martedì 29 dicembre 2009

Linguine con il baccalà e briciole di pane dorato

Linguine con il baccalà e briciole dorate

Version française de la recette en bas
Da una ricetta scic tipicamente francese " la Nage de moules" in questo post propongo una ricetta molto più rustica e tipicamente calabrese ma comunque di grande effetto, almeno per qui ama mangiare il baccalà. E' il piatto delle vigilie per eccellenza. Mentre una vigilia é già passata altre ne arrivano e come tradizione vuole, almeno dalle mie parti, il baccala fa da padrone sulla nostra tavola. La tradizione vuole che sia assolutamente fritto e poi accompagnato da verdure, come carote o delle rape, cicorie riservate in congelatore per l'occasione ma, sicuramente anche con la pasta , gli spagnetti o le linguine. In questo piatto al posto delle acciughe  ho utilizzato un goccio di Colatura di alici di Cetara.(Grazie Cibou...;D)

Linguine con il baccalà e briciole di pane
Ingredienti per 4 persone
Olio d'oliva,
1 spicchio d'aglio
100 g di mollica di pane
1 cucchiaio di *Colatura di alici di Cetara (oppure due aggiughe sotto sale)
1 cucchiaio di fiocchi di pepe rosso dolce o piccante
1 cipolla
750 g di salsa di pomodoro
400 g di baccalà già spugnato
2 cucchiai di farina

prezzemolo 
400 g di linguine o spaghetti

Preparazione: Asciugare il baccalà con della carta assorbente ed infarinarlo bene da ambo i lati. In una padella antiaderente, versare poco olio d'oliva e far dorare il baccalà 5 minuti da ogni lato a fuoco dolce. Metterlo in un piatto con della carta assorbente e lasciare da parte. In un'altra padella verdare 4 cucchiai d'olio d'oliva, lo spicchio d'aglio tritato, aggiungere la mollica di pane sbriciolata (pane casareccio) e un cucchiaio di colatura di alici ( o le acciughe dissalate e a pezzetti.) Mescolare ficnhé il pane é dorato, infine unire i fiocchi di peperoncino, insaporire 1 min e spegnere. A parte preparare la salsa, facendo dorare la cipolla tritata in poco olio d'oliva evo, aggiungere la salsa di pomodoro. Quando la salsa é quasi cotta, circa 10 minuti aggiungere i pezzetti di baccalà fritto in precedenza ed una grossa manciata di prezzemolo tritato. Insaporire 5 minuti a fuoco molto dolce e spegnere. Cuocere gli spaghetti in abbondante acqua salata, scolarli al dente e tuffarli nella salsa, dopo aver tolto i pezzi di baccalà lasciadoli al caldo. Mescolare nella padella gli spaghetti perché siano ben amalgamati nella salsa. Servirli nei piatti insieme al baccalà e cosparsi di mollica di pane tostato.






Version française
Cette recette fait partie de la tradition culinaire de la Calabre. A base de morue elle est préparée pendant les fêtes de Noel. Particulièrement apprécié la veille de Noel, mais aussi la veille du jour de l'an. Dans cette préparation  j'ai utilisé pour donner un goût spécial de la "Colatura d'anchois de Cetara"...une sorte de sauce filtré d'une couleur ambrée transparente et liquide qui est produite par un processus de maturation classique d'anchois dans une solution riche en sel et en eau. C'est pour cela que dans cette recette il n'y a pas de sel.


Linguine con il baccalà e briciole dorate
Pâtes "Linguine" avec la morue et pain grillé

Pour 4 personnes
Huile d'olive
1 gousse d'ail
100 g de mie de pain de campagne
1 cuillère à soupe de sauce d'anchois Cetara (ou deux anchois au sel)
1 cuillère à soupe de flacon de piment rouge doux ou piquant 
1 oignon
750 g de sauce tomate
400 grammes de morue  épongée
2 cuillères à soupe de farine
persil
400 g de  pâtes "linguines ou spaghettis"

Préparation: Essuyez les filets de morues dessalées avec des serviettes de papier  absorbant et  farinez-les  des deux côtés. Dans une poêle anti-adhésive, versez un peu d'huile et faire dorer 5 minutes les tranches de morues de chaque côté sur feu doux. Mettez-les sur du  papier absorbant et réservez. Dans une autre casserole versez 4 cuillères à soupe d'huile d'olive, la gousse d'ail hachée, ajouter la mie de pain et une cuillerée de sauce d'anchois (ou 2 filets d' anchois dessalés ) Mélanger
jusqu'à ce que le pain soit doré, puis ajoutez les flocons de piment rouge, mélangez  1 min et éteindre le feu..  
Préparez  la sauce tomate: faire revenir l'oignon haché dans un peu d'huile d'olive, ajoutez la sauce tomate. Lorsque la sauce est presque cuite, environ 10 minutes, ajouter les morceaux de morues et une grosse poignée de persil haché. Cuire 5 minutes sur feu très doux. Cuire les spaghettis dans l'eau bouillante salée, égouttez-les "al dente" et  verser-les dans la sauce tomate, après avoir retiré les morceaux de morues.Mélangez  les spaghettis dans la poêle et dans la sauce tomate. Servir dans des assiettes avec  les morceaux de morues, saupoudré de chapelure grillée.

19 commenti:

Mirtilla ha detto...

augurissimi di buon anno ;)

Genny G. ha detto...

vedi? ho in frigorifero da mesi la colatura e non l'ho mai usata.e non ho mai fatto il baccalà.vero che mi devo vergognare?:D

emilia ha detto...

Auguri per un 2010 sereno !!!

lenny ha detto...

Amo questo post e questo piatto e la tua capacità di destreggiarti tra due "culture" e "gastronomie" diverse eppure sorelle ....
Ci credi se ti dico che quest'anno non l'ho ancora gustato perché per la Vigilia ho voluto "innovare" ed ho preparato un sughetto con l'orata (da me sfilettata: è tutto dire!!!), ma per il Veglione non si scappa ....
Baci

Romy ha detto...

Ragazzi...non ci sono parole! Mariluna, il tuo Via delle Rose è davvero uno scrigno di delizie! Bravissima come sempre...e buon 2010! Bacioni :-)

dauly ha detto...

dalla calabria a parma c'è poca differenza!! anche qui per la vigilia si cucina il baccalà fritto, purtroppo è l'unico pesce che non mangio, ma mio marito ne va matto!!
tanti auguri di buon anno!!

Alex ha detto...

Ahhhh che voglia!!! stasera solo zuppa di legumi (buonina eh?)...ma questa preparazione me la segno...bravissima come sempre!! Auguri!!

Mariluna ha detto...

@Tutte: ragazze mie siete gentilissime grazie davvero, questo é un piatto che mi é particolarmente caro...e sono contenta di poterlo condividere con voi che sapete apprezzarne la bontà...grazie mille di cuore ^__^

Lo ha detto...

i primi piatti li apprezzo proprio quando sono rustici...ruvidi e saporiti per il palato...li trovo più appaganti carichi di gusto e di tradizione! un abbraccio

manuela e silvia ha detto...

Davvero originale questo modo di servire il baccalà! sicuramnte un piatto gustoso e raffinato!
un bacione

virgikelian ha detto...

Sei una fonte inesauribile di idee....!!!
Bellissimo piatto, bravissima!!!
Anticipo i miei più cari AUGURI di Felice Nuovo Anno.
Un abbraccio. Virginia

Rossa di Sera ha detto...

Bellissima versione, cara! Se non avessi i programmi "alimentari" già fatti per i prossimi giorni, preparerei sicuramente la tua pasta!
Buon Anno, cara Mariluna!
Un bacio

dada ha detto...

Vorrei poterlo assaggiare questo piatto ricco che sà di sud. Sei sempre brava e qui ci si sente subito a casa :-)
Bacioni!

dolci a ...gogo!!! ha detto...

questo piatto deve essere davvero un meraviglioso incontro di sapori!!!bacioni cara e buon anno nuovo che sia ricco d'amore e serenità, imma

salsadisapa ha detto...

dopo vado a vedermi il video sulla colatura di alici, ingrediente che amo moltissimo, ma intanto ti faccio i complimenti per avermi fatto venire fame a quest'ora :P e ti auguro un 2010 pieno di gioia!

Onde99 ha detto...

Sai che ho assaggiato il baccalà solo una volta, a casa di mia suocera, rigorosamente fritto (e freddo, come lei ama tanto servire la roba fritta)... non avrei mai pensato si potesse accompagnare con le linguine o con la pasta in generale. Mi piacciono un sacco le foto, sono avvolte in una luce dorata che fa molto festa. Buon anno mia cara!

miciapallina ha detto...

A quest'ora solo a vedere le foto mi si è aperto un cratere al posto del pancino... leggendo la ricetta ho cercato di morderte il monitor... adesso non mi resta che copiare la tua ricetta!
Che belle foto!
Con una sana invidia, una vagonata di Auguri a scelta fra i tuoi preferiti!

miciapallina for 2010

Anonimo ha detto...

salve guardando il sito sono curiosa di chiederle se conosce la ricetta riso pollo zucca lho mangiato a praga e mi e rimasto in mente.chissaà se lei mi da la ricetta?Rossella

Mariluna ha detto...

@Rossella....no, non la conosco ma credo si possa rimediare vedro' uno di questi giorni di riuscire a fare qualcosa...grazie della sua visita !

Si è verificato un errore nel gadget