lunedì 1 marzo 2010

Quello che mangiano i miei figli - Penne alle melanzane come le faceva mia nonna

Penne alle melanzane
Version française de la recette en bas
"Mamma, posso cucinare?" - Sussulto mentre mio figlio, dietro le  spalle mi lancia questa frase. Ero tutta immersa nella realizzazione del pranzo domenicale senza ancora un'idea precisa e questa frase mi rende quasi euforica...li' per li' realizzo poco, poi mi volto, sorrido a mio figlio che quasi timido, con le mani in tasca  ripete la frase, sussurrandola e come  scusandosi di disturbare.
Lo guardo dalla testa ai piedi e...:),"lavati le mani che facciamo le penne della nonna, della tua bisnonna".
Le penne alle melanzane fritte come le faceva  mia nonna fatto anche da tante altre nonne e di certo molte di voi già conoscono questo piatto tipico dei giorni illuminati dal sole, pieno di profumi d'estate,  che mia madre mi ha insegnato quando ero piccola, raccontandomi la storia....
Mia nonna, era cuoca, aveva un ristorante che gestiva con il nonno a gran fatica in tempi molto lontani, di grandi sacrifici e difficoltà finanziarie, di miseria in seguito al  grande orrore della guerra mondiale, mia madre ricorda con pena e sofferenza quei bui periodi e di quando hanno dovuto vendere.... e poi la nonna si é ammalata.
Non ho avuto modo di conoscerla bene, é andata via che ero troppo piccola per comprendere. Un vago ricordo della sua figura minuta e  un dono, i profumi di una cucina sana e semplice.
Mentre  racconto questo a mio figlio: "Corri vatti a lavare bene le mani che si comincia".

La ricetta é molto semplice da realizzare , mi sembra pure banale pubblicarla ma ho pensato che sia giusto qualche volta ricordarci di quanto siano buone e gustose le ricette della nostra tradizione che spesso mettiamo da parte e " scordiamo" per  cercare disperatamente di inserire ingredienti curiosi, innovativi e a volte anche insoliti e sorprendenti, nelle nostre pietanze. Infondo, la cucina di tutti i giorni  é quella dei piatti più semplici. E, sono stata  anche fortunata a trovare le melanzane  violette e  tonde dalla Sicilia, che , finalmente, trovo di tanto in tanto al mercato a partire da questo mese, non ho l'abitudine di comprare frutta e verdura fuori stagione e non potevo certo  resistere all'insegnare mio figlio un piatto della tradizione familiare e poi....scusate , come si fà a dire no ad una richiesta del genere?

Penne con le melanzane fritte
per 4 persone
300 g di penne rigate
1 grossa melanzana 
500 g  di passata di pomodoro
1/2 cipolla di Tropea
uno spicchio d'aglio
prezzemolo ( meglio basilico ma non ne avevo a disposizione)
olio evo
farina qb
sale pepe
Parmigiano Reggiano

Lavare e tagliare le melanzane a fettine non troppo sottili. Metterle in un scolino con il sale e lasciarle riposare per 30min.- Intanto preparare la salsa di pomodoro con poco olio evo, la cipolla tragliata fine, lo spicchio d'aglio schiacciato ed un cucchiaio di prezzemolo tritato. Far rosolare poco e versare la passata di pomodoro. Salare e cuocere una 10 di minuti.
Lavare i filetti di melanzane dal loro sale con acqua fresca e metterli ad asciugare su di un canovaccio o carta assorbente. Preparare la padellina con poco olio evo, infarinare i filetti di melanzane e farli dorare poco per volta nella padellina. Devono risultare ben dorati. Disporli successivamente su carta assorbente. Appena la salsa di pomodoro é cotta aggiungete i filetti di melanzane fritte.
Cuocere la pasta in abbondante acqua salata e toglierla al dente. Condirla con la salsa alle melanzane e spolverare di formaggio parmigiano grattuggiato e pepe nero.

Piccola nota: Questa ricetta và ad arricchire la rubrica "Quello che mangiano i miei figli" creata per facilitare le mamme che come me vogliono far apprezzare ai propri figli il mangiare sano ed equilibrato proponendo dei piatti semplici con  verdure e legumi, offrendo loro la possibilità di amare il cibo in tutti i suoi aspetti, variando il loro menu',colorando i piatti, arricchendoli  di aromi e spezie - Se avete dei piatti che i vostri figli mangiano volentieri, pubblicando la ricetta sui vostri blog e facendo riferimento a questa rubrica, io li aggiungero' alla lista delle ricette con il vostro link.



Version française
Penne alle melanzane
Pâtes aux aubergines 

pour 4 personnes
300 g de pâtes "Penne"
1  grosse aubergine
500 g  de sause tomate
1/2 oignon rouge
1 gousse d'ail
persil ( de préférence du basilic)
farine 4/5 càs
huile d'olive
sel e poivre
parmesan râpé

Lavez les aubergines, et coupez-les dans la longueur en tranches fines,puis mettez-les dans une passoire, salez et laissez-les dégorger pendant une demie heure.Rincez-les à l'eau fraiche et disposez-les sur du papier absorbant.
Pendant ce temps préparer la sauce tomate avec un peu d'huile, avec l' oignon coupé fin, la gousse d'ail écrasée et une cuillère à soupe de persil haché. Rissoler légèrement et versez la sauce tomate. Ajouter le sel et cuire à 20 minutes.
Faites frire les aubergines après les avoir passé dans la farine, dans une poêle avec 2 cuillères d'huile d'olive.Faites-les dorées de chaque côté et au fur et à mesure disposez-les sur du papier absorbant.Une fois la sauce tomate  cuite  ( 10min)ajoutez les aubergines frites.
Entre-temps, versez les pâtes dans l'eau salée et bouillante.
Remuez les pâtes de temps en temps.Egouttez les pâtes avant de les mettre dans la casserole contenant la préparation tomates-aubergines.
Mélangez doucement le tout, faites cuire quelques instants sur feu doux, et versez dans un plat préalablement chauffé.
Ajoutez le restant d'aubergines pour la décoration.

20 commenti:

Genny G. ha detto...

è un piatto che ha un sapore in più....

Babs ha detto...

ciao patrizia
il piatto è meraviglioso, ricco e gustoso, il fatto poi che i figli vogliano cucinare è sempre una soddisfazione! ciao, buona settimana!

Simo ha detto...

..hanno proprio ragione i tuoi figli ad adorare questo piatto...è a dir poco divino!
Che bello avere dei piccoli aiutanti in cucina...
un abbraccio e buon lunedì

manuela e silvia ha detto...

Ciao! eh si, le nonne hanno insegnato anche a noi le ricette migliori! anche se come le facevano loro...impossibile replicare!
ottima questa apsta: riocorda l'estate..am davvero gustosa!!
un bacione

Gloria ha detto...

Credo sia giusto pubblicare anche quelle ricette che fanno parte della tradizione... Spesso reputiamo alcune ricette semplici e banali, ma credo che in fondo certe ricette non sono mai banali!

Alem ha detto...

anche mia nonna le faceva così.. buonissime!

Luciana ha detto...

Buongustai i tuoi figli!!! Ci credo che se lo divorano questo piattino, dall'aspetto dice tutto...è buonissimo...e poi il fatto che sia una ricetta di tua nonna, e quindi di famiglia, la rende ancora più saporita...complimenti tesoro...un bacione Luciana

dolci a ...gogo!!! ha detto...

buono questo piatto lo faccio spesso anch'io e poi che bello condividere la passione per la cucina con i propri figli!!bacioni imma

Elga ha detto...

Chissà che bontà! E' stato l'ingrediente magico, quello che non è finito in pentola! Un bacio a tutti

Rosa's Yummy Yums ha detto...

Un plat dont je raffole! Molto deliciozo!

Baci e buona settimana,

Rosa

terry ha detto...

Mai nessuna ricetta è banale...anzi, sempre nuovi spunti ed idee!
questa mi ricorda una pasta che con mia mamma facevamo spesso d'estate...mi piace il tocco della cipolla di tropea che proverò la prossima volta!
:)

Loca bonga in cucina ha detto...

Buongustai i tuoi figli!!! Vado matta per questa pasta, la faccio spesso!
Ciao Arianna

Federica ha detto...

Ma quante cose buone nel tuo blog!
Ti ho appena scoperta..e adesso vado a fare un giro approfondito..complimenti!

Max ha detto...

Questo è uno dei piatti che una volta provato non si mollano mai per la sua armonia di sapori, brava bel piatto e complimenti per il tuo blog.

Max ha detto...

Grazie cara per il passaggio da me, questo piatto da te presentato ha odore di casa mia, certe cose si percepiscono al volo, baci e buona giornata.

Francesca ha detto...

Mi piace assai....ricetta semplice e deliziosa!
Mi piace molto l'idea delle melanzane infarinate....la voglio provare.

Milena ha detto...

Un piatto buonissimo che riscuote sempre consensi ....
Buon sangue non mente: hai ereditato dalla nonna l'abilità e l'istinto ai fornelli :-)

Romy ha detto...

Nessun piatto è banale, specialmente quando si ammanta di ricordi così teneri e dolci....Grazie di aver condiviso con noi questa ricetta che ti è così cara! un bacione :-)

marina ha detto...

Une recette aux parfums du passé, mais si vivaces encore pour toi...très bel hommage à ta nonna et émouvante transmission à ton fils...on se reconnait toutes un peu je crois... Cara Mariluna, bisous ..

Sarah ha detto...

Questo piatto lo mangio sempre con gran gusto, perché è uno di quei sughi mediterranei che tanto amo.
E poi, giustamente, si può mica dir di no a una richiesta tanto dolce!

Si è verificato un errore nel gadget