sabato 31 maggio 2008

Una colazione con i fiocchi e...Triangoli alle mandorle

Triangolo di sfoglia,amaretti,mandorle e confettura di albicocche

La mia colazione é veloce al mattino, lo é in settimana ,che corro per casa , preparo tutto prima di svegliare i bimbi... mi alzo presto, almeno un'ora prima che il loro sonno venga quasi "bruscamente" dolcemente interrotto dalla mia carezza. Corro, tutta assonnata a farmi una macchinetta di caffé per 4 tazze.... tuffo nel latte di soia...dei cereali e fiocchi d'avena, i nutrizionisti dicono che bisogna mangiare bene al mattino, che con una bella tazza di cereali si ariva al pranzo senza aver fame e che sopratutto si riesce a mantenere la linea, e perfino i rotolini accumulati si sciogliono, come potevo non dar retta a tanta pubblicità...percui ho reso questa abitudine quotidiana indispensabile anche se, appena le nove mi mangerei anche un piatto di lasagne. Dunque dicevo, che bevute le 4 tazzine di caffé in una sola grande tazza e la ciotola di cereali riesco a connettarmi, prima una buona mezzora di pc e poi... con la realtà e ad avere l'energia per ricominciare a correre contro il tempo che passa...ma...il fine settimana é un'altra cosa. La calma sovrasta la casa, niente corsa e sopratutto niente sveglia ai bimbi che lascio tranquillamente dormire e prima di qualsiasi cosa mi dedico alla succulenta super colazione goduriosa. Un dolce sfornato la sera prima... un plum cake o dei biscotti burrosi o degli scone o anche una bella fetta di crostata alla confettura di albicocche o di arancie,sono sinonimo di dolce farniente, di un lasso di tempo da dedicare alla lettura e non dover fare attenzione al tempo che passa. Quest'ultimo fine settimana, ci ho proprio pensato al mattino stesso di preparare una colazione velocissima con quel che c'era a disposizione in frigo..., vale sempre il discorso del riciclo...,due rotoli di pasta sfoglia pronti ad essere utilizzati al piu'presto prima di far passare la scadenza ed un sacchetto di farina di mandorle ridotto al "cosacifacciooraconuncucchiaiodimandorle?" che restava inattesa della risposta, e qualche altro ingrediente più o meno tirato fuori dalla fantasia e dalla voglia di godere in fretta un dolcetto per rendere giustizia ad un fine settimana decoroso.
Mentre la macchinetta del caffè comincia ad espandere il suo profumo...penso alla colazione dei francesi "croissants au beurre" o " chaussons aux amande" , sarà un po' influenzata o no?!!! dopo tanti anni di vita francese a questa loro cultura culinaria per versi troppo zuccherosa e burrosa.... ma al mattino uno di questi Triangoli alle mandorle ci sta proprio bene...eccovi la mia versione italianizzata dall'intrusione degli amaretti.

Triangoli di sfoglie alle mandorle,amaretti e confettura di albicocche


Triangoli di sfoglia alle mandorle,amaretti e confettura di albicocche

ingredienti: *2 rotoli di pasta sfoglia *80 gr.di farina di mandorle, 5 amaretti mixati, 2 bianchi d'uovo * un cucchiaio o due, se vi piace piu' zuccherata, colmo di confettura di albicocche * mandorle a filetti * zucchero velo *

Ho acceso il forno a 200°c. - Ho miscolato la farina di mandorle con i 5 amaretti ridotti in polvere con i due bianchi d'uovo la confettura di albicocche, fino a rendere l'impasto omogeneo. Ho formato sei quadrati con la pasta sfoglia e al centro l'ho farcita con un cucchiaio del composto, ho rinchiuso il lato formando un triangolo, fissando beni i lembi, li ho sistemati sulla placca del forno ricoperta di carta apposita , spennellati di bianco d'uovo e cosparsi bene le mandorle a filetti, lascio in forno per 20 minuti,fino a doratura leggera...Buona colazione e buon fine settimana a tutti.

Triangoli di sfoglia alle mandorle,amaretti e confettura di albicocche

Offro questi dolcetti alle mandorle a Sandra di Un Tocco di Zenzero per la sua prima colazione.

venerdì 30 maggio 2008

Insalata tiepida di ceci, tonno e sedano rapa

Insalata di ceci,sedano rapa e tonno



Cipolla del blog Gustosamente propone il riciclo degli avanzi ,resti di piccole quantità di cibo stazionati in frigo da qualche giorno per non doverli riproporli ancora una volta la sera successiva. Da me e con i tempi che corrono, immagino anche nelle vostre case...non si butta più nulla , la sera sopratutto, stanca da lavoro e non troppo propensa a impiastricciare piatti elaborati...il frigo é la mia salvezza....visionato ben bene le scatoline impilate, nella testolina,seppur satura dopo una lunga giornata...si aziona quel mecanismo magico che mi permette di pregustare con il palato e con un languorino allo stomaco, ineffetti é proprio quello che ti fà muovere, tutti i vari ingredienti messi insieme e partono le mani....ceci già cotti + mezzo vesetto di tonno sott'olio+ olive nere al forno+......sedano rapa


ecco che nasce velocissimamente una ricetta saporita e senza troppo sforzo che accontenta tutti i commensali...


Gli ingredienti di questa insalata sono nella quantità che desiderate, ho utilizato mezzo sedano rapa preparato nel seguente modo:

Lavato e tagliato a striscioline ( come delle patatine) ho preso una padella antiaderente aggiungendo due cucchiai di olio evo ed ho fatto rosolare le striscioline del sedano rapa con uno spicchio d'aglio...ho lasciato cuocere a fuoco medio aggiungendo un mestolo di acqua calda...per una diecina di minuti, ho aggiunto del pepe in grani, del sale e in fine dell'origano. A cottura ultimata il sedano rapa deve risultare dorato e croccante. Ho aggiunto nella stessa padella i ceci cotti, le olive nere, e il filetto di tonno scolato dell'olio di conserva, (che uso per condire insalata di pomodori o anche per fare una salsina e condire spaghetti freddi) mescolo bene e servo tiepida con una manciata di basilico fresco...




Insalata di ceci

giovedì 29 maggio 2008

Dei premi Revolution e un Rimprovero


Ma che premiooooo!!! io sono stata sempre una revoluzionaria, un po' a scuola...un bel po' a casa, e tantissimo dopo, fuori casa...ho sempre voluto fare di testa mia e continuo a fare di testa mia...sbagliando anche... le formalità non mi piacciono, le convenzioni , le false modestie, le frasi fatte, i luoghi comuni...no proprio non mi vanno giu' ed allora mi irrito e...metto un po' di sconquasso ma sono fatta cosi' e non mi posso cambiare e non voglio cambiare ed allora penso che questo premio mi sta proprio bene...o no!!! forse non c'entra proprio niente con la cucina, il significato di questo premio forse é tutt'altro...boh...sono un po' confusa con tutti questi premi che mi arrivano a valanghe e che devo proprio ringraziare:

Laura, che dice : "perchè adoro il suo blog, trovo deliziosa lei e tutte le sue ricetta"
Anicestellato che dice: "per la stima e l'affetto che ci unisce ma anche per l'aria serena che si respira nella sua cucina"
Mirtilla che dice "che mi prende in giro per le visite mattutine che dedico al suo blog...mi spieghi qualche altro modo migliore per iniziare al top la giornata???"
Panettona che dice: "dolcezza infinita!"
Pizzicotto che dice: "perchè vedendo le sue foto mi sembra di sentire il profumo ed il sapore dei suoi piatti"
Maddea che dice: "per la disponibilità e la dolcezza"
Nima che dice: "perché quando ammiro le vostre preparazioni mi viene veramente tanta fame e una gran voglia di riproporre subito i vostri piatti"
Camomilla che dice: "a dimostrazione della immensa stima....."

Le regole del gioco sono:
1.bisogna inserire il banner (trovate il codice
qui) 2. bisogna linkare il blog che ti ha dato il meme 3. bisogna linkare altri 6 blog (cifra flessibile) che meritano un premio e, se possibile, spiegare il perché. Inoltre un blog può ricevere il premio innumerevoli volte! 4. chi riceverà il meme potrà mettere il banner con la coppa in home page sul lato in modo da far vedere il premio ricevuto a tutti ivisitatori!

e io lo assegno con grande piacere a:
Anicestellato, eh, si!!! te lo meriti proprio tu...quando ti vengo a trovarti mi sento bene...amo i tuoi profumi e i tuoi piatti napoletani molto vicini al gusto di casa mia e poi tu sei speciale...
Nino, caro Nino cuoco simpatico, gentile e generoso i tuoi piatti li sento genuini con un tocco da vero professionista e poi mi sei molto simpatico...
Marcella, Ultimamente le sue ricette le sto portando sulla mia tavola e mi piace molto la sua originalità nel ricercare pietanze antiche, dimenticate e mi diverte concretizzarli visibilmente, visto che lei ci descrive solo la ricetta.
Lenny, i suoi profumi sono i miei, non posso mancare all'appuntamento con i suoi post, i suoi piatti devo assaporarli anche virtualmente...io li sento e mi avvicino alla mia terra...grazie lenny.


Questo giu' invece é il Premio del Rimprovero....che mi viene attribuito da Pilar







Anomalo, simpatico divertente premio che appena ho cercato di capirne il significato ,quasi mi sembrava di aver combinato chissà quale danno e a chi, ritenendomi responsabile di postare ricette troppo "caloriche" ed essere colpevole dei rotolini ( vedi anche oni) che impediscono di indossare il bikini dell'anno scorso, leggendo e decifrando meglio tutto per intero ...Ah..ah.ah.ah....una bella risata mi scappa e poi...continuando a leggere le regole ..... impegnarsi a creare una sezione di sole insalate e piatti dietetici.????.. fino a settembre...chi...io?? e qui la risata si placa...e diventa :P una smorfietta...ma tutto sommato, visto che il premio é carino e visto che la dieta la devo fare mi impegno a proprorre...ogni tanto...un'insalatina dietetica e vedremo...anche...pure...qualche dolce ipocalorico... ed ora viene il bello perché é chiaro che ci sono quattro blog, anche più di quattro, ai quali sono fiera di assegnare questo premio e sono....tatatatan......



Fiordisale, cara Gi, ora tocca a te...



Cookie Corner, Cookina, le tue torte sono tutte passate sotto i miei occhi prima , dalle mie mani , nella mia bocca poi....



Campo di Fragole, carissima Dany...non scappi...tu te la cavi benissimo con lo spagnolo ed allora comprendi la mia motivazione



Mamma3, carissima adorata Elga...troppe cose gustose nel tuo blog...un po' di dieta la vogliamo far fare a Stefano?



e ci metto pure Elisabetta, perché ho copiato tante ricettine con la scusa di farle ai figli ma poi una buona parte sono finiti...dove? i rotolini sono ancora li' al punto "giusto"



ma ce ne siete veramente tanti e tanti ai quali vorrei rimproverare il copia e incolla che poi diventano realtà sulla mia tavola...ma restiamo alle regole e buon divertimento..

Queste le regole:

1- Chi riceve il Premio si deve considerare “rimproverato” per aver preparato piatti succulenti che hanno fatto in modo di non permettere di poter indossare costumi da bagno, bikini, trikini…2- Se il/la premiato/a persiste nella propria cucina, dovrà rimediare creando una sezione INSALATE e/o DIETA.3- Deve indicare altri quattro blog che si sono resi colpevole aver ostacolato “L’OPERAZIONE TRIKINI 2008″.4- Dovrete ricordare all’autore del blog che per sua colpa e solo sua colpa, ora dovrete nutrirvi di insalate per rimediare ai suoi ottimi e succulenti pasti (niente ringraziamenti nel ricevere il premio, perché questo è un Premio Rimprovero per aver pubblicato pasti eccessivamente buoni e succulenti).Il regolamento in spagnolo lo troverete qui



E per finire in bellezza guardate che carino questo premio assegnatomi da Parolediburro che le mando un grosso abbraccio...




Io questo premio cosi' carino lo dedico a tutte voi che mi avete colmato di tante,tante coccole e mi permettete di esprimere la mia passione e farmi sentire vicina all'Italia cosi' quotidianamente lontana...grazie

martedì 27 maggio 2008

Mini cake con pomodorini,feta,olive nere e erbe aromatiche

Mini cake,pomodorini,feta e basilico



In genere il cake salati li trovo piuttosto secchi se non sono mangiati caldi, almeno questo é il risultato della mia esperienza...ho provato e riprovato, testando vari ingredienti e farine per trovare quella che per me potesse essere apprezzabile anche mangiandolo freddo. I cake salati sono ottimi da portare per i pic-nic e io uso sempre prepararne uno o più di uno, per il lungo viaggio per l'Italia...quando durante la notte mio marito incomincia ad avere quel fastidioso languorino...e anch'io.

Questo lo faccio di solito utilizando i pomodori confit, buoni perché morbidi e aromatizzati all'aglio,origano e olio evo...questa volta ho sperimentato i pomodorini ciliegia freschi ed il risultato é perfetto per la mobidezza e sicuramente più leggero per la mancanza dell'olio in più contenuto invece nei pomodorini confit. La base di ogni cake che si voglia fare é sempre uguale per personalizzarlo basta variare gli ingredienti a proprio gusto.

pomodirini per cakepomodorini per cakeMini Cake nelle mani di mio marito

Ingredienti: 150 gr. di farina *una bustina di lievito per torte salate *3 uova *100 gr. di formaggio feta * 10 cl. di olio evo * 10 cl. di latte * 200 gr. di pomodorini tagliati a fettine *8 olive nere al forno* basilico e dragoncello * sale * pepe *

Mini Cake, pomodorini,feta e erbe aromatiche

Ho lavato e tagliato i pomodorini, ho messo del sale ed un filo d'olio evo e li ho lasciati riposare per una mezzoretta.In una ciotola ho mescolato la farina con il lievito. In un'altro recipiente ho messo le uova intere, l'olio ed il latte, mescolando bene con una frusta elettrica.Aggiungo un pizzico di sale e pepe nero. Poco alla volta mescola la farina ed aggiungo la feta tagliata a cubetti i pomodorini messi a riposare con tutta la loro acqua, le olive nere snocciolate e tagliate a listarelle, del basilico e del dragoncello tagliato a striscioline.Verso la preparazione in 6 picoli stampini da plumcake, imburrati e infarinati e lascio cuocere per 30/40 minuti a 180° c. Lascio intiepidire prima di servire a fettine.

Mini cake pomodorini,feta e erbe aromatiche

Con questa foto ho partecipato ad un topic su flickr del gruppo I piaceri del palato che ha per tema: "veramente Home made" e sono aperte le votazioni fino al 30 maggio per la foto migliore.

lunedì 26 maggio 2008

Le mie note musicali







Tante e tante ancora che hanno segnato passo dopo passo momenti splendidi e meno splendidi della mia vita, canzoni e musiche che continuano a emozionarmi e a trasportarmi in quella atmosfera già vissuta ,i ricordi si concretizzano al solo ascolto delle prime note...

di......
......Sabato Pomeriggio, nella mia stanzetta ad ascoltare e riscaltare e consumare il mio primo album in assoluto...mentre libri di scuola aspettavano il mio interesse la mia mente era altrove.
......Fragile ,melodia stupenda di un'artista che ho avuto la fortuna di vedere in concerto all'Olimpia...a pochi passi da me...alto elegante bellissimo e la mia tachicardia, una emozione che non dimentichero' mai..
.....Mille giorni di te e di me...una storia d'amore raccontata come se fosse la mia , note che inevitabilmente mi trasmettono attimi di un'amore finito che resta nascosto in un angolo nel mio cuore,
.....Easy, colonna sonora del mio presente amore che dura e che lascia ancora i brividi nel riascoltarla...
.....Think , ritmo nero, la grande regina del bleus americano che amo da morire e che per la prima volta ho ballato nel gruppo di danza che frequento...uno scatenarsi di emozioni impensabili fino a qualche anno addietro...un sogno che si é realizzato...

Grazie ad Elisabetta, Lalla e Lady Gaijina che mi hanno invitata per questo meme musicale difficile...per le poche canzoni da elencare...e permettetemi uno strappo alla regola perché ne sono certa le due canzoni che andro' a citare troveranno il vostro consenso all'uniminità per la bellezza dei versi e la storia che raccontano:




La prima "Una lunga storia d'amore" di Gino Paoli.

La seconda" Notte prima degli esami" di A.venditti.

Passo il meme a: Elga, Sheryl, Panettona, Precisina , Anicestellato, Magnolia

domenica 25 maggio 2008

Pane allo yogurt, miele e finocchietto

Panetti allo yogourt



Adoro il pane fatto in casa...il suo profumo che invade la casa, al sabato mattina mi fa sentire bene, riuscirlo é una grande soddisfazione...mi piace moltissimo mettere le mani nella farina ed impastare e per cio' mi privo puntualmente di usare la Macchina per fare il pane, messa già da un po' in un angolo nascosto...avendo una cucina non troppo grande e con i tanti piccoli elettrodomestici aiutacuochi, comprati o regalati, non riesco piu' a tenere sott'occhio tutto cio' che mi serve che mi sia utile al momento del bisogno.....ed allora infilo, accatasto, incastro dove trovo spazio e anche dove non lo trovo, quando é il momento di trovare qualcosa é il panico...essendo sempre li' a pasticciare prima di mettere a fuoco il mio cervello e ricordarmi l'angolo o il cassetto o quale altro posto io li abbia accumulati, faccio molto prima a usare le mani. Poi alla fine la soddisfazione é maggiore per la riuscita anche discreta che di una impastatrice elettrica...


Ingredienti: 500 g.di farina Manitoba
1 cubetto di lievito di birra
1 yogurt greco 150g.
40 gr.di burro morbido
una manciata di semi di finocchietto
sale
50 g.di latte + acqua q.b.
1 cucchiaio di miele (di acacia io)

Panetti allo yogurt,miele e finochietto

Intiepidire il latte e sciogliervi il panetto di lievito, mettere la farina sulla spianatoia e un cucchiaino di sale ,fare un'incavo, versarvi lo yogurt con il cucchiaio di miele , aggiugere il latte con il lievito sciolto ed incomincire ad impastare, aggiungere il burro morbido e una manciata di semi di finocchietto ,versare dell'acqua calda qb per rendere l'impasto omogeneo. Impastare bene e lasciare lievitare per 2 ore.

Riprendere il panetto e sgonfiarlo con un pugno, lavorarlo qualche minuto e poi divederlo in quattro parti e fare dei piccoli filoncini che andrete a sistemare sulla placca del forno, rivestita di carta forno, e ben distanziati tra loro, lasciateli lievitare ancora per mezzora o piu' nel forno tiepido...accendete a 250 e fateli cuocere per 35/40 minuti, prima di spegnere il forno spalmateli di miele sciolto con un po' d'acqua e lasciateli ancora per 5 minuti...ora sono pronti per essere gustati caldissimi...


Panetti allo yogurt

giovedì 22 maggio 2008

Biscottini al matcha

Biscottini al the machà

Bello il colore, buono e particolare il profumo del thé matcha, serviti con un buon thé alla aromatizzato alla rosa ,in giardino un pomeriggio assolato...con una buona compagnia o anche soli con un buon libro oppure....sognando un po'....e rilassarsi con una musica dolce (io amo il classico ultimamente, qualsiasi autore, purché sia musica classica al piano forte)....chiudere gli occhi e immaginarsi in un posto paradisiaco, dove solo profumi di fiori e erba tagliata di fresco, respiri.....e pensi....che pace!!!!....."maaammmma é pronto da mangiaaareeee? abbiamo fameeeee!!!!!" ....ecco il richiamo alla realtà...bene bimbi, lasciatemi almeno finire il post e dedicarlo al meme-game di Laura...tanto carino e si vince davvero!!!

Biscottini al The Matcha

La ricetta é tratta dal blog di Tuki, La ciliegina sulla torta.

La ricetta: per 25 pezzi
Ingredienti:90 g di zucchero a velo*140 g di burro a pezzetti*3 tuorli *1,5cucchiai da tavola di matcha*220 g di farina*200 g di zucchero semolato per la copertura.

Setacciare il matcha con lo zucchero a velo in una ciotola e unirvi il burro e lavorare con un cucchiaio di legno fino ad ottenere un impasto perfettamente liscio ed omogeneo unire la farina setacciata, continuando a lavorare con le mani ed impastare fino a quando il tutto non risulta ben amalgamato; infine, aggiungere i tuorli e lavorare velocemente fino a quando non saranno ben incorporati nell'impasto. Formare una palla con l'impasto, coprirlo e lasciarlo in frigo per circa 30'. Preriscaldare il forno a 160-170°C, stendere l'impasto ad uno spessore di poco superiore ad 1 cm e, con un coltellino tagliate dei rettangoli di 3 cm di larghezza per 6 cm. di lunghezza, ma infondo tagliateli come vi pare,ricavare i biscotti e passarli nello zucchero semolato. Sistemare i biscotti su una teglia rivestita di carta forno e cuocere per circa 15-20 minuti, i biscotti devono essere appena dorati sui bordi. Trasferire su una griglia di raffreddamento e lasciare che si raffreddino completamente. Conservare in una scatola di latta.

Biscottini al the Machà

mercoledì 21 maggio 2008

Taglierini al finto Tartufo

Taglierini al finto tartufo



Appena leggo questa ricetta qui mi salta subito in mente quel bel pacchetto di taglierini al tartufo nella mia dispenza, lasciato a riposare già da un po' e che i miei bimbi non hanno gradito il gusto l'ultima volta che li ho cucinati semplicemente alla panna...ma...leggendo bene gli ingredienti di questo piatto e so' per certo che quei birbantelli amano le olive nere al forno...non ci penso più che un solo minuto per organizzarmi e ops... corro in cucina e domenica a pranzo tutti a tavola con il taglierini al finto tartufo di Marcella...un successo hanno tutto mangiato e mi hanno chiesto di rifare la salsina per mangiarla con le freselle...avvolte i bimbi hanno delle idee geniali...




Taglierini al finto tartufo

Veniamo, dunque alla ricetta che vi trascrivo esattamente come Marcella ed in neretto inserisco la mie aggiunte.

Per 4 persone:*200 g. Funghi Champignos e,100 g. di Porcini, *15 olive nere al forno snocciolate, mezzo spicchio d'aglio, *un pezzetto di peperoncino ( che non ho messo per via dei bimbi) * due filetti di acciuga, *olio evo, * sale q.b* 1 dl di panna *400 g. di Taglierini all'uovo aromatizzati a tartufo.

I funghi utilizzati da me erano surgelati per cui li ho passati in padella con uno filo d'olio per 10 minuti, facendo evaporare l'acqua. Poi li ho frullati insieme alle olive e alle acciughe e l'aglio, rimesse insieme nella padella....dopo aver cotto i taglierini al dente li ho fatti saltare insieme alla crema, aggiungendo la panna e un po' di acqua di cottura della pasta...serviti caldissimi...brava Marcella, sono proprio buoni.


Taglierini al finto tartufo

lunedì 19 maggio 2008

Torta cremosa di fragole

Torta di fragole

Le fragole sono la mia tentazione...non posso farci niente...come le compro e ne compro tante, spariscono, certo i miei figli mi danno una mano anzi quattro mani e due bocche e io mi devo apprestare a farci qualcosa di più gustoso...perché amo il loro profumo nei dolci e poi il colore, rende allegro ogni boccone...ho fatto anche la rima...Dunque, come mia abitudine ormai, tutti i fine settimana un dolce devo farlo, avvolte anche due.. e per finire l'ultimo cestino di fragole apro la mia cartella , che porto sempre con me ovunque, mi salta agli occhi il foglio con la ricetta di Cookie, una delle prime ,con le fragole , la stampa era li' da marzo e sapevo che prima o poi una fetta di questa tortina deliziosa dovevo assolutamente addentare...delicata,profumata e colorata perfetta per l'ultimo week piovoso e freddino...

Per la ricetta ho eseguito praticamente l'originale che troverete qui, una sola aggiunta nella crema di fragole ho messo due cucchiaini di polvere di arancia...

Torta di fragole


"Ingredienti*200 gr di farina*3 cucchiai di zucchero a velo*110 gr di burro*1 uovo*300 g. fragole*100 gr di zucchero*2 cucchiai di rum*4 uova*6 cucchiai di farina*200 ml di panna* 2 cucchiaini di polvere d'arancia.



Lavorare insieme la farina e il burro freddo tagliato a pezzetti, aggiungere lo zucchero a velo e infine l'uovo. Lavorare fino ad ottenere un panetto di pasta frolla che farete riposare in frigo mezz'ora. Con la pasta rivestite il fondo e i bordi di uno stampo a cerniera.Lavate le fragole e frullatele con lo zucchero, il rum, le uova, la farina e la panna + i 2 cucchiaini di polvere d'arancia. Versare il composto alla frutta nella tortiera rivestita e cuocete a 180° per 45 minuti circa. Lasciate raffredare completamente (4 ore) prima di servire la torta."


Torta di fragole

domenica 18 maggio 2008

Mini crèpes con erbette e salsina al gorgonzola

mini crepes con erbette e salsa al gorgonzola



Interdetto tagliare le erbaccie dal mio giardino...da quando ho scoperto che le erbacce sono le ortiche .Qualche settimana fà ho tempestato di domande la cara Elisabetta che di erbe se ne intende e molto...volevo provare ad utilizzare quelle che spontaneamente nascono nel mio giardino, quelle che fino ad ieri venivano eliminate assieme all'erbetta del prato...il tarassaco e l'ortica, nemica dei giochi dei miei figli ma splendida erba in cucina...le ho raccolte, facendo attenzione a non toccare le foglie, le ho lavate bene e lasciate una mezzora a bagno con un cucchiaino di bicarbonato. Ho messo una pentola d'acqua con del sale a bollire e vi ho tuffato dentro solo le foglie..pochi minuti 5, le ho scolate dall'acqua. Le mie erbette erano pronte per fare la prima degustazione.

Quale metodo più semplice di provarne il sapore naturale se non farle in una padella con dell'olio evo ed uno spicchio d'aglio? Ecco cosa ho fatto.


mini crèpes alle erbette con salsa al gorgonzola

Per le crêpes: 3 uova * 125 g. di farina *2,5 dl. di latte * 20 g. di burro * un pizzico di sale

Per la crema : 100 dl.di panna* 50 grammi di gorgonzola

Per le erbette : un mazzetto di ortiche e qualche foglia di tarassaco. Lavate,bollite e passate in padella come spiegato sopra.

Preparo la pastella per le crêpes e lascio riposare per mezzora prima di procedere alla realizzazione di queste mini crêpes...ho imburratto per bene quattro formine tagliapasta a cerchio inox ,ho messo a scaldare sul fuoco la larga padella delle crêpes e raggiunto il calore giusto, senza aggiungere olio, ho posato i quattro cerchi versando un mestolo di pastella all'interno, quando la pastella incomincia a solidificarsi, con un cucchiaio di legno ho staccato leggermente sui lati,spingendo all'interno dei cerchi, in modo da far scendere la mini crêpe sulla padella e girarla senza rompersi, lasciandola dorare per un minuto. Ho preseguito cosi' fino alla fine della pastella.


Preparo la crema facendo scaldare la panna in un pentolino e aggiungo il gorgonzola fino a farlo sciogliere bene.

In ciascun piatto di portata verso un po' di crema al gorgonzola , una mini crêpe ,un cucchiaio di erbette ed ancora una mini crêpe ed infine verso ancora della crema caldissima...credo che questo accostamento sia veramente riuscito, perché erano buonissime

Mini crepe alle ortiche con salsa di gorgonzola

Premi....ancora due,tre,quattro....Dieci e lode e Excellent

Con vero piacere che ricevo per la prima volta questo premio dieci e lode, mai avuto a scuola questo voto... non é mai troppo tardi... Simo, del blog Pensieri e pasticci me lo attribuisce scrivendo: perchè mi fa sognare ogni volta che vado a trovarla...le sue magnifiche ricette sono corredate da foto splendide e mi sembra di pregustarne il sapore solo guardandole..............

Grazie Simo........per il valore che viene attribiuto a questo peremi e alla tua motivazione.

Regole di questo premio le troverete QUI

e come giusto che sia attribuisco questo premio a: Dolcipensieri....un blog scoperto da poco ,perché nato da poco, dove la padrona di casa...Thea, dolcissima ....ci permette di conosere le sue creazioni, squisiti dolci e pietanze profumate...appena entrata da lei ne sono stata subito conquistata.




Mi sento onorata di ri_dover pubblicare ancora l'attribuzione di questo premio, già, qualche post fà, ricevuto da carissime amiche...ormai é cosi' che vi considero tutte , non trovo parole per poter esprire i miei ringraziamenti alle vostre attenzioni e alle vostre motivazioni...solo qualche mese di nascita del mio blog, non immaginavo di trovare tanta simpatia, pensavo solo di annotare delle pagine di me e di ricette che faccio, copio e invento per ricordarmene...come un quaderno di appunti..invece siete in molte a leggermi e a colmarmi di parole affettuose e di molta generosità...il premio Exellent lo ricevo da


Camomilla del blog Fior di Frolla con la motivazione: perché di lei mi piace tutto: il modo che ha di raccontare le cose, la sua sensibilità e umanità… perché mi ha fatto piangere leggendo il suo post sulla festa della mamma… avrei altre mille motivi Mariluna da scrivere, spero ti basti sapere che per me il tuo è proprio un Excellent Blog;

Paola dal blog Zeppole e panzarotti con la seguente motivazione: perchè il suo blog e morbido ed accogliente come un abbraccio.


Fra del blog C'era una volta e adesso non cé più con la motivazione: perchè il suo blog è per me sinonimo di eleganza e calore; dalle sue parole traspare una grande passione, intensa ma mai eccessiva. Grazie per i consigli e i commenti

e per onorare qualcun'altra di voi contribiusco a consegnare questo premio al blog:

Qualcosa di rosso, dove Salsadisapa, con i suoi ultimi post...lo devo dire?? si lo devo proprio dire, mi ha coinvolta con le sue foto spettacolari, le sue trovate geniali, mi trascina a provare le sue ricette...e anche perché sono stata , come molte di voi conquistata nella lettura del suo ripassino


Qualche focata, dove tutte o quasi siamo state simpaticamente nominate....

venerdì 16 maggio 2008

Fresella Calabrese con aringa affumicata

Fresella Calabrese con aringa affumicata

Le giornate calde, troppo, per la stagione, mi allontano dai fornelli e si fà sempre più insistente la la voglia di mangiare fresco e veloce. Dalla Calabria, anzi esattamente dal mio paese , dal forno di mia cognata mi giugono, come é d'abitudine, anche dietro mia richiesta, le Freselle. Pane raffermo di farina di grano duro...un pane normale che dopo cotto viene diviso il due e rimesso in forno a bassa temperatura, lasciando evaparare cosi' l'umidita contenuta e quindi reso croccante e dorato e quando apro il pacchetto si conserva perfettamente il profumo del pane fresco.
E' un'abitudine da noi in Calabria, nelle sere d'estate , preparare queste freselle, Il modo migliore é di mangiarle bagnandole con dell'acqua e un po' di aceto, strofinare dell'aglio fresco e poi a piacere mettere tutto cio' che si preferisce croccare insieme.



Io in questo caso ho preparato una insaltina di pomodorini ciliegia multicolore conditi con olio evo,sale,origano e distribuiti sulla fetta di pane, poi ho aggiunto dei capperi all'aceto, olive nere al forno ed infine filetti di aringa affumicata, tutto condito con un magico filo di olio d'oliva extra vergine che ne mette in risalto il gusto e la bontà di un pasto naturale e povero.

Lascio un po' riposare in frigo e via al piacere del gusto e degli occhi...una cenetta leggera ma anche come antipasto, per figli e marito affamati in attesa di un piatto di spaghetti al pomodoro fresco.

Fresella Calabrese con aringa affumicata

mercoledì 14 maggio 2008

Tiramisu'

Tiramisu'


Il Tiramisu' non é il mio dolce preferito...Il tiramisu', a mio parere, é un dessert facile ma difficile da fare ...


Mi é capitato più volte di essere invitata da amici dove ,proprio per fare onore alla mia italianità, propongono come dessert il tiramisu'...qualche volta é buono, qualche altra volta lo é molto meno...troppo alcool, avvolte é cognac, rhum, le uova non montate bene, poco gusto di caffè, biscotti troppo inzuppati, troppo zuccheroso che in eccesso fà perdere il gusto dei singoli ingredienti e ancora troppo poco cremoso.


Il mio tiramisu', anche se ripeto non lo faccio spesso a casa e anche quando lo faccio secondo i giusti canoni non é detto che lo mangio, deve avere certe caratteristiche precise, caffé forte, ben miscelato con il marsala o crema di mandorle, compattezza della crema con le uova, poco zuccherato, sarà che io il caffè lo bevo amaro..e sopratutto freddissimo.


Esistono versioni diverse di questo dessert italianissimo, spesso sui blog ed anche su libri e riviste di cucina, qui in Francia per esempio esiste una raccolta di Tiramisu' alla frutta, con fragole, mele,con lamponi, al limoncello, al basilico e via dicendo, ormai vicini alla bella stagione e questo dessert si presta molto ad essere gustato alla fine di una cena estiva, sopratutto per la sua realizzazione a freddo... mi chiedevo, quele é la vostra versione preferita e come presentate voi questo dessert conosciuto in tutto il mondo?


Se la cosa vi fà piacere saro' curiosa di provare anche la vostra versione e tramite i vostri messaggi a questo post con il link del vostro Tiramisu' preferito cerchero' di raggruppare le vostre idee in un 'unico post...diciamo fino alla 10 giugno prossimo, chissa che magari trovero' quello che fà per me...Grazie

Tiramisu'

Ed eccovi ora la mia versione unicamente con il caffè espresso.

Per quattro bicchieri*2 uova, io utilizzo solo i tuorli*250 g. di mascarpone*100 g. panna fresca*1 tazzina di caffè ristretto*2 cucchiai di Marsala o crema di mandorle*2 cucchiai di zucchero*savoiardi*cacao amaro

per decorare:caramello al caffè e grani di caffè liofilizzato

Sbattere i rossi con 2 cucchiai di zucchero In un altra ciotola montare la panna con il mascarpone e unire le uova ben montate.
Peparate la tazzina di caffé espresso lasciandola raffreddare completamente e aggiungere il Marsala. In quattro bicchieri disporre sul fondo un cucchiaio di crema, bagnare i savoiardi uno per volta e posarli sulla crema in ogni bicchiere, aggiungere un'altro cucchiaio di crema e spolverizzare con il cacao amaro, continuare per altri due strati fino a terminare con la cema.
Io metto i bicchieri in frigo, coperti con film alimentare e al momento di servire aggiungo un cucchiaio di caramello al caffè e qualche granello di caffè solubile.

Per la ricetta del caramello al caffè:

In un pentolino a fondo spesso metto 150 g. di zucchero e a fuoco basso faccio sciogliere mescolando continuamente con un mestolo di legno, fino a che raggiunge un colorito ambrato. Tolgo il pentolino da fuoco e lo metto a bagnomaria in un altro pentolino piu' grande con dell'acqua fredda, per arrestare la cottura. Tolgo il pentolino dall'acqua fredda e verso 90 g. di caffè espresso, poi lo rimetto sul fuoco basso e il caramello comincia a sciogliersi lentamente fino ad ottenere un composto liscio e fluido, spengo il fuoco e lascio raffreddare mescolando di tanto in tanto.

Tiramisu'

lunedì 12 maggio 2008

Meme "CoSa Mi Piace e cOsA nOn mI PiaCe"

Mi hanno invitato al meme dei piaceri e siccome credo sia molto simpatico tirare fuori un po' più di noi per meglio conoscerci faro' volentieri questo gioco ringraziando Mella, Paola e Laura per avermelo proposto.

Regolamento del gioco:Indicare il blog che vi ha nominato con annesso linkDescrivere le regole di svolgimentoScrivere 6 cose che si preferisce fareNominare altri 6 blog tramite i quali proseguire il memeLasciare un commento sui blog coinvolti.

*1: mi piace molto passare delle ore da sola...in casa a rovistare nei cassetti per ritrovare vecchie cose e riordinare...ripulire..spazzare via le cose inutili...

*2: mi piace guardare negli occhi dei miei figli, osservarli da lontano, cercare delle somiglianze e sopratutto leggere la loro serenità...

*3: mi piace gironzolare nel web...sopratutto quelli di cucina...leggere, copiare e modificare le ricette...farle mie con il contributo degli altri...

*4: mi piace il mare, l'odore del mare, restare sdraiata sulla sabbia calda e leggere libri o anche solo ascoltare le onde

*5: mi piace andare a fare shooping...con qualche amica che non ho qui purtroppo...provare tutto cio' che mi piace...scarpe,vestiti,magliette,pantaloni,gonne, lasciare tutto e ripassare quando ho la possibilità di comprarne almeno la metà..

*6:mi piace andare in quei negozi dove trovi tutte le cose più strane, spezie,sale zucchero,essenze,farine tutto cio' che possa aiutarmi a preparare dolci e piatti con nuovi profumi e sapori....e riempirmi di ciotoline e piattini colorati per presentarli...ultimamente poi con il blog ancora di più.

Un'altro meme prevede di citare anche cio che invece non piace fare ed allora ecco di seguito cio' che invece non amo fare.

*1: non mi piace vedere piangere un bimbo, non sopporto leggere la sofferenza di qualsiasi tipo negli occhi dei bimbi

*2: non mi piace lo sfruttamento delle persone deboli in specialmodo delle razze più deboli, del loro bisogno e della loro ingeniutà.

*3: le guerre tutte, le guerre sono inutili.

*4: la gente che ha potere e che crede di averlo con l'arroganza e la disonestà

*5: le frasi fatte e i luoghi comuni


*6: Chi maltratta gli animali

.......e tante altre cose ancora che magari avro' opportunità di trasmettervi attraverso i miei post..

Ora tocca a me invitare altre sei amiche , ho fatto il giro dei blog e molte già avete fatto questo gioco ma visto che voglio rispettare le regole provero' a citarne solo quattro:
Fiordisale, Sheryl, Daniela Campo di fragole, Salsadisapa

domenica 11 maggio 2008

Auguri Mamma

mamma e me


Le mamme si alzano presto al mattino, molto presto, non fanno rumore, camminano piano piano al buio per non disturbare il sonno dei loro figli. Lentamente fanno le scale e si apprestano a preparare la colazione , mentre l'odore del caffè invade la casa. Il mio ricordo é proprio questo, il primo odore che avvertivo era il caffè...mentre iniziava per me un altra giornata rassicurata dalla silenziosa presenza di mia madre e dal quel profumo mentre beveva la sua tazzina di caffè.

So che le manco molto, so che vorrebbe continuare a prepararmi la colazione come quando andavo a scuola, so che ogni cosa lei fà il desiderio di farmene partecipe é molto forte e le manca il respiro pensandomi lontana...il primo pensiero delle mamme é per i propri figli, sempre e costantemente li accompagna durante tutta la giornata, ad immaginare i figli mentre proseguono il loro cammino da soli, nel mondo...la mamma ha sempre il suo cuore a fianco ad essi e non c'è momento che non ne percepisce la mancanza ed il desiderio di protezione, il desiderio di esserci in qualunque evento e dare il suo sostegno nelle difficoltà, dare un consiglio,dare un'abbraccio,dare una carezza perché tutto possa essere placato, rimosso.


Mia Mamma non mi racconta mai le sue ansie, mi nasconde i suoi malesseri, ma io lo sento anche dalla sua voce, mentre cerca di distogliermi con le sue domande del tempo che fà...

Ho sentito pronunciare una frase da un'amica che avendo perso la sua mamma da qualche mese avvertendo ogni giorno di più la mancanza, pur avendo accettato la perdita, mi confessa di sentirsi mancare l'equilibrio senza, il punto di riferimento fondamentale per la sua esistenza e mi dice : "tante cose sono peggio intorno a me ora che lei non cè più...ma la cosa che più mi fà male é sapere di non poter pronunciare più la parola "mamma"...


Ho ancora questa fortuna io e spero di poterla avere ancora per molto tempo...con questo mamma, ti ringrazio per avermi dato la vita e di essere nata donna per poter provare questa tua stessa gioia immensa che uguale non c'è ,di essere chiamata mamma...

tramezzini burro e marmellata

Il mio omaggio é per tutte le Mamme e anche per quelle che hanno il desiderio di esserlo e che non lo sono ancora...una merenda semplice come semplice era la nostra mamma a prepararcela tanti anni fà. AUGURI

tramezini burro e fragola


*2 fette di pan brioche *marmellata di fragole e ribes alla menta* burro * zucchero a velo


La ricetta della marmellata di fragole l'ho presa dal post di Lo, dove lei aggiunge i grani di pepe nero che ho preferito non mettere per far mangiare queste tartine ai miei figli..ma ho aggiunto i ribes che le ha dato un colore rosso brillante.

Per la marmellata:

300 g.di fragole tagliate a pezzettini, 100 g. di ribes, 200 g. di zucchero e 6 foglioline di menta frasca, mezzo cucchiaino di agar agar. Ho messo in un pentolino le fragole ben lavate, i ribes e lo zucchero ho lasciato sobbollire per 45 minuti circa ed ho aggiunto le sei foglie di menta tagliate a listarelle, ho aggiunto il mezzo cucchiaino di agar agar e lasciato cuocere ancora 5 minuti. Invasata subito in vasetti sterili, lasciati raffreddare capovolti e coperti in un panno pulito.

Per i tramezzini ho spalmato 4 fette di pan brioche di burro morbido e passati in forno caldissimo 5 minuti da una parte e 5 dall'altra fino a diventare dorati. Tagliati in due per formare dei triangoli ho spalmato su un lato la marmellata di fragole e ribes e sovrapposto l'altro triangolo di brioche ho formato il tramezzino.. servire con lo zucchero a velo.

tramezzini burro e fragole

Faccio in tempo per questa iniziativa di Pawèr e little Frog ?

sabato 10 maggio 2008

Crostata dolcemente....salata

Crostata dolcemente...salata



La frolla é dolce il ripieno é delicatamente salato...un esempio di accostamento dolce salato riuscito...ho sorpreso mio marito che pensava ad un dolce e sono stata felicemente sorpresa da mio figlio Alessandro di 12 anni che ha riconosciuto gli ingredienti con molta semplicità, spiegando al padre " no papà, questo non é un dolce, anzi, si lo é, un po' dolce ma anche un po salato, và bene come antipasto ed anche come dessert..."Bravo!!! Quando i figli ti danno soddisfazione!!! Intravedo un futuro buon gustaio


Crostata dolcemente....salata



Occore: *Pasta frolla, ho utilizzato quella per fare le margherite al mais * 100 g. di prosciutto crudo * 250 g. di formaggio cremoso Caprice des'Anges *50 g. di scamorza affumicata*3 uova *100 g. di latte di soia *pepe nero * fior di sale

al piment d'Espelette*


Stendete la pasta frolla, in uno spessore di 2 centimetri ,su un foglio di carta forno, in forma rettangolare e sistematela in una tortiera a margine abbastanza alto, per poter alzare la pasta sui lati almeno 3 cm. Io ho utilizzato la teglia per fare i cake. Punzecchiare la pasta con i rebbi di una forchetta. Preparare intanto la crema, mettendo in una ciotola, il formaggio cremoso, la scamorza tritata fina, le 3 uova sbattute, il latte di soia ed il pepe nero, mescolare bene gli ingredienti fino a rendere la crema spumosa. Tritare con il mixer il prosciutto crudo e spargerlo sulla pasta frolla, versare la crema ed infornare a 200° per 35 minuti. Lasciare riposare in forno per 5 minuti. Togliere dal forno e lasciare intiepidire. Cospargere prima di servire con il fior di sale.

Crostata dolcemente salata

giovedì 8 maggio 2008

Foire de Paris

La grande Foire de Paris ha aperto le sue porte il 30 aprile scorso e fino al 12 maggio milioni di parigini che l'aspettano con molto interesse e curiosità ed anche per fare affari, corrono a visitare i 2.700 esponenti su 220.000 m2 di spazio allestito per questo grande avvenimento tanto atteso.



Foire de paris Spettacolo



Siamo andati, tutta la famiglia e dalle 10 del mattino fino alle 6 del pomeriggio e non siamo riusciti a visitare tutto, talmente vasta e ogni cosa interessante e colorata che ci vogliono due giorni pieni per farla tutta...il mio interesse, evidentemente é stato verso gli stands agroalimentari dove esponenti venuti da tutto il mondo fanno degustare e vendono i loro prodotti d'origine, come il Marocco, colorato e profumato, la Cina sempre sorprendente con la frutta disidratata, l'italia con i salumi e formaggi e tutte le conserve, i gelati,gli amaretti, il brasile, la turchia, la spagna, una miriade di colori e mescolanze che era come fare quattro passi e trovarsi in un'istante immersi in tutto il mondo, anche con le loro musiche.



Il tema principale di questa edizione é la cura dell'ambiente naturale e lo sviluppo durabile nel tempo, esposizione di case eco responsabili, sui sistemi di riciclaggio e promozione dei prodotti ecologici. Altro avvenimento, é stato riservato alle passioni, un grande spazio dedicato all'asposizione di prodotti che hanno fatto la storia con il colore rosso , come la Ferrari, Il rossetto di Chanel e l'alta moda di Valentino (zona d'esposizione interdetta alle foto), una documentazione della passione con versi magnifici poesie e frasi d'amore sussurate all'orecchio, ascoltate tramite delle cuffie seduti comodamente su di una poltrona rossa, una mini sala cinematografica con immagini di baci e scene passionali prese da film più conosciuti, come la Vita é bella di Benigni. Un grande tendone con rappresentazioni teatrali e danze e canzoni d'amore e un'ora di tango, ballo passionale per eccellenza... Una fiera da visitare dove non manca nulla , lo spazio dedicato alle donne, a proposito potrete vedere questa video qui., spazio dedicato ai bambini, alle tecnologia, alla cura della persona e al benessere, alle decorazioni della casa , all'informatica, tutto quanto fà attualità e cultura é visitabile in questi giorni alla grande fiera di Parigi



Ho scattato una serie di foto ,tantissime,fino a rendere incapace la mia machinetta di proseguire per tutte le altre cose interessanti da vedere. Sul sito ufficiale della Fiera é tutto molto più dettagliato e c'é anche una visita guidata con foto e immagini dell'evento.


Profumi e colori del Marocco

spezie Marocco


Terracotte marocchine Zafferano

Fritti asiaticifritti asiatici


Delizie marocchine

Cranberry,disidratati negli stands della Cina


Cranberry disidratati


......e noccioline ai semi di sesamo e mandorle ai lamponi

Noccioline ai semi di sesamo e mandorle ai lamponi

.....frutta secca


Frutta secca Cina

.....entriamo in Italia con i gelati



Gelati



.......le conserve


P1020031



.......i salumi


P1020028


.......i formaggi



P1020032Formaggi Molise

Scamorza Molise


.....la porchetta



Porchetta


.....i dolcetti di mandorle della Sicilia e della Provenza


Dolcetti di marzapaneDolcetti di marzapane
Delizie all'olio evo MarsigliaDolcetti di marzapane



...le maschere Veneziane
......le porcellane inglesi



Foire de Paris Porcellane Inglesi


....lo spettacolo che mi ha intrattenuto per 2 ore

Foire de Paris Danza

....piscina piena di Cranberry i piccoli frutti Canadesi con qualità nutrizionali e alta concentrazione di vitamine


Foire de Paris cranberry

.....una bocca rossa morbidosa per il giusto riposo dopo tante ore di cammino


Foire de paris



Si è verificato un errore nel gadget