sabato 28 febbraio 2009

Gauffres de Liège

Gauffres di Liègi
Eccoli finalmente a casa i miei cuccioli, sono finite le vacanze invernali, cosi' si chiamano questi passati 15 giorni di ferie scolastiche,per permettere ai francesi di partire per lo sci...e molti sono partiti pur in periodo di crisi, i francesi non si lasciano certo perdere questa occasione. Quelli che sono rimasti hanno continuato a fare la solita vita di tutti i giorni con a carico anche i bimbi,riposati ma anche molto annoiati, qualche giorno con i nonni, altri nei centri (a pagamento).Qualche uscita al cinema o nei parchi anche se con il freddo dei giorni scorsi non é stato facile mettere piede fuori casa. I miei bimbi come molti immagino, non si sono fatti mancare parecchie ore di Psp e giochi vari...la baby sitter "indispensabile" purtroppo, in compenso tante ore di sonno in piu'per recuperare energia e vitalità.Lunedi' si riparte con la sveglia alle 7.
Per festeggiare la ripresa gli ho preparato le famose supercaloriche e craccanti "Gauffres liégeoise"

Vi ricordate quei famosi zuccherini "Grain perlé" qui ne ho già parlato,tanto granulosi quanto buoni perché restano croccanti nel preparazioni?, servono proprio per questa ricetta presa direttamente sul pacchettino dello zucchero. Si lo so' non é semplice reperire questo indispensabile ingrediente che rende quel piacevole croccante nel mordere questi dolci. Se volete provarci fatelo con lo zucchero a granella anche se poi all'interno della gauffre non avrete quelo stesso effetto. I bimbi é proprio quello che amano...non soltanto loro ;D!!!

N.B non spaventatevi leggendo la quantità degli ingredienti, tenete conto che con queste dosi riuscirete a fare circa 16 gauffres, proprio utilizzando la speciale gauffriera!-

Gauffres di Liègi


Ingredienti: 750 g di farina per dolci - 270 g di latte tiepido - 70 g. di lievito fresco - 3 uova intere e due tuorli - un pizzico di sale - 1/2 bustina di zucchero vanigliato - 400 g di burro o margarina- 500 g di zucchero perlato


Preparare la pasta con tutti gli ingredienti ad eccezione del burro et dello zucchero. Lasciare riposare per 30 minuti. Incorporare il burro morbido alla pasta e lavorare bene, meglio con il robot elettrico. Aggiungere alla fine lo zucchero lavorando con le mani facendolo penetrare dentro l'impasto.

Dividere la pasta in piccole palle da 100 g.Lasciare riposare per 15 min. Riscaldare l'apparecchio per fare le gauffre. Cuocere le gauffre per circa 3 minuti. Non é necessario imburrare il ferro.



En français s'il vous plait

Gauffres di Liègi

Les Gauffres de Liège

Ingredients: 750 g de farine pour pâtisserie - 270 g de lait tiède - 70 g de levure fraiche - 3 oeufs et 2 jaunes d'oeufs - une pincée de sel - 1/2 sachet de sucre vanillé - 400 g de beurre ou margarine ramolli - 500 g de sucre perlé
(recettes prise sur le paquet de sucre perlé)

Faire la pâte avec tous les ingrédients à l'exception du beurre et du sucre perlé. Laissez reposer 30 min. Incorporez le beurre ramolli à la pâte en pétrissant et terminer par le perlé. Divisez la pâte en pâtons de 100 g. Laissez reposer pndant 15 min. Péchauffer le fer de le gauffrier et commancer à cuire les gauffres pendant 3 min. environ. Il n'est pas nécessaire de graisser le fer!
Gauffres di Liègi

giovedì 26 febbraio 2009

Insalata di pollo sapore d'Asia

Insalata di pollo al sapore d'Asia
Mi piace particolarmente la cucina asiatica, indovinate perche??? ma amo le spezie, non quelle che coprono i sapori ma quelle che ne esaltano il gusto e danno forma a dei piatti ricchi di storia di colori armoniosi...quasi musicali. Quando l'ho chiesto a mio marito di andare a mangiare in un ristorante asiatico é sempre stato abbastanza riluttante, il motivo come posso ben comprendere ,é che lui ama molto, troppo, quasi esclusivamente direi, la nostra cucina, quella mediterranea, quella basata su aromi esenziali unici come la salvia, il basilico, il rosmarino, l'origano ecc. Certo anch'io, ma sono molto curiosa e amo spaziare con il gusto , scoprire altre pietanze, insolite per noi. Capitano, giusto appunto, a soddisfare il mio desiderio, due amici, una coppia che frequentiamo, io e mio marito, dal nostro primo incontro di 15 anni fà. Abitono in Belgio ma spesso per lavoro sono su Parigi e per l'occasione del San Val...ci hanno invitati, guarda caso al Buddha Bar, un magnifico ristorante nel centro di Parigi, situato all'angolo del famoso Hotel Crillon in rue Boissy d’Anglas 8° A.La cucina é costituita in prevalenza di sapori indiani, asiatici, profumi di spezie nell'aria, direi anche afrodisiaci, ed un'ambiente soft, musica soffusa orientaleggiante, pochissima luce , solo da una candela sul tavolo si poteva intravedere il piatto e poco cosa c'era dentro, solo il gusto e l'olfatto ne captavano il piacere. La prima portata é stata un'insalata di pollo che ci ha conquistati immediatamente, dalla poca luce diffusa io e Isabelle, abbiamo tentato di individuarne gli ingredienti, oltre al pollo, chiedendo anche alla ragazza che ci serviva. Chiaramente l'intenzione é di rifarla a casa. Il resto tutto molto profumato buonissimo. Scelte tra pesce e carni laccati al miele,spezie piccanti e contorni di legumi croccanti con salse al cocco, wasabi,zenzero e pepe di sechuan. Molto buoni anche il dessert che per rimanere leggeri ne abbiamo scelto uno a base di frutta esotica...ma non vi svelo altro perché la prossime ricette che postero' saranno particolarmente confezionate con questi profumi, per cui vi lascio un po' di curiosita.

Insalata di pollo al sapore d'Asia

Ingredienti per 4 persone
200 g di filetto di pollo
100 g di funghi Shiitake (io non sono riuscita a trovarli ho usato i finferli surgelati)
4 cucchiai d'olio d'oliva
un cespo di indivia belga
4/5 foglie di verza rossa
50 g. di noci
olio di sesamo o di noci
aceto di mele
2 cucchiai da tè di spezie indiane (cannella, chiodi di garofano, pepe nero, curcuma, curry, peperoncino e noce moscata)
salsa di soya
10 g. di chips di patatine (nell'originale erano chips di radicchio rosso difficili da trovare e anche da fare)

Tagliare i filetti di pollo a piccoli dadini, salarli. Mettere la padella wok sul fuoco e versare i funghi ancora surgelati e lasciare evaporare lentamente parte della loro acqua, aggiungere i cubetti di pollo e far rosolare due minuti, aggiungere l'olio d'oliva e un cucchiai di miscela indiana. Lasciare cuocere ancora qualche minuto, aggiungere un cuchiaio di salsa di soya ed un cucchiaio di olio di sesamo, mescolare bene e spegnere. Lasciare raffreddare.

Preparare in una ciotola la vinaigrette, con 4 cucchiai di olio di semi, due cuchiai di aceto di mele, un cucchiaino di sale, il cucchiaio di miscela di spezie indiane. Emulsionare energicamente con una forchetta.
Preparare l'insalata:
Lavare bene l'indivia belga e la verza rossa, tagliarle a listarelle, meterle in una larga ciotola e aggiungere il pollo con i funghi e le noci sminuzate, finire con la vinaigrette e mescolare bene e servite subito.
Questa ricetta fa parte della raccolta di Susina Straga del Tè...Salad

En français, s'il vous plait
Insalata di pollo al sapore d'Asia
Salade de poulet aux saveurs d'Asie

Ingredients pour 4 personnes

200 g de filets de poulet
100 g de champignons SHIITAKE (je n'ai pas trouvé des shiitake, j'ai utilisé des chanterelles surgélées)
4 cuillères à soupe d'huile d'olive
une salade d'endive
4/5 feuilles de chou rouge
50 g de noix
l'huile de sésame ou de noix

vinaigre de pomme
2 cuillères à thè des épices (cannelle, clous de girofle, du poivre noir, curcuma, curry, piment, muscade)
sauce de soja
10 g. de chips de pomme de terre (dans la recette original c'etait des chips de radis rose difficile à trouver et à faire)

Coupez les filets de poulet en petits cubes, salez. Placez le wok sur le feu et versez les champignons encore surgelés et laissez évaporer lentement une partie de leur jus, ajouter les dés de poulet et laissez cuire deux minutes, ajouter l'huile d'olive et une cuillère à thè de mélange des épices. Cuire quelques minutes, ajouter une cuillere à s. de sauce soja et une cuillère à soupe d'huile de sésame, bien mélanger et éteindre le feu. Laisser refroidir.
Préparer une vinaigrette dans un petit bol avec 4 cuillères à soupe d'huile, deux cuillères à s. de vinaigre de cidre, une cuillère à café de sel, une cuillerée à thè de mélange d'épices indiennes. Emulsionner vigoureusement avec une fourchette. Préparer la salade: Lavez bien les feuilles d'endive et du chou rouge, coupez-les en lamelles, mettez-les dans un grand bol et ajouter les morceaux de poulet avec les champignons et les noix , terminez avec la vinaigrette et bien mélanger. Servir immédiatement.

Insalata di pollo al sapore d'Asia

mercoledì 25 febbraio 2009

Torta alla vaniglia ripiena di mele

Torta alla vaniglia ripiena di mele
Tratta da " Il quaderno dei dolci di Mele "di Elisabetta Tiveron

Ce l'ho con me da un po' di tempo. Tante ricette deliziose sono contenute in questo libro talmente pulito, ben scritto, in bella calligrafia, come se fosse scritto dalla nostra mamma. Ricette "rubate" alle nonne, ricette che non passano mai nel tempo, ricette di sole mele che " é un frutto eccezionalmente versatile, da tutto pasto.....Cio' nonostante....se si parla di mele in cucina il nostro pensiero va ad una bella fetta di torta!" ( tratto dal quaderno )

Eccone una tra quelle che mi ha colpito particolarmente.E' dolce, soffice,profumata delicatamente alla vaniglia ,proprio una tortina degna di una sana prima colazione...i miei bimbi l'hanno adorata! ed io che adoro nutrirli sanamente ne sono completamente soddisfatta. Grazie Elesibetta.

Se vi interessa avere a casa vostra questo "indispensabile" quaderno basta andare sul blog di Elisabetta "pane e miele " e troverete il link per l'acquisto online


Torta alla vaniglia ripiena di mele

Ingredienti: 300 g di farina, 150 g di burro, 150 g di zucchero, 3 uova, 3 mele, latte qb (circa 5 cl), 1 bustina di lievito per dolci, vaniglia (il contenuto di 1/2 stecca), un pizzico di sale.

Preparazione: lavorare le uova con lo zucchero finché saranno spumose. ( circa 5 buoni minuti). Unire, sempre lavorando con la frusta ( a mano o elettrica) il burro ammorbidito, la farina,il lieito, la vaniglia e il sale, diluendo il composto con il latte. Sbucciare,togliere i torsoli ed affettare le mele. Versare metà del composto nella tortiera (imburrata o rivestita di carta forno), distribuire le mele lasciando tutto intorno 3/4 cm liberi, quindi coprire con il rimanente impasto, partendo proprio dal bordo libero dalle mele e procedendo verso il centro. Infornare nel forno preriscaldato a 180°C. e cuocere per circa un'ora.




En français, s'il vous plait

Torta alla vaniglia ripiena di mele
Gateau à la vanille farcie au pommes
(recette prise sur le livre "Il quaderno dei dolci di mele" par Elisabetta Tiveron del blog Pane e miele

Ingredient: 300 g de farine, 150 g de beurre, 150g de sucre, 3 oeufs, 3 pommes, 5 cl environ de lait , 1 sachet de levure chimique, les graines d'une demi gousse de vanille , un pincée de sel.

Dans une jatte mélangez avec le fouet (à la main ou électrique) les oeufs avec le sucre jusqu'à ce qu'ils soient mousseux. ( 5 min). Ajoutez le beurre ramolli, la farine, le levure ,les graines de vanille et le sel, ajoutez le lait. Pelez et épluchez les pommes, coupez-les en tranches fines. Versez la moitié du mélange dans un moule à gâteau beurré ou recouvert de papier sulfurisé, distribuez les pommes au milieu, puis recouvrir avec le reste de la pâte. Cuire au four préchauffé à 180 ° C. pendant une heure.

martedì 24 febbraio 2009

Il pane alla cannella...Tartina di caprino e chips di scorzanera

Pane alla cannella - Tartina con caprino e chips di scorzanera

Un pane profumatissimo che ho trovato sul ricettario "PAINS Ed. Hachette" Ho colto l'occasione d'un giorno di semi libertà dal lavoro e dalla compagnia dei bimbi, in vacanza per una settimana dalla nonna e mi sono premunita di tutto per lievitare. La mia passione per mettere le mani nella farina e prendermi tutto il piacere di vedere la pasta dolcemente gonfiarsi e creare un pane, questa volta, davvero profumato con una delle mie spezie preferite. Caldo, subito dopo averlo tolto dal forno, un filo di miele d'acacia che cola sulla fetta é una deliziosa ricompensa, mentre aspetto "impaziente" il rientro dei bimbi per il fine settimana. La casa vuota ed un gran silenzio intorno, solo io ad assaporarne la bontà. Ma si insidia nella mente un'idea intrigante e parto in picchiata ad annotarmi gli ingredienti. Sarà una tartina speciale per una merenda coccolosa....no...diciamo meglio uno sfiozioso antipastino....prima del pranzo coccoloso della domenica.

Pane alla cannella con caprino e chips di scorzanera (viste da Alex)Ingredienti per il Pane alla Cannella

  • 300 g di farina bianca
    250 g di farina integrale ( la ricetta prevedeva solo farina doppio zero)
  • 2 bustina di lievito liofilizzato ( o un panetto da 25 g.)
  • 2 uova
  • 15 cl di latte
  • 20 cl d'acqua tiepida
  • 50 g di burro
  • 1 cucchiaio di cannella
  • 1 cucchiaio di miele ( la ricetta prevedeva un cucchiaino di zucchero)
  • 1 cucchiaino di sale

Sciogliere il lievito nell'acqua tiepida, lasciate riposare 15 mn. Mescolate le due farine.

Fate sciogliere il burro e il sale nel latte tiepido, aggiungete i composto acqua-lievito già ben sciolto. Mettete il tutto nel robot e fate partire le fruste aggiungendo 150 g delle due farine , il cucchiaio di miele e la cannella. Sbattete il composto per dieci minuti, avrete un'impasto omogeneo e soffice. Continuando a sbattere, aggiungere le uova uno dopo l'altro. Lasciate l'impasto nel recipente e coprite con un tovagliolo umido e ben riposto al caldo. Lasciate lievitare fino a raddoppiare di volume, circa un'ora. Mettete il resto della farina sul piano di lavoro e aggiungete la pâsta lievitata, lavorate l'impasto facendo assorbire tutta la farina. Impastate per 10 minuti. Formate un salsicciotto e mettetelo in uno stampo da plumcake ( circa 30 cm di lunghezza) ben imburrato e lasciate lievitare per 2 ore, coprendo bene e al caldo. Riscaldate il forno à 240°C. infornate il pane e lasciate cuocere per 10 mn. Bassate il termostato a 180°C. e continuate la cottura per 30 mn ancora. La parte superiore dev'essere ben dorata. Lasciate raffreddare su una griglia.
Pane alla cannella - Tartina con caprino e chips di scorzanera


Per le chips di scorzanera al caprino

  • Una scorzanera
  • un limone
  • Fior di sale al peperoncino (d'Espelette)
  • olio d'arachide
  • un caprino

Lavate e sbucciate la scorzanera. Tagliatela a fettine sottili, possibilmente con la mandolina e mettetele in una ciotola con acqua e succo di limone. Mettete a scaldare l'olio in una larga padella e friggete le fettine della radice dopo averle sciugate con un tovagliolo , poco per volta. Fatele friggere fino a che le vedrete dorare. Scolatele su carta assorbente.

Preparate la tartina:

Schiacciate con la forchetta il caprino e spalmatene un cucchiaio sulla fetta di pane alla cannella, aggiungete delle chips di radice e passate sotto il grill del forno caldo a 200°C. per 5 mn. Spolvrate di sale al pepeoncino. Gustate e meditate!!!!



En français, s'il vous plait

Pane alla cannella - Tartina con caprino e chips di scorzanera


Pain à la cannelle - Tartine au chevre et chips de radis noire

Pain à la cannelle pour 8 personnes
(recette prise sur "Pains" Ed. Hachette adapté pour moi même)


  • 300 g de farine type 55
  • 200 g de farine bise T80
  • 2 sachets de levure séche
  • 2 oeufs
  • 15 cl de lait
  • 50 g de beurre
  • 1 càs de cannelle en poudre
  • 1 c à s de miel (acacia)
  • 1 c à c de sel

Délayez la levure dans 20 cl d'eau tiède. Laissez reporez 15 mn. Mélange les deux farines dans une jatte.Faites fondre le beurre et le sel dans le lait tiède. Mélangez-y la levure gonflé dans l'eau.Pétrissez au batteur muni des fouets à pâte en ajoutant 150 g de farine en plusieurs fois, le miele et la cannelle. Pétrissez 10 min. jusqu'à ce que la p^te soit homogène et souple. Incorporez à la pâte les oeufs l'un après l'autre. Couvrez la jatte d'un torchon humide t laissez lever pendant 1 h au chaud (25°C.) La pâte doit doubler de volume. Mettez le reste de farine sur le plan de travail et ajoutez-y la pâte levée. Pétrissez 10 mn Mettez la pâte dans un moule à cahe beurré et laissez lever de nouveau pendant 2 h. Elle doit doubler de volume. Préchauffez le four à 240°C et fates cuire 10 min. Baissez le thermostat à 180°C. et poursuivez la cuisson pendant 30 min. Le dessus du pain doit être doré. Démoulez sur une grille.

Pour la préparation des chips:


  • un radis noir
  • un citron
  • huile d'arachide
  • fleur de sel au piment d'Espelette
  • 1 bûchette de chèvre type Sainte Maure

Lavez et pelez le radis. Coupez-le en tranches trés fines, mettez-les dans un bol avec de l'eau et le jus de citron. Faites chauffer l'huile dans une grande poêle et faire frire les tranches de la racine après les avoir bien égouttes et seches avec une serviette, un plusieurs fois. Égoutter sur un papier absorbant. Préparer les canapés: Ecrasez avec une fourchette le chèvre, avec une cuillère étalez-le sur la tranche de pain à la cannelle, ajouter des copeaux de chips de radis et passer sous le gril du four à 200 ° C. pendant 5 min. Salez avec la fleur de sel au piment d'Espelette .

Pane alla cannella - Tartina con caprino e chips di scorzanera

sabato 21 febbraio 2009

Gnocchi profumati all'arancia in salsa di latte allo zafferano d'Aquila

Gnocchi profumati all'arancia con crema di latte allo zafferano

Dopo l'infusione allo zafferano d'Aquila, ecco pronto un piatto consistente e delicato allo stesso tempo per sapore e profumi ed anche colore. Predomina questo colore nei miei piatti... é voglia di sole???? ebbene si, tantissimo e non si sà quando possa venire a farci visita un raggio di sole caldo. Temperature sempre umide e grigio il cielo e la primavera che non dovrebbe tardare...tarda invece a farsi sentire...forse é un po' presto!!! ma quest'inverno mi sembra non finire mai.

Gnocchi di patate all'arancia.
500 g. di patate bollite (al vapore)
150 a 200 circa di farina doppio zero (la q.tà dipende dalle patate)
un cucchiaino di sale
un cucchiaino (pieno) di buccia d'arancia gratuggiata, non trattata, o anche polvere d'arancia

Per la salsa
200 cl di latte
4 cucchiai di panna liquida fresca
4 pistilli di zafferano
sale - pepe qb
scaglie di parmigiano

Preparare gli gnocchi impastando le patate passate allo schiaccino con la farina, il sale e l'arancia grattuggiarta. Formare un panetto morbido che non attachi al piano di lavoro.
Prendere un pezzetto per volta di pasta e formare dei cilindretti piccoli, tagliando poi un piccoli tocchetti che andrete ad infarinare. Io non do agli gnocchi quella forma incavata particolare con l'attrezzino, li lascio semplici, non inserendo l'uovo nell'impasto sono abbastanza morbidi per cui si cuocciono bene anche all'interno.
Preparate la salsa: facendo bollire il latte con i pistilli di zafferano ,solo qualche minuto e aggiungere sale e pepe. Lasciare al caldo. Cuocere gli gnocchi in una grande pentola d'acqua bollente e salata. Giusto il tempo che risalgono a galla, prelevateli con il mestolo forato e metteteli in una larga padella antiaderente, dove andrete a versare il latte caldo e far mantecare gli gnocchi con i quattro cucchiai di panna. Non ho aggiunto ne olio né burro per la presenza già della panna. Servite immediatamente con scaglie di parmigiano.




En français, s'il vous plait
Gnocchi profumati all'arancia con crema di latte allo zafferano

Gnocchis à l'orange et créme de lait au safran.
Ingrédients :
500 g pommes de terre sorte farineuse
180 à 200 g environ farine fleur tres fine
1 càc de poudre d'orange ( zestes rapé)
sel

Pour la sauce:

200 g de lait

4 pistils de safran

4 càs de créme fraiche épaisse
sel et poivre
copeaux de permesan
Préparation de gnocchis
Faites cuire les pommes à la vapeur, pelez-les et passez-les à la presse-purée pendant qu'elles sont encore chaudes.
Travaillez cette masse avec la farine et le sel, de manière à obtenir une pâte homogène.
Prélevez des petites portions de cette pâte et formez-les en rouleaux de l'épaisseur d'un doigt. Coupez-les en morceaux de 2 cm. Pour que les gnocchis obtiennent leur forme rainurée typique, pressez-les légèrement sur les dents d'une fourchette, géneralement moi je le laisse lisse.

Préparez la sauce: Faire bouillir le lait quelque mn avec les pistils de safran, ajoutez sel et poivre et réverver au chaud.
Pochez les gnocchis dans l'eau bouillante salée pendant 2 à 3 minutes, les gnocchis sont cuits lorsqu'ils remontent à la surface. Egouttez-les avec un écumoire et versez-les directament dans une large poêle avec le lait chaud et les fare revenir sur feu doux avec la créme et des copeaux de parmesan.
Servez le plat immediatement
.
Gnocchi profumati all'arancia con crema di latte allo zafferano

giovedì 19 febbraio 2009

Cake al thè matcha e olive verdi

Cake al tè matcha e olive verdi

Quando ho comprato il thè verde matcha, circa un'anno fà, ero talmente entusiasta che volevo farci mille ricette.Era il periodo della follia nei blog di ricette al tè. Tutti alla ricerca di questa polverina verde brillante!!!


Ho provato a fare i biscotti , anche la confettura ed anche un dolce cake , abbastanza apprezzato, ma alla fine ho smesso per via di quel gusto particolare d'erba appena tagliata che a me piace ma in famiglia non ha trovato molti consensi. Sono rimasta con mezzo pacchetto ancora inutilizzato e per quel che costa, sinceramente ,mi dispiace molto finirlo in pattumiera, la data di scadenza é prossima. Per caso, non proprio per caso, ineffetti la ricetta é sulla rivista di cucina " Saveurs" Feb-Mar 2009, vengo attratta da questo cake alle olive verdi e non solo mi attira per il bel colore verde ma il mio intuito mi fà sperare che possa essere anche accettato sulla mia tavola e mi precipito a farlo...il risultato?. Il gusto particolare del thè viene a legarsi perfettamente con le olive verdi che insieme ai pinoli, ingrediente aggiunto da me,(ne ho comprati troppi ultimamente e li metto dappertutto), danno al cake un tocco croccantino e un sapore molto mediterraneo vicino ai gusti di cui, noi, gente del sud, siamo abituati ad assaporare.

Ideale per un pic-nic, ancora troppo lontano da organizzare, ma che incomincio a sognare...ho tanta voglia di sole e di prato verde e di primavera!!!! Buono anche in sostituzione del pane. Noi l'abbiamo gradito tiepido con un insalata verde all'aceto balsamico.



Ingredienti per 6 persone

-3 uova - 150 g di farina - una bustina di lievito per torte salate - 4 cucchiaini di tè in polvere Matcha - 1 dl di olio d'oliva - 1 dl di latte - 1 cucchiaino di erbe di Provenza - 70 g di olive verdi snocciolate - 50 g. di pinoli tostati -sale e pepe

Riscaldate il forno a 160°C. In una ciotola mescolate la farina con il tè verde matcha e il lievito. A parte sbattete le uova con le fruste (a mano o elettriche), aggiungete poco per volta la farina, l'olio e il latte, ottenendo cosi' un'impasto fluido. Aggiungete le erbe aromatiche le olive tagliate a pezzetti grossolanamente, del sale, del pepe generosamente ed i pinoli. Mescolate bene gli ingredienti e versate il tutto in uno stampo da plumcake ben imburrato ed infarinato. Mettete in forno a 160°C. e lasciatelo cuocere per circa 45 mn. Accompagnate questo cake con un buon vino bianco fresco ed un'insalatina di valeriana!!!!

Scusate il ritardo :P, Fragole e cioccolato , partecipo alla raccolta delle ricette al tè matcha :)))




En Français, S'il vous plait

Cake al tè matcha e olive verdi

Caké salé au thè vert Matcha
( recette prise sur le magasine "Saveurs" n.166 2009 adapté par moi même)


Ingredients pour 6 personne:

3 oeuf - 150 g de farine - 1 paquet de levure chimique - 4 càc de thè en poudre Matcha - 1 dl d'huile d'olive - 1 dl de lait - 1 càc d'herbe de Provence - 70 g d'olives verts dénoyautées - 50 g. de pignons de pin - sel et poivre


Préchauffez le four à 160°C. - Mélangez la farine avec le thè matcha et la levure. Fouettez les oeufs en omelette et versez petit à petit le mélange farine. Ajoutez, en fouettant, l'huile et le lait de maniere à obtenir une pâte bien homogène. Ajoutez les herbes de Provence, les olives coupées en deux, une bonne pincée de sel et du poivre de moulin, enfin mélangez les pignons de pin. Versez dans un moule à cake préalablement beurré. Enfournez le cake pour environ 45 mn. Accompagnez-le avec une salade mâche au vinaigre balsamic et un verre de vin blanc trés frais.
Cake al tè matcha e olive verdi

martedì 17 febbraio 2009

Frittelle di cavolfiore e gorgonzola

Frittelle di cavolfiore al gorgonzola con pinoli
Rarissimi sono i fritti a casa mia ma con l'avvicinarsi del carnevale preventivare delle frittelle mi sembrava il minimo anche perché i mie bimbi li mangiano molto volentieri ed é sempre meglio che glieli faccia la loro mamma anziché comprarne di già pronti confezionati, cosa rara anche questa. Ma non voglio farli neanche morire dal desiderio di mangiare una buona frittella, quando questa poi é fatta con delle verdure e formaggio semplice e molto casalinga. I miei bimbi amano molto il gorgonzola, formaggio difficile da far apprezzare a dei palati ancora cosi' giovani.

Ingredienti per circa 20 frittelline

-500 g di cavolfiore cotto al vapore al dente
-100 g di gruyère grattuggiato
-1/2 bustina di lievito (per torte salate)
-100 g di latte
-3 uova
-250 di farina
-180 g di gorgonzola
-50/60 g di pinoli
-1 cucchiaino di aglio tritato
-Sale e pepe qb
-un cucchiaino di erbe di Provenza
Olio per friggere

Fate un'impasto con tutti gli ingredienti sopra citati mescolando bene con un cucchiaio di legno. Lasciate riposare l'impasto per mezz'ora in un luogo tiepido e coperto con un film alimentare, in modo che si assorbino bene tutti i profumi.
In una grande padella mettere dell'olio d'arachide, per queste frittelline é sufficiente mezzo litro, fate riscaldare l'olio ma tenete bassa lla fiamma, altrimenti le frittelline si bruciano senza cuocersi all'interno. Aiutandovi con due cucchiai formate delle piccole quenelle e friggetele da un parte e poi dall'altra per un totale di 5/6 mn. finché siano ben dorate. Sgocciolatele bene dall'olio e mettetele a raffreddare su un foglio di carta assorbente. Servite calde.
Aggiornamento: partecipo con questa ricetta alla raccolta di Carolina Ricette di Carnevale...credevo di essere fuori tempo limite!!! :P


En français, S'il vous plait
Frittelle di cavolfiore al gorgonzola con pinoli

"Frittelle" Beignets de choufleur au Gorgonzola

Ingrédients pour environ 20 beignets

-500 g de chou-fleur cuit à la vapeur "al dente"

-100 g de Gruyère râpé
-1 / 2 sachet de levure
-100 g de lait
-3 oeufs
-250 de farine
-180 g de gorgonzola
-50/60 g de pignons de pin
-1 c. à thé d'ail en poudre
-Sel et poivre
-une cuillère à café d'herbes de Provence
-Huile d'arachide
Mélangez tous les ingrédients ci-dessus, en remuant bien avec une cuillère en bois. Laissez reposer la pâte pendant une demi-heure dans un endroit chaud et recouverte d'un film alimentaire. Dans une grande poêle, mettre l'huile d'arachide, environ un demi-litre, laissez chauffer l'huile, doucement, garder la petite flamme. Avec une cuillère à soupe prélevez la pâte et formez de quenelles ,plongez-les délicatement dans l'huile, les faire frire d'un côté et puis de l'autre, environ 5 / 6 mn. jusqu'à ce qu'elles soient bien dorées. Egouttez-les sur une feuille de papier absorbant. Servir chaud


Frittelle di cavolfiore al gorgonzola con pinoli

domenica 15 febbraio 2009

Dolce di cioccolato con pere all'acqua di vite

Crostata al cioccolato con pere all'acqua di vite
No...non é la solita torta al cioccolato alle pere che tutti conosciamo questa é tutt'altro...é una delizia per soli adulti, é una ricetta che ho scovato tra i fogli di un vecchio giornale di cucina, un'appunto su un foglietto scritto male...perché scrivo molto male....infatti le parole sono a metà, sono riuscita con difficoltà a decifrare gli ingredienti e leggendola il languorino mi é sopraggiunto senza farmi riflettere...l'ho fatta alle 10 di sera, l'ho infornata alle 23, dopo essere rientrata dalla ginnastica...giuro pero' che non l'ho assaggiata, sono andata a letto tranquilla sapendo che l'indomani mi aspettava un bel pezzo per la ricompensa....piccola parentesi dopo una settimana di zuppe. E poi...diciamo tutto tondo tondo...é stata una bella chicca per il mio San Valentino!!!!
Crostata di ciolato con pere all'acqua di vite



Ingredienti:
-3 pere mature (conferenza)
-5 cl. di acqua di vite alla pera ( se non l'avete va bene un'altro liquore anche del cognac o del ruhm), zucchero a velo.
Per la pasta frolla:
-240 g. di farina
-40 g. di cacao
-60 g. di zucchero
-130 g. di burro morbido
-1 bianco d'uovo

Preparare le pere sbucciandole dopo averle lavate e tagliandole in quattro. Metterle in un piatto cosparse di liquore e lasciarle riposare per due ore almeno, peché siano impregante bene.
Preparare la frolla, mescolando la farina con il cacao e lo zucchero, aggiungere il burro a fiocchetti morbido e lavorare con le mani, prima avrete un'impasto molto farinoso poi lentamente il burro verrà ad assorbire tutta la farina, pazientare perché ci vuole un po' di tempo...continuate a lavorare con i palmi delle mani e vedrete che otterrete una palla che dividerete in due. Stendete la prima su un foglio di carta forno cosparso di farina, in forma rettangolare e poi anche la seconda palla sempre su un foglio di carta forno della forma del precedente, circa 30 x 20 cm. Mettetele in frigo per 10 minuti.

Riscaldate il forno à 180°C. Prendete il primo rettangolo e con la carta forno mettetelo su una teglia simile ( ovviamente potrete realizzare questa torta anche in un'altra forma). Fate dei buchi sulla pasta con i rebbi di una forchetta. Prendete le pere, sgocciolatele e posatele sulla pasta, una vicino all'altra. Prendete l'altro rettangolo e capovolgetelo sulle pere, in modo da coprirle. Rotolate i bordi della pasta sottostante sulla pasta che copre le pere e chiudete bene tutti i lati aiutandovi con il bianco d'uovo.
Infornate per 20/25 minuti. Lasciate intiepidire e spolverate di zucchero a velo.....buona degustazione.


En français s'il vous plait
Crostata al cioccolato con pere all'acqua di vite
Tarte au cacao aux poires à l'eau-de-vie

pour 6 personnes
-3 poires, mûres
-5 cl. d'eau-de-vie de poire ( ou du cognac)
-sucre glace
pour la pâte
-240 g. de farine
-40 g de cacao pur sans sucre
-130 g de beurre trés mou n petit morceaux
-1 blanc d'oeuf


Préparez les poires: coupez-les en quatre, épépinez, pelez-les. Mettez-les dans un saladier avec leau-de-vie, couvrez.Laissez mariner au moin 2 h.
Préparez la pâte: mêlez faine,cacao et sucre. Semez dessus le beurre. Frottez entre vos doigts pour incorporer le beurre en obtenant en mélande sableux. Formez une boule compacte. Couperz-la en deux. Assemblez la tourte: étalez la pâte collante et trés friable avec un rouleau fariné sur du papier cuisson fariné, en deux rectangle de 30 x 20 cm. env. Placez-les 10 mn au rigo, préchauffez le four à 10°C.Posez un rectangle de pâte sur une plaque rectanguliere. Piquez à la fourchette. Egouttez, serrez les poire dessus. Retournez dessus le seconde rectangle bien froid, décollez le papier. Pincez, roulez les bords de pâte pour le souder. Enduisez de blanc d'oeuf. Enfournez 20-25 mn. laissez tièdir. Poudrez de sucre glace.

Crostata al cioccolato con pere all'acqua di vite

venerdì 13 febbraio 2009

Crackers di cuori al cioccolato piccante

Crackers al cioccolato

Questa ricetta devvero molto interessante mi ha conquistata, apparsa qualche settimana fa su questo Blog.
Nel preparare gli ingredienti, come faccio sempre prima di iniziare il lavoro, mi sono resa conto che la quantità del latte, utilizzato dall'autrice, non sarebbe bastato ad assorbire la quantità di farina, cosi' come "la tazza da tè" utilizzata per inserire i cereali. Forse la mia tazza da tè é troppo grande (circa 60 g. di cereali) o la farina troppo "secca"....oppure ancora meglio, credo, la mia incapacità a lavorare una pasta cosi' friabile per arrivare a stenderla. Comunque sono andata avanti con la ricetta ed ho aggiunto poco latte e burro in piu' di quella originale e poi.......piccola inventiva per festeggiare San valentino , ho ricoperto questi crackers con una glassa cioccolatosa e finalmente una puntina di peperoncino secco di Calabria ed il risultato é stato soddisfacente e sorprendente perché mio marito ha detto: "Questi crachers ti somigliano...dolce-amara, croccante e piccantina come te". Un bel complimento vero????


Lascio le dosi della ricetta originali, chissà forse riuscirete a far meglio di me, altrimenti aggiungete pure un poco di latte e di burro in più, che non saprei quantificare e provateli anche solo "nature" o con del fleur de sel....sono deliziosi!!!!!!

Crackers al cioccolato

Ricetta originale per una 20 di biscotti:

-250 g. di farina

-30 g di burro morbido

-1 pizzico di sale

-10 cl di latte

-una tazza da tè di Muesli ( ho usato quelli della Gerblé senza zucchero)

Mescolare tutti gli ingredienti con un robot per ottenere un'impasto omogeneo. Stendere l'impasto con il matterello molto fine e tagliare nella forma che preferite usando i copapasta.L'impasto é molto friabile per via dei muesli che la rendono sbriciolosa, quindi questa operazione é abbastanza delicata.Fare cuocere in forno preriscaldato a 220°C. per circa 8 mn., sorvegliate la cottura che non siano troppo dorati...tutto dipende dallo spessore della pasta.


Per la copertura:

-Cioccolato fondente da copertura

-panna liquida

-peperoncino piccante

-cacao in polvere amaro

Lasciati raffreddare li ho ricoperti con una glassa al cioccolato, facendo sciogliere del cioccolato da copertura con poca panna liquida perché sia fluido e un pizzico di peperoncino di Calabria in polvere. Ricoperti di glassa li ho messi su una grata e lasciati asciugare per almeno due ore..li ho serviti ,spolverizzati di cacao amaro per un'effetto vellutato!!!





En Français, s'il vous plait
Crackers al cioccolato

Crackers pour les amoureux au chocolat et au piment

J'ai été conquise par cette recette très intéressante apparue il y a quelques semaines sur le blog B comme Bon.. En préparant les ingrédients, sur ma table de travail, je me suis aperçù que la quantité de lait utilisé par l'auteur de la recette n'aurait pas suffit à absorber la quantité de farine ,même la quantité de muesli pesé avec une tasse de thé . Ou ma tasse de thé est trop grande (environ 60 grammes de céréales) ou la qualitè de ma farine un peu trop sèche.... ou encore mieux, je crois, mon incapacité à travailler cette pâte trés friable . Quoi qu'il en soit, j'ai continué à malaxer les ingredients et j'ai ajouté un peu plus du lait et du beurre par rapport à la recette original. Mon esprit ma suggéré, pour célébrer la fête de la Saint Valentin, de découper ces crachers en forme de coeur et les recouvrir avec un glaçage au chocolat, poudré de cacao et finalement une petite pincée de poudre piquant " peperoncino piccante de Calabre". Le résultat est satisfaisant et surprenant, parce que mon mari a dit: «Ces crachers te ressemble ..... douce , croquante un peu "sèche" et "piccantina" comme toi. Un vrai beau compliment n'est pas?



Recette original prise sur le blog B comme bon et adapté pour moi même

-250 g. farine
-30 g de beurre mou
-1 pincée de sel
-10 cl de lait
-une tasse de thé Muesli (j'ai utilisé ceux de Gerblé sans sucre)

Pour le glaçage
-Du chocolat noir extra
-de la crème liquide
-du cacao en poudre amer.

Mélanger tous les ingrédients d'un robot pour obtenir une pâte homogène. Étaler la pâte assez fine avec le rouleau à pâtisserie, découpez des ronds au des formes differente à l'aide d'un emporte-pièce. La pâte est très friable en raison de muesli alors que cette opération devien très délicate. Faites cuire au four préchauffé à 220 ° C. pendant environ 8 minutes., surveillez la cuisson, tout dépend de l'épaisseur de la pâte. Pour la couverture au chocolat: Laissez refroidir les crakers. Faire fondre le chocolat avec un peu de crème liquide et une pincée de piment en poudre di Calabria. Recouvrez les crackers jusqu'à ce que le chocolat ne soit pas refroidi et mettez-les sur une grille et pour les faire sécher. Servez-les pulvérisé de poudre de cacao amer.
Crackers al cioccolato


mercoledì 11 febbraio 2009

Confettura di Zucca al vino e cognac e "Crostata" - Tarte à la confiture de potiron -

Confettura di zucca al vino moscato e cognac
Che buona!!!...ve lo garantisco. Una deliziosa confettura con la zucca e arancia già l'avevo fatta qui e finita per guarnire un rotolo soffice...questa volta invece l'ho preparata, mangiata a cucchiaiate, prima e poi ne ho farcito una crostata....e le mie colleghe l'hanno apprezzata molto con il caffé delle 10,00 di ieri mattina.

Per tre vasetti di confettura
1 kg di polpa di zucca
800 kg di zucchero per confetture
40 cl di vino bianco (io ho usato un moscato)
5 cl di cognac
1 baccello di vaniglia

Sbucciate e lavate bene la zucca togliendo i semi e i filamenti. Tagliarla a piccoli tocchetti , dovrete ricavarne circa 700 g. Mettete i dadini di zucca in una ciotola in cermica o inox e copriteli con lo zucchero, i grani della vaniglia ed il baccello, il vino bianco, coprite con un film alimentare e lasciate in frigo per 12 ore. Trascorso questo tempo, versate il tutto in una casseruola a bordi alti, togliete il baccello di vaniglia e portare a bollitura calcolando circa 25/30 minuti di cottura a fuoco medio, mescolando spesso e togliendo la schiuma con un mestolo forato. Appena vedrete che comincia ad addensarsi versate i 5 cl di cognac, continuando a mescolare e ancora per pochi minuti. A questo punto spegnere il gas e facendo molta attenzione mixare con il minipimer. Versare la confettura, subito dopo nei vasetti sterilizzati e chiudere ermeticamente. Lasciare raffreddare capovolti e coperti da un tovagliolo. Consumare dopo una settimana.

Crostata alla confettura di Zucca

Per la Crostata:la ricetta della frolla:

Ingredienti:
200 g di farina
3 cucchiai di zucchero a velo
110 g. di burro freddo
1 uovo.
un pizzico di sale

Mescolate gli ingredienti tutti insieme e velocemente, aggiungere dell'acqua ghiacciata, due cucchiai se l'impasto vi sembra troppo secco. Filmare e far riposare in frigo mezz'ora. Stendente la sfoglia direttamente su un foglio di carta forno, lasciandone una parte per le strisce di copertura, e mettetela in una tortiera rotonda di 24 cm, sistemate bene i bordi alla tortiera e versate tre/quattro cucchiaiate di confettura di zucca. Coprite con le losagne ricavate dal resto della frolla e mettete in forno per 25 mn. a 200°C. - Lasciate raffreddare e cospargete di zucchero a velo.



En Français, s'il vous plait
Confettura di zucca al vino bianco e cognac


Confiture de potiron au vin blanc et "Crostata"

Pour la confiture:
-1 kg de potiron
-800 g de sucre à confiture
-40 cl
-de vin blanc doux ( j'ai utilisé du Muscat)
-5 cl de cognac
-1 gousse de vanille

Pelez et enlevez les graines et le fils du potiron (il doit vous rester environ 700 g de chair). Coupez le potiron en petits dés. Mettez-les dans un bol en ceramique ou inox et couvrez de sucre, de graines de la vanille et sa gousse, le vin blanc et reserver couvert dans le frigo' pendant 12 h. Versez le mélange dans une grande sauteuse, enlevez la gousse de vanille et menez à ébullition.Laissez cuire environ 25/30 mn à feu moian, en remuant souvent, en écumant fréquemment la mousse qui se forme en surface. De que elle comence à caramellicer, versez le cognac, remuez bien et étaignez le feu. Mixez la confiture ancor chaude avec le minipimer et versez immédiatement dans des bocaux stérilisés, vissez hermétiquement. Attendre une semaine avant de déguster cette confiture.


Crostata alla confettura di Zucca
"Crostata" Tarte à la confiture de potiron

  • Ingredient de la pâte sablé:

    -200 g de farine
    -3 càs de sucre glace
    -110 g de beurre
    -1 oeuf
  • 1 pinsée de sel

Mélanger tout les ingrédients ensemble et rapidement,si la pâte vous semble trop sèche ajouter de l'eau glacée,deux cuillères à soupe. Formez une boule, filmez-la avec un feuille alimentaire et laisser reposer dans le réfrigérateur,une demi-heure. Etalez la pâte directement sur une feuille de papier sulfurisé, reservez une partie de pâte pour les bandes de couverture.
Mettre la pâte dans un moule rond de 24 cm, étalez trois à quatre cuillères à soupe de
confiture de potiron, couvrir avec des bandes de pâtes et mettre au four
pendant 25 mn. à 200 ° C. - Laisser refroidir et saupoudrer de sucre glace.




Logo concorso Click gourmand

Avec cette recette je participe au jeu concours sur le site TopMiam Click Gourmad #1

martedì 10 febbraio 2009

Zafferano d'Aquila in infusione

Zafferano


Aspettavo con impazienza questo pacchettino, un grammo di pistilli di zafferano d'aquila, il regalo che ho ricevuto grazie alle vostre votazioni per la migliore torta di mele, il concorso di Essenza di vaniglia. Intanto grazie a voi tutte che avete preferito il Cake di mele, noci e pinoli caramellati dolce nato un po' con la mia fantasia ma in particolare lo spunto mi é stato dato da quest'altro cake;) di Precisina.


Precisi...grazie per l'idea!!!! Per cio' divido, virtualmente, questo premio con Lei e siccome io sono un tantino lontana dall'Italia, lo zafferano dell'Aquila me lo tengo tutto per me, egoisticamente!!!diciamolo pure.


Sono una fan delle spezie e finalmente posso realizzare cio' che avevo immaginato usando questi colorati pistilli. Essenza di vaniglia ha voluto premiare questa sua iniziativa (grazie, infinite) con una delle spezie più preziose, occorrono le condizioni giuste di terreno e di temperatura per ottenere l'ottima qualità cosi' come si é riusciti nella zona di Navello nei pressi Di L'Aquila, un lavoro attento e certosino e grandi difficoltà di raccolta questi pistilli che emanano un profumo inequivocabile insieme ad un sapore unico. Utilizzato in mille pietanze ma quando si dice zafferano ci si ricorda subito il magnifico risotto alla milanese, con questa spezia che tinge allegramente di giallo , tanti altri piatti si possono preparare dal salato al dolce, come questo cake al formaggio e zafferano ( qui potrete seguire la video delle varie fasi della produzione dello zafferano d'Aquila)
Infusione: thè bianco e zafferano


Appena arrivato il piccolo ma prezioso regalo l'ho subito aperto e mi son lasciata inebriare dal profumo e istintivamente il mio olfatto m'ha suggerito che avrei potuto gustarlo nell'immediato, in un'infusione, insieme ad un tè bianco perché puro e delicato, cosi' da aiutare i due pistilli di zafferano a sprigionare la loro freschezza, colorandosi e aromatizzandosi di un delicato profumo nel versare l'acqua calda nel bicchiere.


My creation  Infusione: thè bianco e zafferano

Comunicazione importante:Sono iniziate le votazioni per i premi dei migliori blog 2009 su BlogCaffé nella lista ci sono anch'io, ma andate a visitarli tutti e scegliete il migliore!!!!





En français, s'il vous plait

My creation Infusione: thè bianco e zafferano



Ce petit mais précieux cadeau que j'ai reçu, c'est le safran de LAquila, una trés belle ville italienne située dans le sus..." ou les consommateurs considèrent certains cultivars comme de qualité « supérieure ». Le « safran d'Aquila » (zafferano dell'Aquila) — présentant une concentration élevée en safranal et en crocine, une forme particulière, un arôme exceptionnellement piquant et une couleur intense — est cultivée exclusivement sur huit hectares de la vallée de Navelli dans la région italienne d'Abruzzo, près de L'Aquila."



Des que j'ai ouvert ce colis j'ai ne eu q'une envie, ce n'etait que sentir son odeur et mon instinct ma suggeré une infusion avec un thé blanc pour son goût pure et délicat, de manière à diffuser l'arom et toutes les qualités gustative de deux pistils de safran.



Pour deux tasses de thè blanc au safran j'ai fait boullire de l'eau minerale, j'ai mis dans une tasse deux pistils de safran et un sachet de thè blac et versé l'eau fremissante. Je laisse infuser pendant 4/5 mn. et, finalment je goûte sens sucre avec un speculoos.

Si è verificato un errore nel gadget