetta che descrivo dettagliatamente.

Ingredienti: - 150 g. di farina bianca, 100 g. di fecola di patate, 4 uova, 180 g. di cioccolato bianco, 100 g. di burro, 200 g. di zucchero, 1 dl. di panna fresca, due cucchiaini di vaniglina, una bustina di lievito vanigliato.

Per decorare: 200 g. di cioccolato fondente, 1 dl. di panna, 2 cucchiai di caramel di burro salato, (al posto potete mettere 50 g. di burro)., farina di meringhe, biscotti al cioccolato bianco.

Procedimento: Far sciogliere il cioccolato a bagno maria con il burro. Lasciare intiepidire. Montare i tuorli con lo zucchero, aggiungere 1 dl.di panna, il cioccolato bianco e 1 cucchiaiono di vaniglina. Setacciare la farina con la fecola ed il lievito ed unire al composto. Montare gli albumi a neve ferma ed aggiungerli mescolando dal basso verso l'alto. Versare in una tortiera imburrata ed infarinata, infornare a 190° per 40 minuti. Verificare la cottura con lo stuzzicadenti. Lasciare raffreddare.

Preparare la decorazione, sciogliedo il cioccolato fondente a bagno maria aggiungere 1 dl. di panna ed il caramel au beurre salé, o 50 g. di burro, mescolare velocemente rendendo la crema lucida. Togliere da fuoco e versare sulla torta livellando con una spatola. Sistemare i biscottini al cioccolato bianco tutt'intorno e cospargere la farina di meringhe ( 2 meringhe ridotte in polvere).

domenica 20 gennaio 2008

Penne rigate alla bolognese con melanzane fritte


I miei figli adorano la pasta asciutta, cosa rara da mangiare alla mensa della scuola francese e non é spesso inclusa nel menù serale quando preferisco fare dei secondi alternando pesce o carne con contorni di versure o patate, per evitare di appesantirci troppo. Faccio spesso anche delle zuppe o del riso ma un vero piatto di pasta supercondito é sempre previsto per il sabato o la domenica. Quest'ultimo WE, per il compleanno di mio figlio é d'obbligo preparargli il suo piatto preferito: la bolognese. ( graditissimo da tutta la famiglia). E' nella mia abitudine, da un po', di nascondere le verdure o i legumi che i miei figli non amano mangiare singolarmente, per cui il questa bolognese ho nascosto le melanzane e tutto é andato bene, hanno mangiato senza rendersene conto, come sempre. Avvolte nascondo gli spinaci nelle polpette o anche dei ceci o le zucchine. Anche mio marito é un tantino restio a mangiare le verdure ma trovo sempre il modo di farglieli mangiare, cosi come in questa ricetta, un po' elaborata, ma ne vale la pena.
Ingredienti per bolognese: 400 g. di carne tritata, 1/2 cipolla bianca, 1/2 carota, sedano ,un melanzana, 1/2 bicchiere di vino rosso, concentrato di pomodoro,olio d'oliva, pepe, noce moscata, 2 chiodi di garofano,sale.
Per la salsa: 1 scatola di pomodori a pezzetti da un litro - cipolla - carota - basilico - olio evo.
Per 4 persone ho messo 400 g. di penne rigate.
parmigiano e una ricotta affumicata ( acquistata in Calabria, l'estate scorsa)

Inizio a preparare il soffritto di cipolla, sedano, carota, tagliate a dadini, in una padella con 4 cucchiai di olio evo. Aggiungo la melanzana, lavata,sbucciata e tagliata a dadini. Lascio soffriggere per qualche minuto e aggiungo la carne tritata. Faccio rosolare ed aggiungo il vino facendolo evaporare a fiamma alta, infine il sale, il pepe, la noce moscata,i chiodi di garofano e 3 cucchiai di concentrato di pomodoro diluito in mezzo bicchiere di acqua. Copro con un coperchio e lascio per ancora 10 minuti.
Intanto a parte preparo una semplice salsa con la scatola di pomodori,la cipolla, la carota ed il basilico, sale. Lascio cuocere per 30 minuti.
In un altra pentolina, con dell'olio evo, metto a friggere l'altra melanzana, sbucciata e tagliata a dadini, rosolo bene ed aggiungo 2 o 3 cucchiaiate di parmigiano ed un pizzico di pepe.
Metto a bollire le penne in abbondante acqua salata, al dente, verso la pasta con un po' di acqua di cottura in un contenitore con la salsa di pomodoro e mescolo bene.
Preparo una teglia con un po' di burro e metto un primo strato di pasta e salsa, aggiungo uno la bolognese e delle fettine di ricotta affumicata, copro con l'altra pasta ed infine i dadini di melanzana con il parmiggiano . Il tutto in forno per 15 minuti. Ho decorato il piatto con filetti di buccia di melanzana, bagnati con un filino dolo e pizzico di sale mezzi a grigliare sotto il grill de forno per 10,15 minuti.

Il meme del mese

Coinvolta, simpaticamente, dalla Fatina Nightfaire, non posso che accettare di partecipare per raccontare qualcosa in più di me.
Il mio mese é Agosto.Tentero' anch'io di capirci qualcosa con questo inglese, non ho trovato ancora nessuno che ha tradotto il mio mese, per cui mi devo arraggiare. Bene, partiamo.

AUGUST: Loves to joke.Giocare con l'amore-
Mai, non ho mai giocato o scherzato con i sentimenti.
Attractive.Attraente -
dai 20 anni fino a 30 credo di esserlo stata, ma con gli anni che passano....
Suave and caring.?
Brave and fearless. Coraggiosa e...
Si sono diventata coraggiosa, le difficoltà, l'esperienza mi hanno portata ad esserlo per affrontare alcune situazioni impreviste, generalmente sono una che programma tutto per cercare di non trovami impreparata, non è sempre possibile.
Firm and has leadership qualities. Decisa con qualità da leadership.
Decisa sulle mie cose si, ma non mi piace impormi agli altri, tranne che ai miei figli ancora per un po'.
Knows how to console others. Sa come consolare gli altri-
Se qualcuno é in difficoltà cerco sembre di aiutarlo a sdrammatizzare e venirgli incontro ascoltando sopratutto. Mi piace essere utile verso le persone con problemi.
Too generous and egoistic. Molto generoso ed anche egoista.
A seconda dalle persone che conosco, non riesco a dare, quando capisco che é preteso, ma do' spontaneamente quando le persone sono umili, oneste e leali.
Takes high pride in oneself. Tiene alto l'orgoglio di se stesso-
Si, cerco di farlo.
Thirsty for praises.-Traduco: assetati di lodi -
No
Extraordinary spirit. Spirito straordinario -
Qualche volta qualcuno me l'ha fatto notare.
Easily angered. Facilmente si arrabbia -
No, per niente, sono d'indole molto calma, rifletto molto e mi controllo, ma....(leggi giù)
Angry when provoked. Si arrabbia quando é provocato,Si, esatto, solo quando sono provocata divento una...leonessa.
Easily jealous. Geloso -
Non sono gelosa né per amore né per altro, do' la mia fiducia, chi sbaglia é fuori.
Observant. Attento-
Molto, a tutto cio' che mi interessa.
Careful and cautious. Attento e prudente-
Anche questo é vero, sono molto prudente.
Thinks quickly. ?
Independent thoughts. Pensieri indipendenti?
Si, penso con la mia testa, non mi lascio influenzare

Loves to lead and to be led. Ama guidare ed essere guidato
Amo giudare chi ha bisogno di essere guidato e se c'é qualcuno che mi guida, accetto volentieri.
Loves to dream. Ama sognare
Qualche volta sogno anche io, nonostante il mio carattere molto razionale dove tutto deve essere preciso e programmato. Ma é chiaro che l fantasia spazia anche dentro di me, ma non ne parlo mai con nessuno
Talented in the arts, music and defense. Talento nelle arti, musica e difesa.
Non so' suonare ma amo la musica ed é per questo che faccio danza moderna da 4 anni oramai e realizzo il mio vechio sogno di ballare,ballare,ballare, anche se non bene.
Sensitive but not petty.Sensibile....ma ?
Molto, per la solidarietà delle persone che si accomunano per aiutare i più deboli, per le mamme in difficoltà, per i bambini che piangono, per gli animali abbandonati e maltrattati.
Poor resistance against illnesses. Non ha resistenza alle malattie.
Fino ad oggi tutto và per il meglio, spero di continuare cosi', soffro, piuttosto la mancanza del sole che da noi di fà desiderare per mesi e mesi.
Learns to relax. .Impara a rilassarsi.
Ci riesco abbastanza bene, volevo infatti , frequentare un corso di yoga, per mancanza di tempo non ho potuto.
Hasty and trusty. Frettoloso e affidabile
Frettoloso?? faccio tutto, ma proprio tutto con calma, affidabile si , mantego la parola data, non dico mai di fare qualcosa se non ho poi la possibilità di farlo.
Romantic.Romantico
Non troppo
Loving and caring.Se mi preoccupo di amare? non capisco il significato.
Loves to make friends.Piace avere molti amici
Mi piace avere amici veri e non é facile
E voilà,termina qui il mio meme, come tante di voi, oramai . Per cui non saprei a chi passare il gioco.

sabato 19 gennaio 2008

No Price for Children





Visitando il blog di Anicestellato ho trovato questa iniziativa proposta da GiùeCat, che chiede la nostra attenzione per sottoscrivere gratuitamente questa causa importante per semplificare e rendere accessibile a tutti l'adozione internazionale. Aderisco immediatamente, perché la nostra sansibilità difronte ai problemi che riguardano il benessere dei bambini che soffrono non é mai abbastanza. Più ci avviciniamo in tante e tanti e più contribuiamo alla riuscita dell'adozione di bimbi bisognosi di affetto e amore.

Per informazioni più dettagliate cerca sul sito http://nopriceforchildren.org/ , Grazie di cuore.

martedì 15 gennaio 2008

Caramel au beurre salè con pane al sesamo

Ovvero Caramello al burro salato, salsa divinamente buona, ipercalorica, iperenergizzante in caso di stanchezza, mancanza di luminosità in questa stagione, anche se di pochi minuti si allungano le giornate, resta ancora buio fuori, quando esco la mattina ad accompagnare i miei bimbi a scuola ancora assonnati ( 7,30). Al mattino ci sono persone che si contentano di una misera tazzina di caffé, magari con fette biscottate, per mantenere la linea, che io invidio, altri, invece, che come me, restanto quasi l'intera giornata senza fare un pranzo decente, per potersi mettere in forze, hanno bisogno di ingurgitare colazioni consistenti- é pur vero, che ci provo a mangiare 2 fette biscottate con una tazzina di caffé, ma se poi verso già le 9,00, mi assale quel languorino che mi fa piegare in due, ripenso alla fetta di pane e caramel au beurre salé che non ho mangiato - quasi quasi svengo - ed allora ma chi se ne frega della dieta, é ancora presto per il costume da bagno e se mangiare una bella fetta di pane con la salsina succulenta mi dà forza per tirare fino all'ora di pranzo, prima di mangiucchiare qualcosina, che ben venga, le calorie le ho già ben sfruttate.

Questa ricettina golosa si trova in molti blog francesci, questa dose equivale a 2 barattoli di marmellata, si conserva in frigo per un qualche mese ( se ci riuscite) e si gusta con le crepes, con i wafer, con gli scones e in tanti altri modi, io l'ho presentata con una bella fetta di pane al sesmo, il pane senza impasto, ricetta originale su Dandoliva, che ho già fatto ben 2 volte.

Caramel au beurre salé:

200 g. di zucchero, 2 cucchiai di acqua, 20 cl. di panna fresca, 20 g. di burro salato. ( se non trovate il burro salato aggiungete un cucchiaino di sale).


Mettete l'acqua e lo zucchero in un pentolino e preparate il caramello, facendo attenzione a non mescolare fino a quando diventa scuro, toglietelo dal fuoco e versate la panna riscadata in precedenza ed il burro, rimettere sul fuoco e lasciate da 2 a 3 minuti bollire. Spegnete e versate nei vasetti di vetro. Da conservare il frigo.

Nel mio pane senza impasto ho fatto le seguenti modifiche: 500 g. di farina integrale Biologica, 150 ml. di acqua e 180 ml. di latte di soia, 1 g. di lievito liofilizzato, semi di sesamo ed alla fine, quando ho tolto il coperchio ho aggiunto spennelato la calotta del pane con 2 cucchiai di miele di acacia. Il procedimento lo troverete sulle pagine di Danda.

domenica 13 gennaio 2008

La Galette des Rois con un tocco di rosso



Il 6 gennaio giorno dell'Epifania, in Francia si prepara e si gusta la Galette des rois, dolce , che forse molti di voi conoscono già, a base di mandorle. Si comincia il 6 gennaio ma si continua per tutto il mese, la domenica pomeriggio la famiglia si riunisce per gustare e giocare.  Nella pasta si nasconde una "fève" piccola figurina di ceramica colorata, in alcuni casi fine porcellana da collezione che rappresenta i Re Magi o molto più frequente le figurine di disegni animati.

 Il nome "fève" sta all'origine della galette quando si metteva nella pasta un fagiolo, rimpiazzato da un soldo in oro nei più fortunati. Il gioco consiste nel far nascondere un partecipante alla gustazione della galette, solitamente un bambino , mentre colui che taglia e distribuisce la galette, prende un pezzo e chiede a chi é nascosto " A chi ?" dare la parte fino a terminare la galette al fine di trovare la figurina e proclamare il re. La tradizione vuole che il re scelga la sua regina e dargli il bacio ed offrire la galette al prossimo turno.

Ho fatto la ricetta originale tratta dal libro "gâteaux de mamie"- Les recettes d'Amandine -
aggiungendo un pizzico di rosso dei lamponi, che potrete senz'altro omettere.

Per 6 persone:
2 fogli di pasta sfoglia
3 uova + un rosso
130 g.di zucchero
100 g.di burro morbido
60 g. di farina
150 g. di mandorle in polvere
estratto di vaniglia
una figurina
200 g. di lamponi

Riscaldate il forno a 210°- Preparate la "frangipane" crema di mandorle, mescolando lo zucchero con il burro morbido fino a renderlo spumoso, aggiungete le uova uno alla volta continuando a sbattere con le fruste. Aggiungete un cucchiaino di estratto di vaniglia, la farina e le mandorle in polvere, mescolate delicatamente, per non farli rompere i lamponi (i miei erano congelati). Stendete il primo foglio di pasta in una placca coperta di carta forno, aggiungete la crema, livellatela bene , inserite la fève e coprite con l'altro disco pasta sfoglia, chiudete bene i due dischi. spennellate con il rosso nuovo ed infornate per 25 - 30 minuti. Gustatela tiepida. E buona fortuna.


Mondo cibo



Ecco il nuovo network dove trovare le migliori ricette e altro nell'universo dei blog. Per aderire all'iniziativa collegarsi con il sito http://mondocibo.blogspot.com/ dove troverete le istruzioni per farlo. Inviate le vostre ricette o quant'altro riguarda il mondo della cucina.

venerdì 11 gennaio 2008

Gratin di Zucca e patate dolci e cavolo nero


gratin di zucca e patate dolci


Verdure, verdure e ancora verdure. Quando vado al mercato vicino casa, generalmente domenica mattina, mi rifornisco di verdure,frutta, legumi per la settimana. Compro tutto cio' che vedo essere di prima scelta e soprattutto che sia fresco.Faccio scorta di broccoli, di porri, di carote, di foglie tenere di spinaci, di fagiolini, di rucola, di zucca, di cardi, eh si, ho trovato i cardi, ho anche trovato un bellissimo cespo di foglie di cavolo nero, no, non c'era scritta la provenienza ma anche se dalla toscana c'era solo passato via aereo, l'ho comprato ugualmente ed infine le mie adorate patate dolci.

Ogni sera, quando torno dal lavoro la prima cosa che faccio, dopo aver recuperato i figli a scuola e controllato i compiti da fare, apro il frigo e.....via con la fantasia utilizzando la scorta di verdure e vista l'abbondanza della scorta mi armo di pazienza e comincio a preparare un gratin... vi garantisco ottimo risultato di gusto , profumo e leggerezza.
Ingredienti:

200 g. di zucca - 1 patata dolce -foglie di cavolo nero - olio evo - pane grattugiato - parmigiano- 2 uova - 10 cl. di latte di soia - pomodorini semisecchi -sale,pepe,noce moscata, burro per la teglia.

Tagliate la zucca e la patata dolce a fette non troppo sottili mettete dall olio evo in una padella fate rosolare delicatamente per 5/6 minuti la zucca con un po' di acqua coprendo la padella per farla ammorbidire, unite le fettine della patata dolce e continuate la cottura ancora per qualche minuto a fuoco lento, aggiungete sale, pepe e noce moscata. Intanto, dopo aver lavato bene e tolto la costa centrale delle foglie del cavolo, sbollentate in acqua salata fintanto che si appassiscano, scolate e posatele su della carta assorbente per togliere l'acqua.In una teglia, imburrata leggermente, mettete un fondo di pane grattugiato ,parte della zucca e patate, sistemate qualche pomodorino semisecco e coprite ancora con l'altra parte della zucca.Sistemate, alla fine, le foglie del cavolo in modo da coprire la zucca e le patate. Sbattete le uova, aggiungete del parmigiano, io ne ho messo 4 cucchiai, il latte di soia un pizzico di pepe e sale e versate sul gratin, lasciando assorbire il composto prima di passarlo in forno per 25 minuti a 200°.

Primi - Plats

Primi -
Burro al pepe verde e sle nero delle Hawai su tagliolini alle capesante
Fichi, prosciuto e rucola per spaghetti di Gragnano
Gnocchetti sardi con pomodorini al forno e spinaci
Gnocchi di patate dolci burro al rosmarino co dadini d spada
Gnocchetti di formaggio
Gnocchetti di patate e broccoli con carciofi all'glio bruciato
Gnocchi profumati all'arancia in salsa di latte allo zaffrano d'Aquila
Gratin di cipolle da gran chef e linguine alle acciughe
Lasagne ai carciofi al pesto di Bronte
Lasagne al slmone delicate
Lasagna alla zucca e Roquefort
Linguine con cipolle di Tropea,tonno e limone
Linguine ai gamberetti e salsa al limone
Paccheri impanai con salsa di finocchi e gorgonzola
Paglia e fieno con perle di parmigiano e basilico rosso
Penne rigate alla bolognese con melanzane fritte
Pennette risottate con capesante all'arancia
Riso rosso fior d'arancio
Riso integrale Venere, shiitake,fave con pepe lungo del Bengala
Riso al cavolo rosso e cacao su fonduta di parmigiano
Riso al vapore all'orietale
Riso selvaggio con lenticchie rosse e aneto
Fresca insalata tiepida
Triangoli di foglia con ripieno di riso e erbette
Spaghetti in cartoccio alle cozze
Spaghetti saltati in padella
Spaghettoni alla gremolata e peperoni caramellati
Tagliatelle al pesto rosso
Taglierini al finto tartufo
Tagliolini gratinati con crema di rucola e fagolini

mercoledì 9 gennaio 2008

scones alla composta di mirtilli

P1000752scones con compostadi mirtilli



Era da tempo che volevo fare gli scones, dopo aver acquistato da qualche giorno 2 vaschette di mirtilli, per cui mi metto subito alla ricerca della ricetta. I mirtilli li ho sempre associati a questi "dolcetti" inglesi o anche ad una crostata ma la voglia di mangiarne uno morbido e tiepido cosparso di marmellata di mirtilli ,devo confessare che nonostante la dieta post-feste, era irresistibile e poi le 2 vaschettine di mirtilli aspettavano nel frigo per essere utilizzati al più presto. Su molti blog francesi si trova facilmente la ricetta di quelli che vado a realizzare, in Sucrissime per esempio, ma che trascrivo per facilitarvi la traduzione. Ho aggiunto qualcosa di mio.(come faccio spesso)

Ingredienti:
250 g. di farina
1 sacchetto di lievito vanigliato
1 bustina di vanillina
40 g.di zucchero di canna
40 g.di burro
10 cl. di latte
1 uovo
1 pizzico di sale

Ho messo la farina in una ciotola con lo zucchero, il lievito, la vanillina, il burro morbido ed ho lavorato con le punta delle dita, ho aggiunto il latte ed il pizzico di sale. Non é necessario lavorare troppa la pasta, basta che tutto sia ben amalgamato. Accendete il forno a 200 ° . Spianate la pasta su un piano infarinato di due cm. di spessore e tagliatela con il copapasta o un bicchiere, mettete gli scones sulla placca del forno coperta di carta forno, ben distanziati, normalmente gonfiano molto, ma, io ho aperto sbadatamente il forno 5 minuti prima e sono rimasti piatti. Lasciateli in tutto 15 minuti. Vi domanderete a che serve nuovo, é per la dorare gli scones spennellandolo prima di metterli in forno. Ahimè, l'ho dimenticato, ma la bontà non cambia.


scones con composta di mirtilli


per la composta di mirtilli
200 g. di mirtilli
80 g. di zucchero



Mettete i mirtilli lavati velocemente sotto l'acqua fredda, in un pentolino con lo zucchero e fate cuocere lentamente per una mezz'ora, spegnete e lasciatela intiepidire.Conservare in frigo in un vasetto di vetro chiuso.


sabato 5 gennaio 2008

Menu' di compleanno per papà -Tartare di capesante,carote alla salsa di arancio- Spaghetti in cartoccio alle cozze - Pacchettino di pere e gorgonzola

Antipasto: Tartare di capesante , carote alla salsa di arance



Ingredienti: 2 capesante freschissime - 1 carota grattugiata o tagliata a cubetti piccolissimi - 2 arance possibilmente non trattate - -50 g. pomodorini semi-secchi- il succo di un limone - 4 o 5 cucchiai di succo di carota - pepe macinato in grani - cumino - olio evo - glassa di aceto balsamico - 1 cucchiaino di zenzero fresco grattugiato- sale - prezzemolo

Lavate le capesante e tritatele finemente, aggiungere il succo di limone, il prezzemolo tritato,sale e pepe in grani macinato. Lasciate riposare un paio d'ore.
Preparate la salsa con il succo delle 2 arance, il succo di carota, l'olio evo, lo zenzero , aggiustate di sale e pepe macinato riservate in frigo. Tagliate la carota a cubetti piccoli e fatela stufare in una padella con un filino d'olio, succo di limone e cumino, sale,pepe,per 10 minuti a fuoco lento,aggiungete i pomodorini semisecchi, anch'essi tritati, mescolate e spegnete il fuoco.
Preparate 4 formine in ceramica, rivestite di film trasparente,per ogni formina mettete prima un cucchiaio di capesante, la carota stufata con i pomodorini versate un cucchiaio di salsa e pressate bene, chiudete il film e lasciate riposare per una notte. Impiattate capovolgendo le formine e servite con l'altra metà della salsa addizionata di glassa aceto balsamico
.

Primo piatto: Spaghetti in cartoccio alle cozze


Ingredienti per4: 400 g. di spaghetti - 48 cozze farcite al burro,prezzemolo,aglio -3 spicchi d'aglio - 1 scatola di pomodori pelati -2 cucchiai di capperi - 1/2 bicchiere di vino bianco secco -olio evo - sale - peperoncino a piacere- basilico (io congelato)



In larga padella con un filo d'olio evo ,1 spicchio d'aglio,il basilico, i capperi ( avevo i fior di capperi), rosolate e aggiungete i pelati, lasciate pochi minuti prendere la salsa, aggiuete le 48 cozze farcite (che avevo comperato per le feste, qui si vendono già preparate con questa farcia buonissime) e spegnete il fuoco. Intanto mettete a bollire gli spaghetti togliendoli dopo 6 minuti dal bollore dell'acqua e aggiungeteli nella padella con il sugo, mescolate e versate il tutto in una pirofila predisposta con carta forno da poter siggilare bene. Passate in forno caldo a 200° per 10 minuti. Servite.


Dessert: Pacchettino di pere e gorgonzola


Il gorgonzola, formaggio preferito di mio padre.

Ingredienti per 2p.: 2 fogli quadrati d pasta sfoglia- 1 pera conferenza - il succo di un limone - una bustina d zuccheo vanigliato - gorgonzola - miele - mandorle a filetti -1 rosso d'uovo-

Accendete il forno a 200° -Tagliate la pera a fettine sottili e aggiugete il succo del limone e la bustina di zucchero vanigliato, lasciate riposare qualche minuto. Mattele le 2 sfoglie su una placca rivestita di carta forno, adaggiatevi sorpa le fettine di pera, 4 per sfoglia, un pezzetto di gorgonzola ed un cucchiaino di miele (io ho usato il miele d'acacia), per ogni sfoglia. Fermate i 4 angoli, pressateli bene e spennelate con il rosso d'uovo, mettete in forno per 10-15 minuti, fino a dorarsi, togliete dal forno mettete delle mandorle a filetti ed ancora un cucchiaino di miele , infornate giusto un minuto per far attaccare bene le mandorle sulla superficie.
Gustalele con un vinello dolce, dopo pranzo o anche possono andar bene come antipasto.

Regalo di compleanno


Oggi é il compleanno di mio padre. Da qualche anno oramai, questo giorno, mi trovo lontana dalla mia famiglia per festeggiare. Oltre a fargli gli auguri , soliti, telefonicamente, quest'anno posso dedicargli un piccolo pensiero in questa pagina.

Mio padre é una persona speciale, per me, il suo lavoro, faticoso, sempre dedito al pubblico, a soddisfare la clientela, mi ha senz'altro trasmesso, la ricerca della qualità del cibo e degli alimenti da gustare per impadronirsi del sapore del profumo ed utilizzarli al meglio. Ho avuto la fortuna, con lui, di conoscere sempre novità, nel campo alimentare. Ha faticato molto a gestire il piccolo negozio di alimentari e noi , mia madre e i miei due fratelli siamo stati implicati nella gestione, aiutandolo nei periodi estivi, dove da noi, in Calabria si lavora di più. Ci sono stati diversi momenti di difficoltà ma mio padre non ce lo ha mai fatto pesare, con la sua indole calma e riflessiva, non trasparivano i pensieri e le preoccupazioni dovuti al lavoro, a tante difficoltà attraversate a causa di questo tipo di lavoro esercitato nel sud della Calabria - ma non voglio entrare nel merito, anche per non tirare fuori dalla memoria certi momenti. A casa mostrava sempre quel suo lato tranquillo e ottimista e... come dire..."tanto tutto si aggiusterà"... mentre sulla faccia di mia madre era tutto trasparente.Credo di aver ereditato anche questo da mio padre. Qualsiasi cosa succede intorno a noi,- e di difficoltà che ne sono tante nell'arco di una vita-credo che il meglio sia di affrontare con serenità d'animo, fiduciosi e speranzosi che " domani è e deve essere un altro giorno". Mio padre si commuove facilmente, mio padre non alza molto la voce, mio padre cerca sempre di placare l'animo inquieto di mia madre, sempre troppo preoccupata di tutto.

Oggi , mio padre si occupa del suo giardino, in via delle rose, con mia mamma complice, stanca e lamentosa del lavoro che le dà, raccogliendo, nei diversi periodi stagionali, i frutti del giardino, che vengono in gran parte congelati e distribuiti ai miei fratelli e che io ritrovo quando vado il estate. Insomma ,continua a tenersi occupato, con passione, per non restare a pensare a gli anni che passano.Voglio citare una frase dal libro che ho letto già 2 volte e dedicarlo a papa con i miei auguri di BUON COMPLEANNO " bisogna trovare il proprio sogno perchè la strada diventi facile. Ma non esiste un sogno perpetuo. Ogni sogno cede il posto a un sogno nuovo, e non bisogna volerne trattenere alcuno." Le stagioni delle vita di Hermann Hesse.

Ho preparato un menu da dedicare tutto a mio papà lo postero' presto.

venerdì 4 gennaio 2008

Best of 2007

best of 2007

Ve ne siete accorti che hanno pubblicato le ricette del Best of 2007?
La lista é lunga ed é molto interessante conoscere tutti quelli che vi hanno aderito.
Per consultarla fate clic qui (grazie Elga)

mercoledì 2 gennaio 2008

cake alle mele e alla marmellata di limoni


Spero abbiate trascorso delle buone feste in tranquillità e che vi siate riposati per ripartire in forma per questo 2008. Io ho ripreso a lavorare oggi, con fatica mi sono svegliata, anzi la sveglia mi ha svegliata alle 5.30 e sinceramente non per molto la voglia di scendere dal letto, ma.... è stato inevitabile. Mentre fuori la temperatura toccava -1°, sono dovuta uscire senza scampo ma prima di mettere il naso fuori ho mangiato una fetta di questo cake che ho preparato per la prima colazione del 1 giorno del nuovo anno. Non sono bastati i dolci accumulati nei giorni precedenti.
No infatti, quando fa così' freddo, si ha bisogno energia per poter cominciare la giornata. Per questo dolce ho utilizzato la marmellata di limoni.



Ingredienti per 6 persone:


180 g. di farina - 150 g. di zucchero di canna -180 g. di burro - 3 uova -2 mele- 1 sacchetto di lievito vanigliato - 2 cucchiai di succo di limone - 100 g. di marmellata di limoni - zucchero a velo e limoni o arance candite per decorare.

Riscaldate il forno a 180°- Fate sciogliere il burro. Mescolate la farina con lo zucchero ed il lievito in una ciotola, rompete le uova amalgamandoli alla farina con un cucchiaio di legno, aggiungete il burro fuso ,2 cucchiai del succo del limone, 1 mela ridotta a purea (in un pentolino fatela scaldare, con un po' di acqua dopo averla tagliata a pezzetti, e poi mixare),aggiungete altra mela tagliata a pezzetti e i 100 g. di marmellata d limone. Versate l'impasto nell'appositoda plumcake imburrato ed infarinato e mettete in forno per 40 m. Lasciate raffreddare su una griglia prima di decorare con lo zucchero e le fette di arancia candite.

martedì 1 gennaio 2008

Confetture, marmellate e conserve - Confitures,marmelades e....

Aglio in Vaso di vaniglia
Achard di verdure
Estratto di caffé
Cacao a profumi di Natale
Ciliegie in agrodolce
Cipolline allo sciroppo di Anna
Composta di cranberrys all'arancia e limoncello
Confettura di pesche gialle al caffé
Confettura di lenticchie corallo, zenzero e vaniglia
Confettura di kiwi e zenzero
Confettura di susine di mamma
Confettura di prugne al fior di sale alla vaniglia
Confettura di latte al tè matcha
Confettura di uva nera alla cannella
Confettura di zucca al vino e cognac
Confettura di zucca con datteri
Confettura di cipolle al vino
Confit di pere alla vaniglia e marrons glacés
Finocchietto selvatico all'olio
Lemon Curd
Limoni confit al miele
Miele di pere
Marmellata di limoni
Kumquat caramellisés
Tapenade con olive di Gaeta al miele di montagna e arance
Orange marmalade
Zenzero marinato

Pane e paste lievitate

Bagels
Brioscine al miele sesamo e limone
Brioscine integrali alla confettura di ciliegie e farcite con composta di ciliegie
Briosce vaniglia e fragole
Cornetti soffici integrali al miele e lievito naturale
Cinnamon Roll
Ciambelline di zucca glassate allo zenzero
Colomba pasquale con pasta madre
Corona abbracciata cannella e nocciole
Girelle alle mandorle
Grissini dolci con pasta madre
Grissini delle Simili con farina integrale al pepe nero e caffé
La focaccia
Focaccia Bonci alle spezie di Natale
Focaccine con i fiocchi
Freselle calabresi un po' dolci
Il mio pane profumato WBD
Pane alla barbabietola
Pane alle nocciole
Pane alla cannella
Pane di mais
Pane alle erbe fresche aromatiche
Pane allo yogurt miele e finocchietto
Panini all'olio con semi di carvi e parmigiano
Piccoli pani dolci al caffé
Piccoli pani ventaglio
Panini - Muffin roll - all'aglio fritto e peperoncino
Panetti di castagne e noci
Pane al pomodoro e origano
Petit pain au lait e "Mustarda"
Scones multi graines ( panini dell'Ikea)
Treccia ripiena di mirtilli
Pizze
Pizza casalinga
Pizza donna hay
Pizza con le zucchine,emmental e pesto alla menta
Tronchetto pizza arrotolata

Le mie ricette


Primi

Primi di Pasta
Fichi, prosciuto e rucola per spaghetti di Gragnano
Fusilli con porcini,pancetta e crumble di porcini

Piatti unici
Couscous con composta di cipolle alla cannella e mandorle
Cannelloni al formaggio Comté,uvetta e mandorle
Linguine con baccalà e briciole dorato
Minestrone
Pasta alle bietole,finocchi e asparagi
Parmigiana con le mandorlePomodori farciti
Peperoni farciti al riso
Spaghetti di soba, zucchine con sgombro affumicato
Zucchine farcite di riso,pollo e albicocche

Primi Tradizione delle mani
Cavatelli con le cozze, zucchine ed i suoi fiori
Fagottini dello "Spaccaossa" con salsa yogurt
Lasagnette rosa alle zucchine e Mimolette
Maltagliati con farina di ceci,broccoletti,arancia e olio nero
Orecchiette con ricotta e altri profumi
Orecchiette con broccolo romano,tapenade verde e bottarga di muggine
Pici di zucca al pesto di carciofi
Ravioli con crema di parmigiano e tartufi


Gnocchi di patate e....
Gnocchi di patate dolci burro al rosmarino co dadini d spada
Gnocchi grigi con salsa al gorgonzola e noci
Gnocchetti di formaggio
Gnocchetti di patate e broccoli con carciofi all'glio bruciato
Gnocchi profumati all'arancia in salsa di latte allo zaffrano d'Aquila
Riso e risotti  

Informazioni sul Copyright

  • Tutti i diritti relativi a Testi e Fotografie presenti su questo sito, se non diversamente indicato, sono Copyright di Patrizia C.
    © 2007-2009 Tutti diritti riservati.   
  • Se vuoi utilizzare una foto, basta chiedere prima!  
  • NON AUTORIZZO la pubblicazione dei testi e delle foto, in quegli spazi della rete, che siano forum o altro, che non consentano il link alla ricetta originale. 
  • Se vuoi acquistare una foto, contattami all'indirizzo email patrizia.cuglietta@orange.fr
Il contenuto di questo sito può essere riprodotto dopo aver contattato l'autore solo a condizione che ne venga citata chiaramente la fonte, che non venga utilizzato a scopi commerciali e che non venga alterato o trasformato.

Creative Commons License

Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.



Page copy protected against web site content infringement by Copyscape


Pagine protette da COPYSCAPE, non copiare!



MyFreeCopyright.com Registered & Protected






Si è verificato un errore nel gadget