martedì 13 ottobre 2009

Tarte au citron

Version française de la recette en bas
Tarte au citron con meringa
Bhe lo confesso, ho una grande passione per la tarte au citron. Ho mangiato questo dolce , per la prima volta, alcuni anni fà, in un ristorante  a pochi chilometri del mio paese in Calabria  e già allora ne sono rimasta entusiasta ed immaginavo già la maniera di confezionarmela a casa. Poi ho ritrovato questo dolce  ancora più "sofisticato" con  una soffice meringa caramellata, qui in Francia. E' l'unico dolce  che riesco a mangiare  anche dopo un buon pranzo sostanzioso, per la sua leggerezza e sofficità , dolce ma  aspro  per la crema al limone. Dà l'idea, illusoria, che sia quello meno calorico...rispetto al Tiramisu' o al "Moelleux au chocolat oppure al cheese cake sempre persenti nei menu' di quasi tutti i ristoranti parigini. Senza dubbio...o forse no...appunto, no, niente calcolo di calorie, quando un dolce ti piace e ti entra nell'anima non si calcolano le calorie o lo mangi e te lo godi fino infondo oppure lo eviti...il che per quanto mi riguarda é davvero  molto difficile.
Questa é una versione diversa dalle solite, nella crema di limone che solitamente si fà con tanti limoni e la maizena, in questo caso c'é l'aggiunta della panna che gli conferisce una "texture" più aerea e soffice subito dopo la meringa già abbastanza morbida e gradevolissima al palato.

Tarte au citron
Ingredienti:
200 g di farina
5 uova intere + 3 albumi
340 di zucchero (80 g per la frolla - 200 g per la crema - 60 g per la meringa)
100 g di burro salato
25 cl di panna fresca
25 cl di succo di limone non trattati ( circa 5/6 limoni)
un cucchiaino di aceto di mele

Preparate la pasta frolla, mescolando la farina con 80 grammi di zucchero il burro a pezzetti e un uovo intero. Senza lavorare troppo la pasta, formare una palla compatta. Preparate una teglia rotonda ricoperta di carta forno e stendete la pasta aiutandovi con il matterello prima, ma meglio poi con le mani, si sbriciola facilmente.Sistematela bene nella tortiera e togliete la parte eccedente. Punzecchiate il fondo con una forchetta e mettetela in frigo per 30 minuti circa. Riscaldate il forno a 210°C. Fate cuocere la pasta frolla ricoperta di un foglio d'alluminio e dei pesi (ceci o perle di ceramica) per 10 minuti, poi togliete i ceci e il foglio e continuate la cottura per 5 minuti. Togliete la pasta dal forno e abbassate la temperatura a 130°C. Sbattete  4 uova intere con 200 g di zucchero fino a che siano raddoppiati di volume. Mescolate la panna ed il succo del limone. Lasciate riposare 5 minuti a t.a.
Versate la preparazione sul fondo della pasta frolla e fate cuocere per 30/40 minuti. Verificate la cottura con la lama di un coltello che deve uscire asciutto.Lasciate raffreddare e mettere in frigo per almeno un'ora. Preparte le meringa: montate gli albumi a neve, quando sono abbastanza fermi, aggiungete 60 grammi di zucchero ed il cucchiaino di aceto di mele,continuare a montare finché gli la meringa sia divenuta  lucidissima. Spalmatela sul dolce già freddo e  passatela in forno caldo a 180° per 10 minuti. Fate attenzione a non allontanavi dal forno controllate che la meringa non sia troppo scura o bruciata.
Lasciate raffreddare prima di servire.


Version française
Tarte au citron con meringa
Tarte au citron
(recette priise sur Saveurs fev/09)
Ingrédents:
200 g de farine
5 oeufs + 3 blancs
340 g de sucre (80 g pour la pâte - 200 g pour la crème - 60 g pour la meringue)
100 g de beurre salé mou
25 cl de crème fraîche
25 cl de jus de citron (5/6 pièces)
1 càc de vinaigre de pomme

Préparez la pâte en mélangeant la farine avec 80 g de sucre,le beurre en morceaux et 1 oeuf entier. Ne travaillez pas trop la pâte, formez la boule et  déposez-la dans le fond d'un plat à tarte sur du papier sulfurisé , étalez-la à la main. Coupez l'excédent sur le bords avec en petit couteau. Piquez la pâte avec une fourchette. Mettez au frais au minimum 30 min. Préchauffez le four à 210°C. Faites cuire le fond de tarte avec des poids de cuisson, pendant 10 min, puis sans le poids de cuisson, pendant 5 min.
Sortez la pâte et baissez la température du four à 130°C. Battez légèrement 4 oeufs entiers avec 200 g de sucre en poudre, le mélange doit blanchir et devenir mousseux. Incorporez la crème fraîche et ajoutez le jus de citron. Laissez reposer 5 min à T.a.
Versez la préparation dans le fond de tarte et mettez à cuire pendant 30/40 min. Verifiez la cuisson avec la lame d'un coteau qui doit ressotir quasiment propre. Laissez refoidir et metez au réfrigérateur au moin 1 h. Preparez la meringue : montez le 3 blancs en neige et dès qu'ils sont un peut fermes, ajoutez 60 g de sucre en poudre et le càc de vinaigre de pomme. La meringue doit former des pics. Chauffez le four à 180°C. Etalez la meringue sur la tarte et faites cuire10 min. Laissez refoidir avant de déguster.

23 commenti:

Wennycara ha detto...

Oh si cara Mariluna, hai detto bene: "quando un dolce ti entra nell'anima".
Centrato il punto.
Che bello scoprire che questo è quello che ha fatto breccia con te ;) grazie di averne condiviso la ricetta perchè ti confesso, non l'ho mai assaggiato nè tantomeno preparato, dunque non avevo neanche una ricetta "autorevole". Adesso mi hai risolto il problema!
Buona notte,

wenny

p.s.: ho trovato la tua ricetta del finocchietto sott'olio: sto invasando adesso ;)

Mariluna ha detto...

@Wenny....ed io la tua piperade...che coincidenza!

grazie mille e buona notte :)

Giò ha detto...

ma sai che pure io non l'ho mai assaggiata..mai trovata in giro x ristoranti..eppure è una vita che voglio provarla e colleziono ricette. della tua mi piace la crema senza amido!

Aiuolik ha detto...

Ho capito di cosa stiamo parlando dalla foto di sotto...senti in cambio di qualche muffin imbottito me ne prepari una anche piccola piccola? :-)

virgikelian ha detto...

Ciao Mariluna, questa è una torta che non ho mai fatto. Deve essere molto buona. Grazie della ricetta. Bonne nuit. Virginie

Luca and Sabrina ha detto...

Non abbiamo mai avuto la fortuna di assaggiarla, ma non abbiamo dubbi sulla sua squisitezza. Già le torte al limone le amiamo a prescindere, figurati cosa proviamo davanti al tuo capolavoro. La meringa è la ciliegina sulla torta!
Un abbraccio da sabrina&Luca

Mariluna ha detto...

@Virginie:
une bonne nuit à toi aussi...e grazie:)

@Aiuolik:
oddio quella di sopra cosa sembra?...certo volentieri vengo a prendermi un muffin di quelli salati vero? ;-)

@Gio:
ne ho fatte tantissime tutte buone ma questa devo dire che é fantastica per proprio per la crema morbida :-) grazie e felice notte***

Marti ha detto...

Magnifica!
Quella merigatina sopra, spumigliata, fa una gola...mhm!

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

Credo che la tarte au citron sia l'unico dolce con meringa che mi piace. Solitamente non ho un buon rapporto con le meringhe, ma con l'acidulo del limone si sposa benissimo. Non l'ho mai fatta in casa. Ora so a chi attingere per la ricetta :-)
Splendida
Alex

spighetta ha detto...

Bello il dolce e di grande effetto. Trovo solo che sia un pò fetente la parte con gli albumi perchè se non si è più che pratici si rischia di cuocerla fuori e dentro farla rimanere cruda...Ho avuto in passato un'esperienza simile :(

Ciboulette ha detto...

perfetta la meringa, PAt!!!!!!!!!!!! Bravissima!!!
Pensa che io riuscii a brucisre non la meringa, ma la crema, il colmo, ah ah!
Mi metti voglia di rifarla ora, ovviamente con la tua variante con la panna, sissi :)))
Un bacione, e buona giornata :*

Sara ha detto...

Io non l'ho mai assaggiato ma mi pare che sia davvero molto buono...

lise.charmel ha detto...

che spettacolo di torta, entrerebbe anche nel mio cuore se me ne trovassi un pezzetto qui adesso

Saretta ha detto...

Ci credi che è ua delle prime torte che preparai da bambina?Versione facilitata però, con i preparati della Cameo!Forse è venuta l'ora di provare questa, visto che sono grande!!!!

Eva ha detto...

Mon dessert préféré :)
Bisous

manu e silvia ha detto...

Come ti è risucita spelndidamente!! anche a noi piace molto questo dolce, per il suo retrogusto asprigno...ma della giusta sostanza!!

Benedetta ha detto...

che bella che è cara pat, mi piace proprio e fatta da te ha una classe tutta sua.. un abbraccio

dada ha detto...

Che bella definizione che hai dato, profondamente gustosa ;-) Buona la tua crostata che dà l'ilusione della leggerezza ma è questo il suo fascino no?
Buona serata cara!

Elga ha detto...

Questa io l ho sempre chiamata la torta di Nonna papera ma non chiedermi perchè..non lo so:)) E' bellissima e ci credo che non riesci mai a rinunciare nemmeno a un pezzetto! Ti abbraccio

soleluna ha detto...

Io non l'ho mai mangiato ma guardando le tue foto mi viene una oglia matta di assaggirala... ciao Luisa

dada ha detto...

Sempre io. Molto carino il nuovo vestitino ;-) Bacioni e buona giornata

Mariluna ha detto...

@Tutti
Vi ringrazio tutti per la vostra simpatia e affetto che mi dimostrate ogni mio post e vi chiedo scusa se sono poco presente nei vostri commenti...il lavoro occupa molto spazio e riesco appena a trovare un pizzico di tempo "la notte", ma poi la stanchezza prende il sopravvento. Grazie davvero di cuore!

miciapallina ha detto...

E' una delle torte che preferisco, in effetti!
E oggi la trovo addirittura in due post e... oisantamammadeifelini... in sei anni di convivneza non l'ho MAI proposta a GG!!!
DEVO rimediare!
Anzi.... mi piacerebbe fare la mia e la tua!
Mi sa mi sa.... mi stuzzica l'idea!

nasinasi (felici di essere di nuovo qui)

Si è verificato un errore nel gadget