martedì 30 giugno 2009

Coulis di albicocche e riso al latte e cioccolato bianco.

Coulis di albicocche e riso al cioccolato

Version française en bas

Eccole le albicocche fresche, poi alla fine le ho comprate ,belle e carnose e mature al punto giusto per fare questo coulis che và bene ovuque, sullo yogurt, su un gelato alla vaniglia su un cheesecake e anche con del riso al latte che volevo fare già da un po'...reso ancora più goloso dal cioccolato bianco....un desser molto solare che per me oggi ha sostituito chiaramente il pranzo. E' come mettere il sole in un bicchiere!!!!


Coulis di albicocche su riso al cioccolato bianco

Coulis di albicocche e riso al cioccolato bianco
Per il coulis occorrono:

  • 10 albicocche mature
  • 70 g di cassonade
  • 5 cl di acqua.
Preparazione: Snocciolare le albicocche, lavarle e metterle in un pentola con lo zucchero e l'acqua. Lasciare cuocere lentamente per 20 min circa finché diventa come una composta. Spegnere il fuoco. Mixarle con il minipiper ad immersione per renderle cremose, aggiungere dell'acqua nel caso che la crema sia troppo densa.Lasciare raffreddare.

Per il riso al latte:

  • 110 di riso Arborio
  • 750 ml di latte
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • un cucchiaino di buccia di limone grattugiata
  • 80 g di cioccolato bianco da copertura Valrhona

Preparazione del riso:
Mettere il riso in una casseruola a fondo spesso, insieme al latte ,lo zucchero ed il limone grattugiato, cuocere circa 20 min, fintanto che il latte sia quasi del tutto assorbito dal riso. Tagliare il cioccolato bianco a pezzi o grattugiarlo e mescolarlo nel riso con il latte alla fine della cottura. Mescolare bene e lasciare intiepidire.

Preparare il dissert: mettre tre cucchiai di riso al latte in bicchierini e versarvi sopra il coulis di albicocche. Lasciare in frigo, almeno un'ora prima di servire.



Version française

Coulis di albicocche e riso al cioccolato bianco

Coulis d'abricot et riz au chocolat blanc

Coulis d'abricots
Ingrédients :
  • -10 abricots bien mûrs
  • -70gr de cassonade
  • -5cl d'eau
Préparation :Dénoyautez les abricots.Passez les sous l'eau.Déposez les dans une casserole avec le sucre et l'eau.Laissez compotez sur feu doux.Quand les abricots sont défaits, coupez le feu.Mixez au mixeur plongeant. Réservez le coulis au frais.

Riz au lait et au chocolat blanc

  • 150 g de riz rond Arborio
  • 750 ml de lait
  • 10 g de sucre
  • 1 cuillère à café de zeste de citron
  • 80 g de chocolat blanc râpé Valrhona

Préparation

Dans une casserole, faites chauffez le lait. Ajoutez le riz et le sucre, le zeste de citron. Faite cuire environ 20 min, jusqu'à le riz ai absorbé presque tout le lait.Retirez du feu, incorporez le chocolat blanc râpé. Laissez tièdir, répartisez dans des verrines et couvrir avec le coulis d'abricot. Servir bien froid.

Coulis di albicocche e riso al cioccolato bianco

sabato 27 giugno 2009

Zucchine farcite con riso e pollo alle albicocche

Zucchine farcite, riso,albicocche,pollo

Version française en bas

Una delle tante ricette pensate prima di avere gli ingredienti e neanche chiare le idee...quello che avevo in testa era di provare il riso con le albicocche...secche, si lo so' é periodo di albicocche belle sode e carnose e fresche ma io c'havevo in mente questo e volevo proprio riempirci delle zucchine tonde adocchiate qualche giorno prima al super... Come dicevo, questa ricetta l'ho immaginata come al solito in macchina rientrando a casa e quando mi viene in testa qualcosa devo realizzarla subito. Corsa al super, acquisto le piccole zucchine tonde e il resto degli ingredienti. Farle con le albicocche fresche c'havevo pure pensato ma oltre ad essere costosissime , parlo di quelche settimana fà, erano pure molto " crude"troppo acide...e poi l'idea in testa era quel gusto dolciastro di albicocche secche.


Zucchine farcite, riso,albicocche,pollo

Per 4 persone

4 zucchine tonde
100 g di riso un bicchiere e mezzo di brodo vegetale o acqua calda
150 circa g di filetto di pollo già grigliato
4 albicocche secche
1 cucchiaino di curry
2 cucchiai di parmigiano
olio evo
una piccola cipolla
sale e pepe

Fare cuocere il riso " al dente", scolare bene e mettere da parte. In una padella fare rosolare la cipolla tagliata finemente con due cucchiai d'olio. Aggiungere il pollo e le albicocche tagliati a cubetti, far insaporire per pochi minuti aggiungendo poca acqua calda o meglio del brodo di legumi. Aggiungere il riso, il parmigiano ed il curry, sale e pepe qb, mescolare e spegnere il fuoco. Lavare le zucchine e cuocerle per 3min a vapore, passarle velocemente sotto l'acqua fredda. Togliere la calotta e mettere da parte. Scavarle per togliere la polpa riducendola a purea, mescolarla al composto riso-pollo-albicocche.Farcire le zucchine , coprire con la calotta e metterle in una pirofila, irrorare d'olio e bagnare con il bicchiere d'acqua calda o con brodo, passare in forno per 45min.



Version française
Zucchine farcite, riso, albicocche, pollo
Courgettes farcies au riz,abricots et poulet
Pour 4 personnes
4 courgettes rondes
100 g de riz blanc
4 cuilleres d'huile d'olive
1 verre e demi d'eau bouillante ou bouillon de legumes
4 abricots sechées
huile d'olive
1 ( 150 g. environ) filet de poulet grillé (aiguillettes de poulet chez Picard)
1 oignon
2 c à s de parmesan râpé
1 cuilleree de curry
Poivre et sel


Faire cuire le riz " al dente"puis l'égoutter. Dans une petite pôele faite chauffer deux c à s d'huile d'olive, hachez finement l'oignon et le faire révenir doucement. Ajoutez le poulet et les abricots coupés en petits morceaux ajoutez quelques c à s d'eau chaude ou de bouillon de legume e mélangez avec le riz , le parmesan le curry. Saler et poivrer. Etaignez le feu. Faire cuire les courgettes 3 min à la vapeur , les rafraîchir sous l'eau froide.Découper un chapeau et enlever une bonne partie de la chair. Ajouter cette dernière au mélange riz-poulet-abricot .Farcir les courgettes et remettre le chapeau.Les déposer dans un plat et arroser d'un peu d'huile d'olive et un verre d'eau chaude ou de bouillon.Enfourner 45 min à 210°c.

martedì 23 giugno 2009

Saghettoni alla gremolata con peperoni caramellati di Trish

Spaghettoni alla gremolata e peperoni caramellati
Version française en bas


Adoro i peperoni, arrostiti, fritti, farciti, in tutti i modi, per la difficoltà a digerirli evito di cucinarli spesso. Questo pero' é il periodo in cui non posso farne a meno, sono bellissimi esposti ai banchi del fruttivendolo, rossi, gialli, verdi,carnosi e voglio portarmeli a tavola...La ricetta dei peperoni caramellati l'ho trovata sul libro "ma petite robe noire" della ormai famosissima in Francia ma anche nel mondo Trish Deseine- Un piatto molto estivo e abbastanza digeribile perché i peperoni vengono cotti lentamente le forno fino a diventare polposi quasi impercettibile nella bocca, molto gustosi e dolci, una cottura che cattura i sapori in pieno perché lenta ma perché coperti nel loro foglio d'alluminio che non lascia evaporare la più piccola particella d'acqua in loro contenuta. Ma da solo non mi bastava ed allora volevo contornarlo di qualche altri ingrediente, ne carne e nenache pesce anche se una scaloppina di pollo li' in mezzo sarebbe stata perfetta. Ho pensato alla pasta, agli spagnettoni di Gragnano, che facevano parte del pacco inviatomi dalla Compagnia del Cavatappi. Ma allo stesso tempo volevo aggiungere qualcosa potesse dare ancora più profumo, più aroma ai peperoni e come suggerito da Salsina, spesso nei suoi post, una visita da foodpairing ne é valsa la pena, leggo che i peperoni si legano bene con il lemon grass...(sisisiis anche tu Elvira stessa idea) solo che io ne ero sprovvista ed allora penso alla gremolata ed il gioco é fatto. Ottimo accostamento, fresca e piacevolissima la buccia di limone lega meravigliosamente con i peperoni e questo piatto diventa un piatto freddo, quasi un'insalata colorata.
Peperoni caramellati
Spaghettoni con gremolata e peperoni caramellati

Dosi per 4 persone:
Peperoni caramellati di Trish Deseine
1 peperone rosso
1 peperone giallo
1 cipolla
uno spicchio d'aglio
5/6 cucchiai d'olio evo
3 foglie d'alloro

Gremolata
4 limoni bio
due cucchiai di prezzemolo tritato finissimo
2 spicchi d'aglio
fior di sale
pepe macinato

300 g di spaghetti di Gragnano o altra pasta di ottima qualità.
il succo di mezzo limone

Accendere il forno a 180°C.- lavare e tagliare i peperoni a listarelle sottili, tagliare anche la cipolla a listarelle sottili, in una teglia disporre il tutto aggiungere l'olio mescolare bene le verdure, aggiungere l'aglio in camicia, sale, qualche foglia d'alloro e passare in forno per 10 min. Riprendere la teglia coprirla con un foglio d'alluminio, abbassare il forno a 120°C. e lasciare cuocere per un'ora. Spegnere e lasciare raffreddare.

Preparare la gremolata, utilizzando solo la buccia dei limoni prelevandola con il rigalimoni. Schiacciare gli spicchi d'aglio avendo prima tolto i germi e mescolare insieme, prezzemolo,limone e aglio, con sale e pepe. Lasciare riposare.


Preparare gli spaghetti in acqua bollente salata fino a cuocerli al dente. In una grande insalatiera mettere gli spaghetti, condire con la gremolata ed i peperoni caramellati .Aggiugere dell'olio se necessario, sale e pepe ed il succo di limone.Mescolare bene servire tiepidi o freddi...meglio freddi lasciando riposare la pasta perché possa assorbire tutti i profumi del condimento.




Version fraçaise

Spaghettoni alla gremolata e peperoni caramellati

Spaghettis à la gremolata et aux poivrons caramelisés de Trish


Poivrons caramelisés:-1 poivron rouge-1 poivron jaune-3 gousses d'ail-1 oignon-5/6 c à s d'huile d'olive-fleur de sel-poivre- 3 feuilles de laurier


Préchauffez le four à 180°C. - Taillez les poivrons en lamelles. Mettez-les avec les gousse d'ail entières, l'oignon coupée en tranches dans un moule et arrosez-les généreusement d'huile. Enfournez 10 min. puis baissez la température du four à 110°C. Couvrez les poivrons avec du papier alluminium et laissez-les confire tout doucement pendant 1 heure 30 à 2 heures. Assaisonnez de fleur de sel et de poivre. Laissez refroidir.

Gremolata -
3 càs de persil plat haché-1 gousse d'ail finement hachée -4 c à s de zeste de citron bio-fleur de sel-poivre


Mélangez tous les ingrédients ensambles dans un mortier...c'est prêt

Pour 4 personnes : 300 g de spaghettis de "Gragnano" - un citron

Faite bouillir un grand volume d'eau salée et versez les spaghettis, cuire "al dente". Egouttez les spaghettis dans un grand bol et mélangez-les avec la gremolata et les poivrons caramelisés, rajoutez de l'huile si nécessaire, du sel e du poivre et le jus du citron.Laissez reposer et servez ce plat, de préférence, froid.
Spaghettoni alla gremolata e peperoni caramellati

lunedì 22 giugno 2009

Cinnamon Roll a Parigi

Cinnamon roll
Version française en bas
Una bella passeggiata ed un pic-nic a Parigi é quello che mi rilassa e ci premia dopo una settimana pesante e pure fredda e piovosa. Panini e bibite, acqua di preferenza in borsa, frutta e qualche dolcetto e l'immancabile coperta-tovaglia per stenderci ad un pallido sole di prima mattina ma che scotta...troviamo il nostro
piccolo angolo verde ai piedi della Torre Eiffel e ci godiamo la nostra colazione, preparata in fretta.

Tour

Non possiamo quasi mai programmare un pic-nic, bisogna aspettare l'ultimo notiziario della meteo per essere sicuri che dopo un'ora il tempo non cambi . Una corsa alla boulangerie vicina, al negozio arabo sempre aperto a tutte le ore, dove trovi di tutto...ma un tantino più costosi.... ci basta una insalata del prosciutto cotto ( hanno anche la mortadella Baretta) e del formaggio e tanta frutta e via si parte per la scampagnata. Parigi é sempre bella e magica popolata di turisti....molti italiani, nonostante la crisi he!...ovunque c'é folla e ancor di più se il tempo promette sole.
Scarpe sfinite

Scarpe sfinite
Scarpa riposata
Dopo il riposo sull'erba ci incamminiamo verso le belle vie parigine ricche di avvenimenti.

Caleche
E' musica Parigi, ovunque si improvvisano orchestrine , ogni angolo c'é ne una o solitari che strimpellano musiche, suoni...allegria per un giorno d'allegria...inizia l'estate e dobbiamo festeggiare.

Musica in Paris

My creation

My creation
Paris in musica

Musica in Paris

Ci sediamo a riempirci di note, di sole, di calore, di gente, di aria di buon umore....poi entriamo in uno dei tanti bar à cafè....che non conoscevo, eppure vado spesso in questo posto...non finisco mai di conoscere a Parigi...entriamo per un caffé, un dolce..."cinnamon roll"...mi attrae, profumo di cannella, tanta cannella zucchero, burro, gusto delizioso, soffice ma compatto...cerco di individuare l'impasto attraverso le briciole sparse sul tovagliolo e poi in bocca....vado a casa e lo faccio, voglio ripetere questa golosità.
Questo dolcetto é come la torta di rose ,cambia la presentazione, cambia la farcitura, l'aggiunta della glassa cremosa e bianca che lo rende ancora più goloso, irresistibile.
Cinnamon roll
Cinnamon Roll
Ingredienti per la pasta: 550 g circa di farina -25 g di lievito fresco-70 g di burro fuso-210 g di latte-75 g di zucchero-2 uova-sale
Ingredienti per la farcitura
50 g di burro morbido-115 g di zucchero cassonade-2 cucchiaini di cannella
Ingredienti per la glassa:
115 g di zucchero a velo-1/2 cucchiaino di estratto di vaniglia-un cucchiaino di latte-20 g di burro fuso

Preparazione della pasta:
Fare intiepidire il latte con il burro in una casseruola. In una ciotola mescolare 400 farina, lo zucchero, il sale ed il lievito sbriciolato et l'uovo. Versare a filo il late tiepido con il burro e sbattere al mixer (planetaria per chi ce l'ha) per circa 2min. fino a che gli ingredienti sono ben mescolati. Ridurre la velocità ed incorporare farine con le mani fino a raggiungere la giusta consistenza, morbida ma non collate. Mettete l'impasto in una ciotola imburrata e giratela in modo che sia ben imburrata da tutti i lati. Coprire e lasciare lievitare per un'ora.
Preparare la farcitura: Mescolare il burro fuso con lo zucchero cassonade e la cannella, raggiungere una consistenza cremosa facile da spalmare.
Prendere la pasta e sgonfiarla con la mano, metterla su un piano abbastanza infarinato e con il matterello tirarla a sfoglia rettangolare. Spalmare la crema per bene su tutto il rettangolo e rotolare come un salsicciotto di circa 40 cm. di lunghezza. Tagliare 15 fette e metterle nei pirottini di carta per tartellette. Metterli sulla placca del forno e coprirli per farli gonfiare ancora 30/45 min. Riscaldare il forno a 180°C. Infornare i dolcetti per 20/25 min. Lasciateli intiepidire.

Cinnamon roll
Cinnamon Roll prima di essere infornati

Preparazione della glassa:Mescolare lo zucchero a velo, l'estratto di vaniglia, il latte ed il burro fuso. Otterrete una glassa consistente che verserete con un cucchiaio sui cinnamon roll formando dei disegni.



Version française

Cinnamon Roll

Cinnamon roll

Ingrédients pour la pâte-550 g de farine T55 -25 g de levure fraiche-70 g de beurre fondue-210 g de lait -75 g de sucre-2 oeufs-sel

Ingrédients pour la farce: 50 g de beurre fondu-115 g de sucre cassonade -2 c à c de cannelle

Ingrédients pour le glaçage: 115 g de sucre glace-1/2 c à c d'arome vanille-un c à c de lait-20 g de beurre fondu

Préparation de la pâte

Faite tièdir le lait avec le beurre dans une casserole. Dans une saladier mélangez 400 g de farine, le sucre, la levure, les oeufs et versez le liquide lait beurre. Battez la pâte au mixer pendant 2 min. jusqu'à ce que tout les ingrédients soient mélangés, puis battez encore 2 min à vitesse moyenne. Avec la main rajoutez de la farine, jusqu'à ce que la pâte soit souple mais pas trop collante. Posez la pâte dans une saladier beurré, puis retournez-là de façon à ce qu'elle soit beurrée sur les deux faces. Couvrez avec un torchon et laissez poser 60 min ou plus.

La farce:Mélangez le sucre cassonade avec le beurre et la cannelle, vous allez obtenir une crème octeuse.

Dègonflez la pâte et mettez-la sur une surface farinée, puis étendez-la au rouleau en rectagle...attention ,le plan de travail bien fariné! Etendez la crème sucre-cannelle-beurre, à l'aide d'une spatule, sur toute la surface de la pâte.

Roulez votre pâte pour obtenir un rouleau long environ 40 cm. Coupez ce rouleau en 15 tranches, que vous placerez dans de moule à mouffins ,en papier de préférence. Posez-les sur la plaque du four et couvrez à nouveau avec un torchon car les rouleaux vont gonfler; environ 30/45 min.Prechauffez votre four à 180°C.Mettez votre rouleaux au four à cuire entre 20/25 min.Laissez tièdir.

Préparation du glaçage: Mélangez le sucre glace, la vanille, le beurre fondu et un pet de lait jusqu'a ce que vous obteniez un glaçage épais mais coulant tuot de même. Une fois les cinnamon roll tièdies, versez le glaçage à la cuillère en faisant des dessins.

Cinnamon Roll

giovedì 18 giugno 2009

Fontainebleau - formaggio voluttuoso

Fontainebleau con gelé di miele

E' quello che quando ci si affonda il cucchiaino resta impalpabile, vaporoso come una nuvola. Il suo colore bianco puro ed il suo sapore voluttuoso incanta ed impossibile resistere anche senza aggiungere nulla. E' come uno yogurt ma meglio che uno yogurt é un formaggio che viene venduto in alcune "fromageries" a Parigi fresco di giornata o anche nei mercatini rionali direttamente dai produttori. Non é facile trovarlo appunto perché é un formaggio freschissimo e delicatissimo. La sua composizione di crème fraîche e fromage blanc lo rende unico. Traducendo: panna fresca montanta e del formaggio bianco lasciato scolare per un giorno e montato ed infine mescolati insieme, delicatamente, né zucchero ,né sale. Tutto qua, molto semplice e molto buono.

Vi regalo la semplicissima ricetta da fare a casa usando della panna freschissima e dello yogurt greco o comunque uno yogurt cremoso ma rigorosamente intero. Ho guarnito questo formaggio con una gelatina di miele "millefiori" comprato in un'agricoltura biologica l'estate scorsa nei pressi di Montepulciano ( da ritornarci assolutamente questa estate, tanto passiamo sempre da li')


Piccola Nota:Il nome di questo formaggio é legato alla cittadina francese, appunto, Fontainebleau ,situata nel dipartimento della Senna e della Marne. Molto frequentata per la sua immensa foresta adatta a lunghe passeggiate.Inoltre fa da spicco un bellissimo castello "Le château royal de Fontainebleau" Castello del periodo rinascimentale, dimora di molti sovrani della Francia a partire da Francesco I°, fino a Napoleone III. Il parco che lo circonda fa parte del patrimoni mondiale dell'UNESCO." fonte web"
Fontainebleau con gelé di miele

Ingredienti:

350 g di yogurt intero non zuccherato
150 g di panna freschissima

per la gelé di miele

100 g di miele millefiori o altro miele liquido
1 foglio di gelatina

La sera prima mettete lo yogurt in un panno bianco, pulito, tipo garza. Mettetelo in frigo "appeso"- usate un coperchio girato alla rivescia, legate la garza al manico del coperchio, mettetelo, dunque capovolto in una pentola profonda, in modo da non far toccare , alla garza, il fondo, cosi' che lo yogurt si potrà scolare bene. lasciatelo cosi' per 24 ore. Oppure, se vi sembra cosi' complicato non lo fate, usate lo yogurt naturale, andrà bene.....quasi lo stesso, se consumato subito. Il giorno dopo preparte la panna, montatela e, a parte montate lo yogurt. Mescolateli insieme delicatamente. Cosi' avrete ottenuto il Fontainebleau, che disporrete in bicchierini.Riservare in frigo. Ora preparate la gelatina di miele. Mettete la colla di pesce a mollo nell'acqua fredda. In un pentolino fate riscaldare due/tre cucchiai d'acqua, scioglietevi dentro la gelatina, perfettamente, aggiungete il miele, mescolate per far scioglier il tutto e lasciate intiepidire qualche minuto. Versare due cucchiai di gelé sul formaggio e far prendere in frigo almeno 30 min. prima di servire. Gustare e sublimare di piacere senza esitare!

Grazie a FiOrdivaniglia per questo premio colorato di un'auspicio per un'estate tutta in buon umore e allegria.

concorso bicchierini Golosi - il gatto goloso
Partecipo con questa ricetta alla raccolta di Il Gatto goloso "Bicchierini Golosi"



Version française
Fontainebleau con gelé di miele
Fontainebleau à la gelée de miel

Ingredients:

350 g de fromages blanc gras ou un yaourt nature

150 g de crème.

pour la gelée au miele:

100 g de miel liquide

1 feuille de gelatine

Faire égoutté le fromage blanc gras pendant vingt-quatre heures dans le frigo'. Battez, séparément ,le fromage blanc et la crème, avant de les mélanger et de les fouetter ensemble.Réservez au frais.

Dégustation avec la gelée de miele:

Mettez de l'eau ( 2 càs) à chauffer et faites dissoudre parfaitement la gélatine préalablement ramollie dans l'eau froide. Mélangez avec le miel liquide.Laissez tièdir. Répartissez la gelée dans les verrines avec le fromage Fontainebleau. Replacez au frais pendant 30 min avant de servir.
Fontainebleau con gelé di miele

martedì 16 giugno 2009

Pies di ciliegie

Pie di ciliegie
Version fraçaise en bas
Ecco la stagione delle ciliegie ed i ricordi d'infanzia ritornano alla memoria, quando in primavera guardavo, proprio difronte casa, il grande albero di ciliegie fiorire. Attendavamo con impazienza il piccolo frutto rosso maturarsi per ritrovarci tutti a raccoglierle, furtivamente. Io con le mie tre cugine abitavamo nella stessa via e, proprio in primavera ci ritrovavamo insieme nel grande giardino difronte le nostre case che apparteneva ad una nostra zia " gelosa" della sua grande proprietà. Noi amavamo giocare sotto gli alberi di fichi ed erba di sulla dai fiori gialli che raccogliavamo fabbricandoci dei bracciali o dei piccoli mazzetti infilandoli nei riccioli dei capelli . Quando a giugno finalmente le ciliege divenivano di un rosso lucido come i rubini, noi, piccole scimmiette, ci mettavamo una sulle spalle l'altra, appoggiandoci ai rami del grande albero a raccogliere le ciliegie di nascosto da nostra zia...che secondo me era dietro la finestra a sorvegliarci e dopo che ce ne avevamo mangiate un bel mucchietto ciascuna e due, attaccate alle orecchie come rubini, lei usciva e solo allora ci sgridava per impedirci di continuare a devastarle il "suo albero" prezioso. Infondo era buona!!!!.
Bisogna fare in fretta a mangiare le giliegie, la loro stagione é breve. E siccome una tira l'altra é bene metterne un po' da parte, nascoste, per poterci fare qualche cosa di goloso. Oggi le ciliege le compro, non ho un'albero da potermi arrampicare, anche se data l'età non ne sarei proprio capace, mi piacerebbe che potessero farlo i miei figli, potessero assaporare cos'é un frutto raccolto dall'albero, vederne i sui fiori e aspettare che diventino frutto. Penso proprio che comprero' un piccolo albero di ciliegie per piantarlo nel nostro giardino....I ricordi dell'infanzia sono preziosi! Oggi le giliegie le ho pagate 5,95 euro al chilo, solo qualche settimana fà costavano 14 euro al chilo..sembrano dei rubini!
Pie di ciliegie

Pies di ciliegie

Per 6 tartellette
2 rotoli di pasta sfoglia -300 g di ciliegie- 70 g.di zucchero di canna 1/2 cucchiaino di cannella - 2 cucchiai di amaretto o altro liquore -50 g di polvere di mandorle.


Lavare e snocciolare ( se preferite) le ciliegie, metterle in una ciotola con lo zucchero, la cannella e l'amaretto. Mescolare e lasciare riposare per 15/20 minuti. Accendere il forno a 200 °C. -
Stendere i rotoli di pasta sfoglia sul piano di lavoro e ritagliare 6 dischi di 12cm di diametro e altri sei di 9 cm di diametro. Disporre i dischi più grandi in formine in silicone(ancora della Silikomart)per tartellette o delle formine in alluminio coperte di carta forno. Punzecchiare la pasta con la forchetta e cospargere di un cucchiaio di farina di mandorle ogni tartelletta. Dividere e disporre le ciliege con il loro succo. Coprire con gli altri dischi più piccoli e chiudere bene i lati. Passare in forno per 20/25 minuti.Gustare tiepide con un cucchiaio di panna montata.

Notina: Ringrazio tutte per il vostro sostegno e l'incoraggiamento mentre non riuscivo più a sentire né sapori né tanto meno i profumi. Sono finalmente libera dal quel falso raffreddore e soprattutto dall'angoscia di soffocare durante la notte. La stanchezza accumulata dei giorni precedenti ora l'avverto moltissimo ed essendo in fine anche rilassata sto cercando di recuperare le energie perse. Nonostante questi ultimi mesi che mi separano dalle vacanze sono i più duri...pant...pant, come nei fumetti, immaginate zio paparone che con la sua età avanzata fatica a raggiungere il suo oro...per me il mio oro é il sole di Calabria ma anche dell'Italia tutta. Vi chiedo scusa se sono poco presente nei vostri blog...vi seguo velocemente, leggo, gusto con grande piacere tutte le vostre ricette e foto, prendo nota. Con affetto Mariluna!

Aggiornamento: Questa ricetta partecipa alla raccolta di Rossa: "Ma com'é rossa la ciliegia"

Version française

Pie di ciliegie

Pies aux cerises

2 rouleaux de pâte feuillettée - 300 g de cerises- 70 g de sucre de canne. 50 g de poudre d'amandes - 1/2 càc de cannelle - 2 c à s de liqueur Amaretto -

Lavez,équeutez et dénoyautez ( de préference) les cerises. Mettez-les dans un bol avec l'Amaretto, le sucre et la cannele , mélangez et reservez pendant 15/20 min. Préchauffez le four à 200°C.Etalez les rouleaux de pâte sur le plan de travail fariné. Découpez-y 6 disques de 12 cm de diamètre et 5 autres de 6 cm environ. Disposez les disques de 12 cm dans des moules en silicone, ou des moules classiques récouvertes de papier sulfurisé, saupoudrez-les d'un càs de poudre d'amande, partagez les cerices avec sa sauce, Posez par-dessus les disques de pâte plus petits et soudez les bords en les pressant bien. Enfournez pour 20/25 min. Serevez les pies tièdes accompagnées de crème fraîche.

domenica 14 giugno 2009

Crostata di fagiolini in verde

Crostata di fagiolini al pesto d'aglio orsino
Abbiamo, da qualche giorno ospiti, degli ospiti italiani, degli ospiti del mio paese, una bella ventata di familiarità, di aria antica e aria nuova. E' talmente piacevole avere intorno persone che ti conoscono fin dai tempi delle elementari, fin dai tempi in cui si correva e giocava insieme, spensieratamente senza minimamente pensare a quale sarebbe stato il nostro futuro. Oggi c'é lo raccontiamo con simpatia, ridendoci e ricordando dei momenti molto lontani, tutti intorno ad un tavolo ricco di cose buone da mangiare. Pur non avendo molta disponibilità ad accompagnarli nella scoperta della bella citta ,é un piacere ospitarli ,estando gli impegni sia di lavoro che di scuola per i bimbi in primo piano. D'altra parte visitare Parigi non é difficile, ogni angolo é da scoprire, ogni angolo incuriosisce e stupisce per qualsiasi turista , ancor di più per una coppia giovane con due adorabili ragazzine adolescenti, curiose e assetate di cultura. Nonostante la mia difficoltà all'odorato ed ai profumi ho fatto del mio meglio presentando come prima cena, tanti spizzichini, tra cui la famosa focaccia alle zucchine di Francesca e la più famosa quiche lorraine ,per restare nell'ambiente francese e poi questa crostata di fagiolini piatti ,ricevuti via pacco regalo,da un trasportatore amico di mio padre, raccolti nel giardino in Calabria.Ho finalmente utilizzato anche il pesto d'aglio orsino, un piccolo vasetto comprato ad una fiera più o meno un'anno fa'. Del pesto d'aglio orsino troverete una descrizione ambiamente dettagliata da Stella di mare . Se non riuscite a trovarlo puo' essere sostituito con un semplice pesto al basilico o anche di solo prezzemolo tritato e mescolato con mandorle e parmigiano. La crostata tutta dai sapori "verdi" é risultata molto buona nella sua semplicità da preparare con un pizzico di attenzione. Eccovi la ricetta, vi consiglio di mangiare sia calda che fredda, adatta ad un pic-nic all'aria aperta.
Fagiolini piatti


Crostata di fagiolini piatti all'aglio orsino

300/400 g di fagiolini piatti
1 brisé
1 uovo
4 cucchiai d'olio evo
1 cucchiaio di pesto d'aglio orsino
4/5 c di parmigiano
10 fogli di menta
Per il croccante
2 c di parmigiano
2 c di pangrattato
1 cucchiaino di pesto d'aglio orsino

Lavare e sbollentare i fagiolini in acqua bollente salata per 5 minuti. Scolarli e metterli su un canovaccio pulito ad asciugare. Fare attenzione a che restino interi.
Preparare il condimento: in una ciotola sbattere l'uovo aggiungere 4 cucchiai di olio, il parmigiano, il pesto di aglio ursino; le foglie di menta lavate e tritate fini. Lasciare riposare per 10min.

Accendere il forno à 200°C.- Preparate la pasta brisé disponendola in una teglia rettangolare o quadrata, rivestita di carta forno. Eliminare i bordi in eccesso. Punzzecchire la base con i rebbi di una forchetta. Spennellare la pasta con il condimento e cominciare a dispore i fagiolini a strisce una vicina all'altra senza sovrapporte. Spennellare ancora con il condimento. Cotinuare a disporre i fagiolini e cosi' fino ad esaurimento degli ingredienti. Terminare aggiungendo tutto il condimento. Mescolare in una ciotola il pangrattato, il parmigiano ed il cucchiaio di pesto ( anche di basilico se non avete quello d'aglio ursino). Cospargere il tutto sopra i fagiolini ed infornare per circa 30 min, fintanto che la superficie diventi croccante e dorata. Servire sia calda che fredda.

Aggiornamento: Partecipo molto volentieri, con questa ricetta alla raccolta di Elena " Crumble....amore al primo assaggio" e la ringrazio per avermelo segnalato.




Version fraçaise
Crostata di fagiolini al pesto d'aglio orsino
Tarte aux haricots plats au pesto d'ail d'ours

Ingrédients:
300/400 g de haricots plats -1pâte brisé -1 oeuf -4 cuillères à soupe d'huile - 1 cuillère à soupe de pesto d'ail des ours -4 / 5 c parmesan -10 feuilles de menthe fraiches- Pour le crumble -2 c de parmesan -2 c de chapelure -1 cuillère à café de pesto d'ail des ours-

Lavez les haricots et les cuires à l'eau bouillante salée pendant 5 minutes. Égouttez-les et mettez-les sur un linge propre pour sécher. Faites attention qu'ils restent intacts.Préparer la sauce: Dans un bol, battre les œufs, ajouter 4 cuillères à soupe d'huile d'olive, le parmesan,le pesto d'ail des ours, et les feuilles de menthe lavées et hachées fin. Laisser reposer pendant 10min. Mettez le four à 200 ° C. - Etalez la pâte brisé dans un moule carré ou rectangulaire, recouvert de papier sulfurisé. Piquez la pâte avec une fourchette. Badigeonnez- la avec un pinceau de sauce et disposez les haricots en bandes les unes à côté des autres sans le superposer. Badigeonner de nouveau avec la sauce. Continuez avec les haricots de la même maniere, jusqu à ce que les ingrédients soient termines à la fin ajoutant toute la sauce restante. Mélanger dans un bol la chapelure, le parmesan et la cuillère de pesto ( ou de basilic, si vous péferez). Saupoudrez les haricots avec le mélange et cuire pendant environ 30 minutes, jusqu'à ce que la surface deviennent dorée. Servir la tarte chaude ou froide.
Crostata di fagiolini all'aglio orsino

martedì 9 giugno 2009

Il dolce della mamma alle fragole

My creation

Provo una immensa gioia,quando attraverso le griglie del cortile della scuola , al mattino, lascio mio figlio entrare nel suo mondo di compagni,di giochi, di maestri, di cultura. Lo osservo, mentre lui ancora non mi vede, lo osservo correre verso i suoi compagni di classe, lascia la cartella e comincia la sua "indipendenza" da noi, dalla sua famiglia. Provo una grande gioia nell'osservare la sua tanquillità, i suoi gesti di familiarità con i suoi compagni, la sua espressione distesa , sorridente. La sua serenità mi consola mentre io percorro la strada di casa, sapendolo al sicuro con se stesso ed in un'ambiente che abbiamo voluto per lui. Quando abbiamo potuto scegliere dove vivere, dove acquistare la nostra casa é stato proprio in funzione della scuola, la sua posizione, la sua sicurezza e la sua qualità di vita. Non sempre questo é possibile, siamo stati fortunati ma anche tanti sacrifici e difficoltà per poter arrivare a questo. Non ho sempre l'occasione di poter osservare mio figlio attraverso la griglia della scuola, al mattino é sempre un correre contro il tempo, accompagnarlo al centro alle 7.30, lasciarlo sulla soglia della porta, dargli un bacio velocemente e girare le spalle per correrre dall'altra parte della città ad accompagnare l'altro figlio al colleggio. Quando mi ritrovo in macchina da sola dopo averli "depositati", mi ripeto le due scene in testa per capire se ho fatto tutto bene se hanno preso la cartella e lo zaino dello sport , se Alex ha il telefonino e Vittorio ha la merendina...mi ripeto tutto per paura che qualcosa mi sia sfuggito dalla fretta e quando sento che tutto é a posto mi rilasso e vado al mio lavoro.
Dunque, questa mattina l'ho osservato finché la campanella suona l'ora di entrare in classe e...mi vede, corre vicino mi saluta con la mano, mi manda un bacio e corre con tutti gli altri a cercare la cartella lasciata in un angolo per entrare nel suo mondo, lontano dalla sua mamma e dal suo papa, dove noi non possiamo entrare, le suo mondo fatto per apprendere a camminare da solo.
Festa della mamma
Mi sono terribilmente commossa quando domenica scorsa, festa della mamma, qui in francia, m'ha offerto il suo lavoretto e la sua dedica...un vesetto con fiori di carta e "Mamma je t'aime"......ed un bacio grosso grosso.
Questa torta di fragole é stato il mio regalo per i bimbi ,molto gradito. Invero non era questa quella che avevo deciso di fare ma al momento della preparazione mi sono ritrovata, cosa rarissima, con solo 150 di farina bianca non potendo tirarmi indietro, sostituisco la differenza con della farina per briosche, ( manitoba) .Mi ritrovo con un dolce che sembra una briosce ma che in realtà doveva essere tutt'altro. Meno gonfia da permettere una decorazione a base di meringa...ma sarà per un'altra volta..... Il risultato non é stato per niente male, i bimbi, come già detto, l'hanno mangiata felicissimi. Scrivo la ricetta con le dosi "sbagliate".......ma prima che le fragole termineranno definitivamente, voglio fare anche l'altra versione.
Ho utilizzato lo stampo per crostata della SILIKOMART, che colgo l'occasione per ringraziare per avermi messo a disposizione dei prodotti davvero eccezzionali , difficile farne a meno, insostituibili per qualsiasi nostra preparazione , non solo per chi é esperto in cuicina , ma anche per chi come me improvvisa maldestramente. "

Torta alle fragole
Dolce alla fragole
Ingredienti: 4 uova intere freschissime - 150 g di farina doppio zero + 250 g di farina manitoba - 160 g di latte - 8 cucchiai d'olio evo - 1 bustina di lievito per dolci -1 bustina di zucchero vanigliato - 1 limone non trattato -200 g di fragole - zucchero a velo per decorare.

In una ciotola sbattere le uova con lo zucchero e la bustina di zucchero vanigliato, fino a rendere l'impasto spumoso, aggiungere l'olio e mescolare ancora tre minuti. Mescolare le due farine setacciate con la bustina di lievito. Aggiungerla all'impasto precedente poco per volta alternado con il latte. Aggiungere infine la scorza del limone grattugiata.vversare l'impasto nella forma in silicone o in una teglia imburrata ed infarinata, livellare bene e infilare le fragole, lavate e tagliate in quattro. Infornate a 180 °C. per 25 min circa, fare la prova dello stecchino. Raffreddare e servire cospargendo di zucchero a velo.

Good Morning BLOG

Piccola ma grande nota: Chiedo umilmente scusa a tutte quelle amiche foodbloggers che ultimamente mi hanno attribuito dei premi e che per mia sbadataggine, diciamo pure "perdita di memoria" non riesco più a focalizzare queli erano. Uno si, ricordo di aver ricevuto questo simpaticissimo bizzarro pupazzetto al quale devo attribuire un nome e a prima vista mi sembro esattamente io mentre gironzolo al mattino presto dopo , con oggi, 14 giorni di insonnia per cui penso che il nome più appropriato sia "Dodo' " che in francese si dice ai bimbi quando é il momento di andare a letto.



Version fraçaise
Torta alle fragole
Gâteau au fraises
- recettes prise sur le blog Paprika et Parmesan - adapté par moi même

Ingredients: 4 oeufs - 150 g de sucre - 150 g de farine type 55 - 250 g de farine pour brioches -
160 g de lait - 8 cuillères à soupe d'huile dolive - 1 sachet de levure chimique - 1 sachet de sucre vanillé - zeste de citron - 200 g environ de fraises

Mélangez au mixer les oeufs ave le sucre et le sucre vanillé jusq'à ce que le mélange soit mousseux. Ajoutez l'huile et mélangez encore 3 min; Mélangez les deux farines avec la levure et tamiser. Ajoutez au mélange oeufs en alternance la farina et le lait. Mixez encore à basse vitesse. Ajoutez le zeste de citron. Préparez un moule en silicone et versez-y le mélange,disposer les fruits coupés en quartiers. Enfourner à 180°C pour environ 25 mn (surveiller la cuisson à l'aide d'une pique). Laisser refroidir et parsemer de sucre glace.
Torta alle fragole
Si è verificato un errore nel gadget