domenica 27 dicembre 2009

Soul Ricetta n°4 - Prelibatezza d'agnellino da latte "meeeh" con ratatouille


Version française de la recette en bas
Quarto appuntamento al cinema con Soul Kitchen....film che presto uscirà nelle sale cinematografiche italiane(8 gennaio prossimo) e, che suscita sempre di più la mia curiosità e credo anche un po' la vostra. La ricetta di questa settimana, benché avrebbe potuto far parte di un menu' festivo, questa volta non mi é stato davvero possibile prepararla, sia per mancanza di tempo, sia perché di banchetti ne abbiamo fatti troppi ed un po' di riposo detox ci vuole inevitabilmente per riprendere presto nei prossimi giorni.  
Colgo l'occasione per ringraziavi delle vostre visite e dei vostri affettuosi auguri lasciatemi nel post precedente...mi sono "allontanata" per poter dedicare tutta la mia attenzione alla famiglia come é giusto in questo magico periodo.


Prelibatezza d'agnellino da latte "Meeeh" con ratatouille
Soul-ingredienti
12 costolette di agnellino
100 ml di aceto balsamico
5 cucchiai di minestra di olio d'oliva
1 limone
Rosmarino
Origano
Timo
1 spicchio d'aglio
1 piccolo peperoncino
Sale,pep
3 peperoni (rosso,verde,giallo)
1 zucchina
1/2 melanzana
2 scalogni
1 spicchio d'aglio
3 pomodori
sale,pepe
olio d'oliva
Timo
Origano
Lavate velocemente le costolette e tamponatele con della carta da cucina Incidete con il coltello in più punti il margine di grasso e raschiate via con cura le ossa della carne.
Per la marinata versate l'olio l'aceto balsamico ed il succo di limone in una scadolle. Aggiungetevi gli odori lavati e sfilacciati grossolanamente. Schiacciate poi uno spicchio d'aglio sbucciato. Dividete a metà il peperoncino, privatelo dei semi e tritatelo finemente. Mischiate bene aggiungendo sale e pepe. Mettete le costolette in una padella e ricopritele con la marinata. Lasciate riposare il tutto ricoperto per circa 3-4 ore in frigorifero, preoccupandovi di voltare più volte le costolette.
Scolate le costolette e rosolatele in una padella con dell'olio caldo oppure sulla griglia tenendole dai 3 ai 5 minuti per lato. Infine aggiustate di sale e pepe. Dopo averla cotta, lasciate riposare ancora un po la carne.
Per la ratatouille, mondate le verdure e tagliatele in pezzi d'uguale grandezza. Sbucciate le cipolle e l'aglio e tritate finemente. Pelate e private i pomodori dei semi per poi tagliarli al loro volta.
Fate appassire a fuoco dolce le cipolle e l'aglio e aggiungeteci a mano a mano i peperoni, le zucchine  e le melanzane. Insaporite con il timo, l'origano, il sale e il pepe lasciando cuocere e accertandovi che le verdure mantengano la cottura al dente. Infine aggiungete i pomodori e fate terminare brevemente la cottura girando bene.
Disponete sul fondo del piatto la ratatouille e adagiatevi sopra tre costolette per porzione. Decorate con del rismarino fresco.



Version frrançaise


Recette Soul kitchen n° 4 - le film qui serà bien tôt sur les scenes cinematographique  en France le mois de mars 2010


Délicatesse d'ageau de lait "Meeeh" à la ratatouille

Soul-ingrédients
12 côtelettes d'agneau
100 ml de vinaigre balsamique
5 cuillères à soupe d'huile d'olive
1 citron
Romarin
Origan
Thym
1 gousse d'ail
1 petit poivron rouge
Sel,  poivre
3 poivrons (rouge, vert, jaune)
1 courgette
1 / 2 aubergine
2 échalotes
1 gousse d'ail
3 tomates
sel poivre
Huile d'olive
Thym
Origan

Laver les côtelettes d'agneau et essuyez-les  avec du papier absorbant coupez-les avec un couteau en plusieurs endroits et  gratté l'os de la viande.
Pour la marinade, versez  le vinaigre balsamique et huile d'olive et le  jus de citron dans une jatte . Ajoutez les herbes aromatiques. Puis pressez la gousse d'ail pelée, la moitié du piment, après avoir enlevé les graines et hachez-le finement. Mélangez bien en ajoutant du sel et du poivre. Mettez les côtelettes dans une casserole et recouvrir avec la marinade. Laisser reposer et couvert dans le réfrigérateur pendant environ 3-4 heures, en prenant soin de tourner les côtes à plusieurs reprises.
Égoutter les côtelettes et  les faire revenir dans une poêle avec l'huile chaude ou de les cuires sur le grill 3 à 5 minutes de chaque côté. Finalement, ajoutez le sel et le poivre. Une fois qu'elles sont  cuit, laissez-les un peu reposer.
Pour la ratatouille, épluchés et coupés
les légumes en morceaux. Peler les oignons et l'ail et hachez-les finement. Peler les tomates et les privés des grains ensuite les couper en morceaux.
Laisser suer à feu doux les oignons et l'ail et ajouter  les poivrons, les courgettes et les aubergines. Assaisonner avec le thym, l'origan, le sel et le poivre et laisser cuire en veillant à ce que les légumes soient "al dente". Enfin, ajouter les tomates et ensuite terminer  la cuisson en mélangeant bien les legumes.

7 commenti:

dada ha detto...

Interessantissima questa ricetta, dà voglia di esplorare... Spero che hai trascorso delle belle feste e sono sicura che la tua famiglia è stata stracoccolata da te :-) Un abbraccione
P.S.: ti saluta l'Italia ;-)

Mariluna ha detto...

@Dada: Grazie e ben tornata!

Onde99 ha detto...

Se posso , mi astengo dal commentare una ricetta a base di agnellino (scusa, ma, come per il coniglietto e i cerbiattini non ce la faccio), ma passo al volo per darti un bacione!

Mariluna ha detto...

@Onde: mai mangiato un'agnellino da latte e mai lo faro', fare quasta ricetta sarebbe stato non utilizzando l'agnello ma bensi' il maiale oppure perché no' una bella fetta di tonno rosso!!!! Grazie ondina!

Ciboulette ha detto...

Buongiorno cara!
Io ho cucinato il capretto per Natale. e sono stata anche davanti al macellaio mentre preparava i pezzi: e' stata dura, ma non potevo fare ipocritamente finta di non volerlo mangiare, e' una tradizione che a casa mia si conserva sia per PAsqua che per Natale, per ora resta cosi'..e siccome ne ho un bel po' congelato, devo ricordarmi questa ricetta. Un bacio :))

fiordisale ha detto...

@Marilù quando ho letto la ricetta ho cominciato a sghignazzare e pensavo tra e me e me chissà Marilù che s'inventa per dribblare il problema agnellesco ed invece te la sei cavata alla stragrande! Dai coraggio da ora in poi non ci dovrebbero essere altre sorprese. Tra l'altro a me piace sia l'agnello che l'agnellino (e comunque non ho pregiudiziali forti contro nessun animale cucinesco) e sta ricetta me la sarei gustata per davvero con la carne giusta ma va a capì la congiunzione sfavorevole ha fatto si che non mi riuscisse. Ma ti prometto che ci riprovo e ti saprò dire. Ah tra l'altro se è l'odore ad infastidirti (a un amico succede) sappi che con il trucchetto del balsamico+limone risolveresti alla grande.
Baciobacio frettoloso ma affettuoso e auguroso. fa pure rima toh!

@Serena eddai mica possiamo essere tutti uguali fatti a stampino no? pensa che a me mi sono venuti i brividi vedendo quel topino da te! Eppure mica penso male anzi! (però i topi non me li mangio, giuro!) Dai auguri e non prendertela al mondo è bello che esistano i vegani, i vegetariani e pure gli onnivori, basta volersi bene no? Anzi meglio, così non ci freghiamo la roba dai piatti :-)))

@Ciboulette ma quant'è che non ti dico che ti adoro? eh dimmelo un po'! :-))))

Mariluna ha detto...

@Gi...carissima anche tu te la sei cavata benissimo....sai cara non é solo l'odore che mi disturba é il sapore che non riesco proprio a mandare giu...c'ho provato, mia mamma c'ha provato, mia suocera c'ha provato ma niente e nesunno é riuscito a farmi ingoiare un pezzetto minuscolo di agnello, coq questa ricetta la voglio fare davvero magari proprio quando sarannno di stagione le verdurine della ratatouille ;) ^^

Si è verificato un errore nel gadget