lunedì 31 agosto 2009

Mozzarella Marinata

Mozzarella marinata
Version française en bas

E' oramai conosciutissima e apprezzata la mozzarella di bufala campana in Francia e per fortuna si trova facilmente da qualche anno a questa parte. Io la desideravo tanto tempi addietro, che quando rietravo in Italia era proprio la prima cosa che mangiavo . Qualche anno fà, un'amica napoletana me la porto diretamente da Napoli, della vera bufala dop -mezzo chilo di bontà! Oggi é facilmente reperibile anche nei super ed ai mercati e la compro tutte le settimane. Scontato mangiarla con i pomodori.

Questa non ricetta ma un modo di presentarla, é un'idea di Trish Deseine, che ho provato più volte cambiando le erbe aromatiche che la impregnano di profumi e quando la si presenta a tavola basta scolarla bene dall'olio che la immerge e gustarla senza null'altro. Un'ottimo piatto unico estivo...naturalmente l'olio si riutilizza per condire insalate.

Mozzarella marinata
Mozzarella marinata

Per una persona:
Una bella fresca mozzarella di bufala campana
Olio d'oliva extra vergine di ottima qualità
fior di sale, aglio, erbe aromatiche ,tutte quelle che preferite.
(io ho usato:del rosmarino, un peperoncino, del timo, erba cipollina, aglio e polvere di sumak, pepe verde in salomoia.)

In un bel boccale disporre la mozzarella ben scolata della sua acqua di conservazione. Riempire il boccale di olio fino a coprirla, aggiugere gli aromi e lasciare marinare per una notte, in frigo coperta con del film alimentare. Servitela il giorno dopo con una fetta di pane integrale e leggermente grigliato al forno.

Version française

Mozzarella aromatizzata
Mozzarella marinée
Recette prise sur le livre "Ma petite robe noire" de Trish Deseine

Ingredients pour une personne
1 boule de mozzarella bien fraîche e de la meilleure qualité.
15 cl environ d'huile d'olive viege extra.
fleur de sel, ail, herbes aromates (romarin,thym,ciboulette,sumac,piment,poivre vert,ail)

Dans un bocal disposez la boule de mozzarella bien égouttée. remplissez le bocal d'huil d'olive , les aromates, fleur de sel, poivre, ail...ecc. Laissez mariner une nuit. Serve-la le lendemain avec une belle tranche de pain de campagne grillée au four. Ne jettez pas l'huile, sa servirà pur assesonner une salade de tomates et achois par exaple...

giovedì 27 agosto 2009

Elga la Toscana e la Pappa al pomodoro

Version française de la recette en bas
Toscana
Svegliarsi in Toscana, sulle colline della Val D'Elsa, a pochi passi da San Gimignano, si respira un'aria da paradiso e...scusate.... non esagero.

Toscana
Erano le 6 del mattino ed io mi "attivo" con la luce, cioé, mi sveglio al primo piccolo accenno di colore rosa che filtra dalla finestra.... anche in vacanza, voglio che tutto il mio essere si possa impregnare di questi momenti, di silenzio, di benessere, ascoltando i lievi rumori delle prime ore del mattino.
Agriturismi in Toscana

Toscana


Toscana

Toscana

Toscana
Un caffé, un biscottino e fuori a fare scatti per imprigionare quest'aria, fresca, frizzante, mentre piano piano tutto, intorno, si illumina.

Toscana

Toscana
L'agroturismo "Il Mattone" a Ulignano che ci ha ospitati , mi ha regalato questa visione, uno spettacolo straordinario di colori.

Agriturismo in Toscana
Sarà, se vorrete farci visita, una sosta rilassante e benefica, sia per la grande generosità e la convivialità del proprietario che ci ha fatto trovare in camera dell'ottimo olio d'oliva di sua produzione e due bottiglioni di Chianti, ma anche per la tranquillità del luogo e la garanzia di trascorere delle vacanze in perfetta armonia con la natura.

Toscana - San Gimignano

Toscana- Agriturismo


Indimenticabile l'incontro con Elga che aspettavo con ansia e che ringrazio di vero cuore per avermi regalato una serata distesa, cordiale di grande simpatia come vecchie amiche a chiacchierare e d'affetto, facendo tanti chilometri per raggiungerci, soprattutto e voglio sottolinearlo, un grande GRAZIE a Stefano per la sua disponibilità a non farci mancare questo nostro ormai rituale, incontro. Dei momenti preziosi che Elga ha raccontato qui, anche dell'ottima cena ( c'era un profumo di funghi!!!!!) al "L"Antico Desco".
Me ed Elga

Ulignano - Girasoli
Prima di partire per il viaggio di ritorno, all'antico panificio di Ulignano, dove ci fermiamo, ormai da quattro anni, il panettiere oltre a consegnarci del buon pane appena sfornato ci consiglia di provare , le larghe fette bianche e tostate appena di due giorni con la famosa Pappa al pomodoro. Come potevo deluderlo?

Pappa al pomodoro
Pappa al pomodoro

Ingredienti per 4 persone

500 g. di pomodori maturi
2 spicchi d'aglio
sedano bianco
peperoncino
basilico
mezzo litro o più di brodo vegetale
olio extra vergine di oliva
300 g. di pane toscano raffermo

Rosolare l'aglio ed il peperoncino e il sedano tagliato a tocchetti, nell'olio, aggiungere i pomodori passati ed il basilico e farli cuocere per qualche minuto, aggiungere il pane tagliato a fettine sottili, mescolare bene e quando il pane avrà assorbito la salsa di pomodoro aggiungere il brodo bollente regolando il sale e il pepe. Far bollire per circa 15 minuti aggiungendo altro brodo se occorre. Lasciare riposare per circa un'ora, quindi mescolare bene per disfare completamente il pane. Servitela calda ma non bollente con un filo d'olio extra vergine d'oliva Toscano ed un ciuffetto di basilico.




Version française

Pappa al pomodoro
Pappa al Pomodoro
,
pour 4 personnes
500 g de bonnes tomates pelées et coupées grossièrement

300 g de pain , "Toscano" coupé en tranches épaisses (ou du pain rustique)
2 gousses d'ail hachées

1 branche de céléri
1 poignée de basilic haché

1 petit piment
1 demi litre de bouillon

huile d'olive

sel
poivre
Préparation
: Faire dorer légèrement l'ail, le piment et le celeri' coupé en morceau, dans l'huile bien chaude. Y ajouter les tomates avec leur jus. Laissez cuire quelques minutes. Incorporer ensuite les feuilles de basilic et le pain. Bien mélanger. Ajoutez le bouillon et poursuivre la cuisson encore 15 minutes jusqu'à ce que le pain commence à se défaire. Les morceaux de pain doivent toutefois rester suffisamment ferme. Si vous trouvez que la soupe est trop épaisse, rajoutez ancore du bouillon. Laissez-la réposer pendant un heure.
Servez-la chaude mais pas bouillante et arroser d'un filet de l'huile d'olive

lunedì 24 agosto 2009

Lenny e le sue foglie preziose

Version française de la recette en bas
Foglie di vite - Feuilles de vigne
Abbiamo attraversato chilometri di spiaggia e di sole, ettari di vigneti, colline ricche di storia e sempre in vista il mare, limpido e pulito della Calabria orientale. Una parte della Calabria che non conoscevo e grazie a Lenny ho finalmente potuto toccare raggiungendo la sua città del vino famosa grazie alla produzione di un vino doc il Ciro'. Un' estensione di vigneti favoriti da un clima fresco dato dalle colline e dolce dato dal mare, la citta Ciro' a una vista magnifica sul mare che ne dista solo 351mt....

Ciro'- Terrazza panoramica

Ciro' -Panorama

Ciro' - Vista panoramica -
....e poi Lenny, e dalla sua finestra di fronte. Una ragazza speciale, dolce con gli occhi azzurri e luminosi che spiccano in un contrasto magnifico con i folti capelli neri. La conosciamo bene Lenny dalla sua scrittura ricercata, per le sue particolari citazioni e racconti che descrivono sempre con molta attenzione le ricette originali, ma con ingredienti fedeli alla tradizione calabrese.
Milena, ci ha subito acconti con grande affetto e premura. Ci ha raccontato con passione e grande cultura della sua città, ci ha accolti nella sua casa con la sua famiglia dove la generosità era evidente fin dal primo contatto visivo; la sua mamma con il suo sorriso tenero ed un' abbraccio come se, noi, persone a lei familiari; il suo papà gentilissimo a sottolineare il benvenuto e sua sorella Anna ed infine i due nipotini di Milena che le giravano intorno.
Ciro' - Case
Una tavola imbandita per rinfrescarci e deliziarci ma anche per farci gustare i suoi piatti preparati apposta per noi. La torta di rose piccante,con la sardella che ho particolarmente adorato. I lampascioni, famose cipolline amare per me impossibili da trovare, deliziose preparate dalla sua mamma, i Fagottini ripieni, caldi da mangiare come stuzzichini, un rinfrescante aperitivo di melone che ho gradito tantissimo e, ancora, olive in salomoia e ancora melanzane a funghetto soprattutto, tantissima attenzione nei nostri confronti. Alla fine, prima di salutarci ed auguraci un'altro incontro per l'anno prossimo, mi regala, raccogliendole personalmente, una diecina di foglie di vite, tenere e profumate che accetto con moltissimo entusiasmo immaginando l'utilizzo che ne faro'.
Ciro' - Il Castello
Il Castello - Ciro' -
Scorcio di case - Ciro'
Un'incontro ricco di cultura e di tanta generosità....ringrazio infinitamente Lenny e la sua famiglia per il modo affettuoso di accoglierci e per i doni, delizie calabresi che portero' con me lungo il viaggio di ritorno.

I doni di Lenny

Piccola nota e cenni storici sulla citta di Ciro':"La città del vino sorge su un promontorio collinare, in provincia di Crotone, in quella che fu' la culla della Magna grecia, a 351 metri sul livello del mare....il suo centro storico é ricco di spettacolari scorci con piccole strade, sottopassaggi e scale...Il castello feudale che risale alla fine del XV sec., con le sue torri e le sue mura " e' la principaleattrattiva del paese" Dalla sua posizione elevata si gode un panorama suggestivo che spazia sui tetti delle case paesane e sul mare ( testo tratto dalla brochure dell'amministrazione comunale di Ciro')


vecchie case - Ciro'

Vecchie case unite una contro l’altra, divise da piccole stradelle, vicoletti, scalinate sottopassaggi, molto suggestivi che hanno attratto la mia macchina fotografica, case purtroppo quasi tutte abbandonate dagli anziani proprietari o dagli eredi che hanno preferito abitare la città vicino al mare « Ciro’ Marina » più moderna e confortevole di servizi.

"….ma qui le cose sono secolari e sono antichi gli usi e come un gran guerceto gli uomini stanno immobili e non sanno che cosa mutare. ( da Terra Nativa – L. Siciliani"

foglie di vite - feuilles de vigne

Involtini di foglie di vite con riso alla menta

(Dolmadakia Yialantzì - ricetta greca - idea presa su GialloZafferano)

Per 10 foglie di vite

1 limone

200 g di riso Vialone

1 piccola cipolla

1 cucchiaino di menta tritata fine

olio evo

pepe-sale

Lavate bene le foglie di vite e dopo averle scottate nell'acqua bollente ( appena un minuto) lasciatele scolare per bene.
Nel frattempo preparate il ripieno facendo rosolare in una padella la cipolla tritata finemente fino a farla appassire, con 2 cucchiai di olio.
Aggiungete poi il riso e la menta, salate e pepate, aggiungete mezzo bicchiere d'acqua e lasciate cuocere il tutto per 10 minuti mescolando ogni tanto per non fare attaccare il riso.
Lasciate quindi raffreddare l'impasto ottenuto e, quando sarà freddo, mettetene un cucchiaino in ogni foglia disponendolo all'estremita dove c'è il gambo.
Ripiegate quindi la foglia prima ai lati e poi arrotolatela per far si che il ripieno non possa uscire.
In una teglia formate uno strato di foglie di vite e poggiateci sopra i vostri involtini di vite aggiungendo un mezzo bicchiere d'acqua e il succo del limone.
Copriteli con un coperchio, o un piatto, in modo da tenerli fermi durante la cottura e infornateli per 1 ora e mezzo a 120°.
Fateli quindi raffreddare e servite freddi.


Stampa la ricetta


Version française
Foglie di vite - Feuilles de vigne

Feuilles de vigne farcies (Dalmadakia Yialantzì)
10 de feuilles de vigne
1 petit d'oignon
huile d'olive
250 g de riz,
10 feuilles de menthe hachée
le jus d'un citron
sel, poivre.


Préparation
Ebouillantez les feuilles de vigne jusqu'à ce qu'elles s’attendrissent un peu, puis égouttez-les.

Faites revenir les oignons frais émincés dans 2 c à s d'huile après ajoutez le riz, la menthe et 1 tasse à thé d'eau, salez et poivrez.
Cuisez cette farce environ 10 minutes, puis laissez-la refroidir. Enroulez chaque feuille de vigne avec 1 cuillère à dessert de ce mélange.
Il est important de retrousser les bords au moment de cette opération car la farce ne doit pas se disperser à droite et à gauche mais doit rester bien envelopper.
Posez délicatement les Dolmades dans une cocotte, versez par-dessus le jus de citron et une demie tasse d'eau.
Recouvrez d'une assiette et faites les cuire au four à 120 c° ,environ 1h,30 mn.
Foglie di vite - Feuilles de vigne

Imprimer la recette

venerdì 21 agosto 2009

Linguine con cipolla di Tropea,tonno e limone

Linguine con cipolla,tonno e limone
Version française en bas

Quella linea invisibile che separa la frontiera italiana dalla frontiera francese....quel pannello blu con scritto "Francia"e le dodici stelline color oro , vedo scorre voloce mentre sull'autostrada percorriamo i chilometri che ci riportano a casa, mi fà , ogni volta, un'effetto strano. Non so' descrivere lo stato d'animo che ho in quel preciso momento, avverto un roviglio di nodi che si contorce nello stomaco e poi il pensiero, indietro ,a ripercorrere le vacanze. Inevitabilmente una lacrima scende che nascondo bene sotto gli occhiali da sole. Avrei dovuto abituarmici....dopo 15 anni, succede puntualmente questa cosa. Mio marito, forse se ne accorge, poi dice:" domenica se farà bello andremo a passeggiare a Parigi"; sà ormai, che per qualche giorno avro' pensieri distanti.

L'Italia é bellissima ed i posti che visitiamo, sempre ce lo confermano. Anche la Francia é bellissima, strade ampie, lunghissime, corsie pulite che sembrano interminabili, sia da un lato che dall'altro lato vasti campi incredibilmente ordinati, sembrano disegnati. Il cielo sembra più grande, immenso e sempre nuvole bianche che lo macchiano.

Siamo stanchi ma siamo a casa e ritroviamo il nostro ristoro nelle piccole quotidianità lasciate 20 giorni fa. I bimbi sono felici di poter dormire nei loro lettoni e ritrovare anche il gattino Mouffy, diventato gattone grazie alle cure e alle coccole della gentile signora Natalie; lui pero' si nasconde, il gattone, non sembra molto contento, si sà i gatti con il loro animo indipendente stanno bene dove trovano coccole e soprattutto crocchette , ma lentamente e per fortuna si scioglie alle nostre attenzioni e comincia anche lui a ritrovare il suo territorio lasciato.
Mouffy

Ora non mi resta che disfare le valigie, riporre tutto nell'armadio per l'anno prossimo lasciandoci anche il profumo del mare e preparare il primo pranzo, presto é mezzoggiorno ed i bimbi hanno tantissima fame.

Linguine con cipolla,tonno e limone

Linguine con cipolla di Tropea, tonno e limone

per 4 persone

400 g di linguine
160 g di tonno all'olio d'oliva
2 cipolle medie di Tropea
4 cucchiai d'olio d'oliva evo
un peperoncino
un limone non trattato

In una larga padella ho versato l'olio ed ho fatto leggermente appassire la cipolla, dopo averla lavata e tagliata ad anelli non troppo sottili, a fuoco vivo. Ho aggiunto la buccia del limone tagliata con il rigalimoni, il peperoncino piccante tagliato a pezzetti ed un pizzico di sale, ho spento il fuoco dopo due minuti appena. Ho aggiunto il tonno eliminando l'olio in eccesso e riducendolo a pezzetti.
Nel frattempo fatto cuocere le linguine al dente, versaldoli, a fine cottura, direttamente nella padella con la salsina. Ho aggiunto il succo di mezzo limone e dopo aver spadellato le linguine per farle ben impregnare della salsa le ho servite subito.
Stampa la ricetta





Version française
Linguine con cipolla,tonno e limone
Linguini aux oignons, aux thon et citron

pour 4 personnes
400 g de pâtes "linguini"
160 g de thon à l'huile d'olive
2 oignons rouges moyens de Tropea
4 cuillères à soupe d'huile d'olive
un piment
un citron non traité
sel

Dans une grande poêle, versez l'huile ,ajoutez les oignons coupés en rondelles, les faire dorer à feu vif. Ajoutez le zeste du citron, le piment coupé en petits morceaux et une pincée de sel, laissez dorer deux minutes. Ajoutez le thon. Mélangez bien.
Pendant ce temps faire cuire les pâtes al dente. Égouttez puis mélangez-les rapidement à la sauce directement dans la poêle. Ajoutez le jus d'un demi citron et faites sauter les pâtes pour les faire amalgamer dans la sauce, servir immédiatement.

Linguine con cipolla,tonno e limone
Imprimer la recette

lunedì 17 agosto 2009

Cartoline e arrivederci

Calabria
Ho lasciato respirare ancora una volta la mia pelle e riposato la mia mente
Pelle all'aria

Collage di Picnik
Ho passeggiato e raccolto immagini di memoria.
Collage di Picnik

Calabria antica

Ho incontrato e chiacchierato come da sempre so' chiacchierare.
vivi
Ho raccontato di me ma ho soprattutto ascoltato i rumori di questa terra.

Ho fotografato ancora immagini che conservero' , rivedro', tentero' di raccontare.
Ciro' il Castello
E poi un nuovo incontro che raccontero'.

Calabria

Ora uno stacco breve per poter ritrovare un'equilibrio distante.
Si è verificato un errore nel gadget