giovedì 14 gennaio 2010

Bara Brith: Pane al tè e frutta secca

Bara brith cake

Version française de la recette en bas
Era a Natale che avrei dovuto farlo questo dolce ed é da Natale che mi sforzo di non mangiare dolci...( pure voi vero?) ma con questo freddo!!!....(scusate se mi lamento spesso di cio', sono lagnosa lo so', non sopporto battere i denti e gelarmi le mani appena esco da casa).... é difficile fare a meno di qualche caloria in più ed inoltre questo dolce mi stava nel cuore e sotto gli occhi da qualche mese perché sapevo per certo che me lo sarei divorato, e cosi' é stato, fetta dopo fetta me ne son mangiata quasi la metà da sola e tutto il lavoro e gli sforzi di tentare di ridurre il girovita sono andati a farsi benedire :( , meno male che ho ripreso  il corso di  ginnastica ;)!!!
Questo pane dolce é di origine gallese. Veniva preparato alla fine di una giornata di panificazione, in genere una volta alla settimana, mescolando della frutta secca all'ultimo pezzo di pasta lievitata , delle spezie dolci e del tè nero per essere gustato appunto all'ora del té e spalmato di miele o di burro.
Bara brith cake
Bara Brith
Tratta dal libro"épices" di manisha gambhir harkins


275 g di frutta secca assortita ( uvetta, limone candito, arancia candita, albicocche e ciliege ecc)
325 ml di té nero caldo
325 g di farina
2 cucchiaini di lievito per dolci
1 cucchiaino di spezie dolci (cannella-chiodi di garofano-macis-noce moscata)
100 g di burro fuso
100 g di zucchero muscovado o di canna scuro
1 cucchiaio di miele ( io ho messo del vino cotto di fichi)
1 uovo

Mettere la frutta secca in un piatto e versarvi il tè caldo, lasciare in infusione per 30 min, poi togliere la frutta secca e filtrare il té, metterlo da parte.
Mescolare la farina, il lievito e le spezie in un grande recipiente. In una ciotola versare il burro fuso, il tè nero e lo zucchero, il miele (vino cotto) e mescolare bene. Aggiungere l'uovo sbattuto e la frutta secca e poi mescolare bene. Versare progressivamente quest'ultimo impasto nella farina e mescolare bene ottonendo un'impasto abbastanza liquido. Versate l'impasto in uno stampo da plumcake imburrato ed infarinato o con carta forno e infornate in forno preriscaldato a 160° C. per 1h e 15 min., fino a che la lama del coltello ne fuoriesca asciutta e la superficie del dolce uniformemente dorata  Il Bara Brith deve essere scuro e morbido. Toglierlo dal forno e farlo raffreddare su di una griglia. Lasciate riposare prima di servirlo a fette spesse e spalmandolo di burro a accompagnatelo con un ottimo té inglese.

Aggiornamento: dopo vari suggerimenti  accolti con vero piacere, partecipo con questa ricetta al contest di Susina La streghetta in cucina...Tea recipes  che scade il 28/02/10 - Raccolta di ricette con ingrediente fondamentale il té.

Version française
Bara brith cake

Bara Brith - Pain doux du Pays de Galles
Du livre"épices" di manisha gambhir harkins
275 g de fruits secs assortis ( raisin et zeste de citron et d'orange, cerises sechées par exemple)
325 ml de thé noir chaud
325 g de farine
2 c à c de levure chimique
1 c à c de mélange d'épices
100 g de beurre fondu
100 g de sucre muscovado ou de secre roux en poudre
1 c à s de miel ( moi j'ai mis du vin cuit de figues)
1 oeuf battu
Mettez le fruits secs dans un plat creux, ajoutez le thé noir chaud, laissez tremper 30 min, puis égouttez les fruits et réservez le thé.
Mettez la farine, la levure et le mélanges d'épices dans un grand plat creux et mélangez bien. Dans un autre plat creux, mettez le beurre fondu, le thé, le sucre, le miel et mélangez bien. Ajoutez l'oeuf battu et les fruits, puis mélangez. Versez progressivement le mélange de fruits dans la farine et incorporez-le jusqu'à former une pâte assez liquide. Verserz la pâte dans un moule à cake recouvert du papier sulfurisé et place-le dans una four préchauffé à 160°C. et faites cuire 1h,15. Verifiez que la lame d'aun couteau plonge é dans le gâteau ressorte propre e que le dessus soit uniformément brun. Le Bara Brith doit étre foncé et moelleux.
Retirez du four et placez sur une grille. Laissez reposer avant de servir. Coupez des tranches épaisses, tartinez-les de beurre et accompagnez d'un thé.

19 commenti:

Lory ha detto...

Ciao Mari questo dolce non lo conosco,ma di sicuro deve essere una cosa sublime spalmato con della marmellata,una bella tazza di tè caldo e il freddo si allontana ;-)
Devo assolutamente provarlo io adoro fare colazione con i mie la adomenica mattina e loro gradiscono molto dolci come questo!
Buon WE ;-)

crumpetsandco ha detto...

Che buono!
l'avevo assaggiato in Galles! mi hai fatto venir voglia di riprodurlo!:)

ciao

Terry

Genny G. ha detto...

mi piace l'idea del tè nell'impasto...mi piace un sacco...nn conosco questo dolce ..per ora:DDD

fantasie ha detto...

Perché non partecipi alla raccolta di Susina sul tè? Qui il link: http://lasusinaontherocks.blogspot.com/2009/10/il-mio-primo-contest-partecipate.html
Baci
Stefania

manuela e silvia ha detto...

Ciao! non ci crederai ma lo abbiamo fatto anche noi giusto qualche giorno fà! ecco...non avevamo il tè ma della farina nera....
Fantastico davvero!
baci baci

Olivia ha detto...

Mmm...Bontà!!!Non sono un'amante dei canditi nelle torte ma proprio l'altro giorno mi è capitato di assaggiare una torta simile, e mi sono ricreduta! Ma non credo che nell'impasto ci fosse il tè che invece mi incuriosisce molto!!!
Proverò!

Carolina ha detto...

Che meraviglia questo pane dolce!
Concordo con te: con questi freddi invernali un dolce del genere ci vuole proprio per rifocillarsi...
Ho visto che parli di tè nero. Ritieni che ce ne sia uno in particolare che si adatti bene? Ad esempio earl grey?... Oppure si possono scegliere anche miscele aromatizzate (arancia, albicocca,...)?
Grazie mille e scusami per tutte queste domande...
Ti auguro un buon fine settimana!

Gloria ha detto...

Non lo conosco ma rientra perfettamente nei miei gusti!Sarei curiosa di sfogliare questo libro...

Ciboulette ha detto...

non sei lamentosa per nulla considerando che adattarsi dal sole della Calabria al freddo di Parigi non e' cosa da tutti :))

Ho comprato lo zucchero muscovado sabato e non l'ho ancora aperto, ma mi sembra simile alla cassonate belga (tipo vergeoise francese) e sono curiosissima...tempo che il mio forno carbonizzerebbe questa meraviglia, accidenti... (( Devo chiamare l'assistenza uff, scusa per la considerazione tra me e me :)
Un bacio grande, e non ti preoccupare per il girovita, che sei bellissima, e poi c'e' la ginnastica..pure quella del tran tran di tutti i giorni :))

il sapore del verde ha detto...

buonissimo... che bello, lo devo provare assolutamente, mi incuriosisce tanto. Grazie. Deborah

Saretta ha detto...

Io come te non riesco a smettere di mangiare dolci sigh!Ma si vive una volta sola suvvia!!
Questo pane me lo segno, potrebbe essere un'ottima alternativa al pandolce che ho fatto col latticello(e che mi pappo sempre da sola..)bacione

CucinaItaliana ha detto...

Partecipa anche tu al concorso de La Cucina Italiana:
LA TAGLIATELLA NAZIONALE

Per info:
http://www.lacucinaitaliana.it/default.aspx?idPage=862&ID=337208&csuserid=2112&ar=

Scade il 10 Febbraio 2010.
Buon lavoro!

Elga ha detto...

Ciao stellina, questo panne ricco e colorato non può che mettere di buonumore oltra che scaldare dal freddo!

campo di fragole ha detto...

Un'altra delle tue deliziose novita'.!
Ciao Patty, e' bello ritrovarti con tutte le tue ricette qui sul blog... io dopo tanto tempo mi riconnetto solo per leggere qualche amica qua e la'.... Ho letto tutte le tue ultime ricette, mi ha incuriosito questo film di cui parli che qui mi sembra non ci sia ancora...
Ti abbraccio e spero di riprodurre presto una delle tue ricette.
Baci
D

Lo ha detto...

uhhhhhhh signur che liberazione sentirti dire che si ha bisogno di qualche dolce per questo freddo...perchè anche a me capita che nonsotnate i buoni propositi non resisto....questo tuo cake è meraviglioso!

Romy ha detto...

Se mi conosci anche solo un pochino, saprai sicuramente quanto sia rimasta affascinata e conquistata da questa ricetta! Conto di provarla al più presto...Baci :-)

Federica ha detto...

davvero particolare!! non mi resta che provare!

colombina ha detto...

delizioso... anche secondo me dovresti partecipare a http://lasusinaontherocks.blogspot.com/2009/10/il-mio-primo-contest-partecipate.html è così stuzzicante!!!

Susina "strega del tè" ha detto...

aggiunta alla raccolta!! e in bocca al lupo!! ^^

Si è verificato un errore nel gadget