giovedì 26 novembre 2009

Minestra di fagioli bianchi, funghi misti e bietolina

Minestra di fagioli,funghi misti e bietoline

Version française de la recette en bas
Perché quando ti senti stanca non solo per il lavoro, non solo per le troppe faccende di casa, non solo perché fuori fà grigio e ti manca il sole, non solo perché i bimbi ti chiamano sempre in soccorso anche per allacciarsi le scarpe o trovare quel quaderno chissà dov'é finito, non solo perché apri il frigo ed é vuoto e non sai cosa cucinare e neanche tanta voglia, non solo perché vorresti ritornare bambina, prendere uno sgabello, tenerti forte alla mensola e  cercare la cioccolata nella dispenza noscosta dalla mamma e metterti a piangere in un angolino perché sei caduta dallo sgabello e ti sei fratturato il piede ed hai vergogna a confessare che sei golosa?....perché?. Perché oggi, che posso mangiare tanta cioccolata, nascosta da me, per non abusarne, per consolarmi ho voglia di ritornare indietro e mangiare quanche cosa di caldo che quando ero piccola non magiavo neanche a legarmi alla sedia e torturarmi per ore con il solletico. Oggi che ho voglia di antico mi coccolo stranamente con una minestra che grazie alle ripetute insistenze di mia madre ,l'adoro.

Semplice, forse banale, ma ricca di bontà, senza aromi, per non alterare il gusto delicato dei fagioli freschi e della bietola tenera e dolce, mantenendo integro il profumo del bosco emanato dai funghi.

Minestra di fagioli bianchi, funghi misti e bietolina
Per 4 persone
300 g di fagioli bianchi freschi
una bietola piccola
200 g di funghi misti(porcini,finferli,chiodini o quant'altro)
olio evo
uno spicchio d'aglio
sale pepe

Mettere in una grande pentola i fagioli bianchi sgranati con dell'acqua fredda e farli cuocere a fuoco dolce e senza sale per 20/25 minuti.
Intanto pulire la bietolina, lavare bene le foglie e togliere parte delle coste ( utilizzarle per altra ricetta). Pulite i funghi raschiandoli con un coltellino per togliere eventuali residui di terra e poi puliteli strofinandoli con uno straccio umido.Tagliate a pezzetti quelli un po' più grossi.In una padella con l’olio fate soffriggere l’aglio tagliato a pezzetti.Aggiungete i funghi e lasciateli cuocere a fuoco medio e con coperchio per circa 10 minuti in modo che rilascino l’acqua. Tagliarle a pezzetti le foglie della bieta e  metterle insieme ai funghi, coprire e lasciare appassire per pochi minuti. Lasciar insaporire ancora per 5 minuti, aggiungere dell'acqua di cottura dei fagioli che nel frattempo cotti si versano direttamente nella padella con le bietole e i funghi. Dopo 10 minuti togliete il coperchio, alzate la fiamma e continuate la cottura mescolandoli in modo da far insaporire  il tutto uniformemente per circa 2 piccoli minuti.
Salateli e pepateli. Servire cospargendo di abbondante olio evo e se li preferite più sugosi aggiungere l'acqua dei fagioli. A questo punto mangiateli  caldissimi con del buon pane abbrustolito.





Version française
Minestra di fagioli,funghi misti e bietoline
Soupe de haricots blancs, champignons  et blette

Pour 4 personnes
300 g d'haricots blanc coco frais
un botte de blettes
300 g de champignons mélangés (petits cèpes, girolles,pieds-de-mouton,etc.)
Huile d'olive
une gousse d'ail
sel poivre
Ecossez les haricots coco et le Mettre dans une casserole avec de l'eau froide et laisser cuire à feu bas, sans sel pour 20/25 minutes.
Pendant ce temps, nettoyer les blettes, lavez les feuilles plus tendres et enlever une partie des côtes (utilisez-les pour une autre recette). Nettoyez les champignons en évitant de les laver. Couper le pied terreux. Retaillez les champignons s'ils sont volumineux. Mettez-les dans une sauteuse à revêtement anti-adhésif, avec l'ail ecrasé et l'huile d'olive.Faites-les chauffer à couvert pour qu'ils rendent leur eau de végétation, à feu moyen , pendant environ 10 minutes. Couper les feuilles de blettes en morceaux et mettez-les avec les champignons, couvrir et laisser mijoter pendant 5 minutes.Ajouter les haricots cuits, entre temps, avec une louche de leur eau de cuisson. Salez et poivrez. Après 10 minutes, retirez le couvercle, augmenter le feu et continuer la cuisson pendant 2 min, remuer afin d'améliorer sa saveur.
Servez chaude avec de l'huile d'olive et des tranches de pain de campagne grillé. Si vous  préférez plus de jus, ajouter l'eau de cuisson de les haricots.

19 commenti:

manu e silvia ha detto...

Noi invece non abbaimo mai avuto grandi problemi con le verdure!! ottima e gustosa quest aminestra! ricca e calda!!
baci baci

Mariluna ha detto...

@Gemelline: Grazie mille sempre carine e gentili..baci**

Milla ha detto...

Credo di non aver mai magiato fagioli e funghi, ma l'aspetto è veramente invitante, urge rimediare :-))

Gunther ha detto...

una gran bella minestra bello l'abbinamento funghi e fagioli

lenny ha detto...

Un ristoro di verdure e legumi è una bella coccola per pareggiare le piccole disavventure e stanchezze quotidiane: concordo con la scelta di non alterare questi sapori genuini!
Un fortissimo abbraccio mia cara :)

Elga ha detto...

Mai provate insieme bietola e fagioli! TI immagino legata a una sedia per farti mangiare:))))

Giò ha detto...

pensa che in casa mia da piccola non si facevano mai le zuppe e ora le adoro! ma come facevi a resistere a tanta bontà profumata di bosco?

Carolina ha detto...

Buonasera Mariluna!
Ti confesso che anch'io ho scoperto il piacere delle zuppe, creme e vellutate. Fino a poco tempo fa le mangiavo perché dovevo sapendo che facevano bene... Ma adesso è un'altra cosa le trovo così buone, così rassicuranti...
Mi segno questa tua versione fagioli/funghi/bietolina perché sembra davvero buona...
Buonanotte!

Aiuolik ha detto...

Anche io da piccola avevo uno strano rapporto con minestroni, zuppe e simili e in effetti facevo di tutto per non mangiarli. Ora ho cambiato abitudini (anche se i minestroni continuano a non farmi impazzire!).

fiOrdivanilla ha detto...

quante cose da piccoli si odiano/non si sopportano, a quante cose sigillavamo la bocca con denti stretti stretti pur di non fare entrare il cucchiaio o la forchetta, imboccati immancabilmente dalla mamma o dal papà. Ma quanti ricordi.. mi ha emozionato leggere di quel ricordo della cioccolata, di quanto si vorrebbe talvolta tornare bambini e potersi permettere di avvinghiarsi al pantalone della mamma, o ancor più teneramente al suo grembiule da cucina, con il fazzoletto che spunta fuori alla rinfusa dalla grossa tasca. La mamma, col suo cucchiaione di legno in mano, che ci ha torturato l'anima per cercare di farcene mangiare una mezza porzione, qualche cucchiaio... La mamma, insostituibile mamma.

Questa minestra è molto delicata, ma dai sapori molto decisi, non forti, ma decisi. La bietolina ha un suo marcato sapore, i fagioli creano la cremosità e la consistenza e l'ottimo sapore, per non parlare dei funghi.. che mi sembra di vedere siano morbidi e non ultra cotti, quindi immagino intatti di tutto il loro sapore... freschi, che evocano il profumo di bosco, come hai detto tu, quindi anche il ricordo dell'ultima passeggiata con la famiglia magari in cerca di castagne...
Una minestra dall'ottimo sapore ché più che ricetta di una minestra, la chiamerei ricetta evocativa dei ricordi più teneri e più belli.

ti auguro buongiorno e buona giornata cara

Onde99 ha detto...

Leggo un po' di malinconia.. e poi leggo da Elga la tua frase "appena mi sarò rimessa"... va tutto bene, tesoro? Posso fare qualcosa? Sai che anch'io da bambina snobbavo queste cose, in favore di cioccolato e affini, mentre ora i doci possono rimanere indisturbati in dispensa per mesi, mentre impazzisco per le verdure?

Wennycara ha detto...

Un'altra zuppetta, che bontà... Trovo che questo genere di preparazioni sia uno di cui fare incetta nel periodo autunnale e invernale :)
Bravissima!
Un caro abbraccio,

wenny

Eléonora ha detto...

Une belle recette, bien savoureuse…bon week-end !

dada ha detto...

Tutti sapori deliziosi, consolanti, genuini e raffinati allo stesso tempo. Grazie ne avevo bisogno :-)
Sempre belle le tue introduzioni
Un abbraccio e buon fine settimana cara!

Tina ha detto...

Adesso è proprio il periodo delle zuppe. Quelle che ci riscaldano lo stomaco ma anche il cuore. Con la tua introduzione non c'è nemmeno bisogno di mangiare la zuppa (anche se certamente buonissima) e già ci sembra di tornare bambini. Bravissima!

Rosa's Yummy Yums ha detto...

La tua Minestra è fantastica! Une recette magnifique! Ce plat réchauffe!

Bises et bon WE,

Rosa

Luca and Sabrina ha detto...

Noi che adoriamo le zuppe troviamo squisita la tua. Le zuppe sono il nostro confort-food, sarà come dici tu perchè profumano d'antico, sanno di caldo, di rassicurante. Abbiamo un quadernetto in cui appuntiamo sole ricette di zuppe, annoteremo anche la tua!
Un abbraccio da Sabrina&Luca

twostella il giardino dei ciliegi ha detto...

Anche io ho carenza di un po' di sole ...
Io in passato non amavo minestre e zuppe, invece oggi non riesco a farne a meno :-)
Che delizia morbidi fagiole e funghi fragranti!

lenny ha detto...

Sei finalista al contest di Genny: complimenti sinceri mia cara :))
Un abbraccio!!!

Si è verificato un errore nel gadget