giovedì 1 aprile 2010

Crostata di kiwi

Tarte kiwi
Version française de la recette en bas
Mi picerebbe avere un'albero di kiwi, mi piacerebbe avere un'albero con tutti i frutti, anzi mi piacerebbe avere un frutteto, sorvegliare i germogli, curarli dal gelo e dal vento e vederli fiorire, vedere nascere i piccoli fiorellini profumati lievemente e poi i frutti e vederli crescere e coglierli alla loro giusta maturazione e mangiarli direttamente dal mio albero, e farne confetture. Tutto questo mi piacerebbe ma invece non é cosi' e quando compro della frutta so' già che é stata raccolta molto tempo prima della sua maturazione al sole. Rinchiusa in celle frigo, in alcuni casi,viaggia molto per raggiungere tutti i posti del mondo. Quando scelgo la mia frutta , la tasto, la profumo, a volte l'assaggio, come per le fragole ,l'uva, l'ananas, pronte in un vassoio per noi aquirenti , ma lo sento é già morta da un pezzo, belli fuori e morti dentro, troppo matura o troppo acerba .

Difficile scegliere la frutta ed ora che la primavera é "quasi" inoltrata ,dovrebbe arrivarci a casa  più fresca possibile, profumata, viva, cosi' almeno spero quando compro dei kiwi che a quanto pare ci arrivano dall'Italia che detiene il primato per la produzione mondiale a seguire la Francia e a quanto pare, ancora, i kiwi vengono raccolti in autunno per arrivare alla giusta maturazione proprio in primavera estate......bene allora ci siamo!

Crostata di kiwi
Per 6 persone
Per la pasta di base
250 g fi farina 00
60 g di zucchero a velo
60 g di amaretti ridotti in polvere
45 g di burro
1 uovo
3 kiwi
Per la crema
250 g di panna fresca
3 rossi d'uovo
50 g di zucchero
un baccello di vaniglia
40 g di cocco in polvere
4 kiwi
Preparare la pasta di base: mescolare tutti gli ingredienti insieme formando una palla da far riposare in frigo per mezz'ora.
Preparare la crema: Sbattere i rossi d'uovo con lo zucchero, aggiungere i grani della vaniglia, versare la panna e poi la farina di cocco. Tagliare i 3 kiwi a pezzetti e mescolarli nella crema.
Preparare una teglia con carta forno e sistemarci la pasta, livellandola con le mani, riempirla di ceci secchi e farla cuocere in bianco nel forno riscaldato a 180°C. per 20 minuti. Lasciarla raffreddare. Versarvi la crema e passare il tutto in forno per altri 15 min. a 200°C.
Tagliare i kiwi a rondelle e disporli sulla crostata, a piacere spennellate con della confettura di vostra preferenza.
Version française
Tarte aux kiwi
Tarte aux kiwis
Pour 4 à 6 personnes :
Pour la pâte sablée :
250 g farine
60 g sucre glace
60 g di amarettis sec émietté
45g de beurre
1 oeuf
3 kiwis
Pour l'appareil :
250g crème liquide
3 jaunes d'oeufs
50 g de sucre
1 gousse de vanille
40 g de poudre de noix de coco
4 kiwis

Faites la pâte sablée. Mélangez les ingrédients dans une jatte et formez une boule, réservez au frigo pendant une demi heure.
Préparez l'appareil: battez les oeufs avec le sucre,enlevez les graines de la vanille et ajoutez-les dans la jatte puis ajoutez la crème et la poudre de coco. Coupez 3 kiwis en petits morceaux et mélangez-les dans la crème.
Foncez le moule avec la pâte sablé et faites-la précuir  en blanc, pendant 20 minutes à 180°C. Laissez refroidir.
Remplir le moule avec l'appareil et faites cuire 15 minutes à 200°.
Eplucher les kiwis et les découper.
Déposer les kiwis sur la tarte, glacer et napper à la confiture

19 commenti:

Tina ha detto...

La tua crostata è una goduria sia per l'occhio che per la gola. Non avevo mai visto una crostata coi kiwi. Bella idea! Auguroni, Buona Pasqua!

terry ha detto...

é bellissima.... che peccato non potermela mangiare... ho un problema coi kiwi... mi irritano il palato e la lingua...non so perchè... ho provato perfino a centrifugarli...niente!!! ...mi dispiace perchè son anche buoni!!!
comq torta stupenda!

Babs ha detto...

wow.... mi piace molto l'impasto base con gli amaretti. mi piace tantissimo la crema.... in prtica è tutta da provare!
si certo, mi piacciono anche i kiwi!
:-)

Milena ha detto...

Adoro i kiwi e mi piace molto questa profumatissima crostata :)

Alem ha detto...

che colore meraviglioso questa crostata!

silvia ha detto...

capita che si pensi a una cosa e si trovi qualcuno che pensa praticamente la stessa cosa. ieri selezionavo nella cassa dei kiwi quelli troppo maturi e non volendo buttarli ho pensato che ci faccio? ho ancora marmellata da finire e pensavo che non li voglio buttare e pensavo che sono fortunata a vivere in mezzo a tanti alberi da frutta. a spiarne il percorso stagionale. ho raccolto personalmente i miei kiwi tra quelli scartati perchè non rispondenti alle caratteristiche del mercato. li conservo in casse nascosti alla luce e mangio kiwi nostrani e buonissimi da inizio novembre a fine maggio. hai ragione, il sapore della frutta è completamente diversa se colta dal ramo. non si può immaginare proprio. questa crostata sarà la mia. e ti manderò in qualche modo una foto dei "kiweti" attorno a me.

Onde99 ha detto...

Quant'è vero quello che scrivi, Mariluna: anch'io, come te, ho raramente l'opportunità di assaggiare della frutta *vera*: il più delle volte la consumo unicamente come medicina, per le fibre e le mucillagini, che conserva, anche in assenza di vitamine, malgrado il trattamento scriteriato subisce. Ma in quanto a gusto, la frutta coltivata e raccolta con amore o quello spontanea non ha pari, come anche i dolci che si possono realizzare con essa. Questa crostata sprizza gioia e profuma anche in foto!

dolci a ...gogo!!! ha detto...

che delizia questa crostata piena di frutta vera e golosa!!!!bacioni imma

Gloria ha detto...

Mi piace l'aggiunta della farina di cocco nella crema, mai provato con il kiwi ma non deve essere affatto male, anzi! Anche a me piacciono molto i kiwi, li trovo anche bellissimi tagliati a fettine!

Edda ha detto...

Viva le crostate ;-) Mi piace questa ricetta che spazia nei vari modi di fare le crostate con il tocco finale della freschezza verde. Baci

Anonimo ha detto...

io posseggo alberi da frutta e anche i kiwi, peccato sia allergica. La tua ricetta della crostata mi ispira, chissa se posso mettere sopra frutti rossi, che posso mangiare.
proverò. Maria

Ciboulette ha detto...

devo inaugurare le palline di ceramica, colevo fare una crostata di frutta di cui Vinc e' ghiotto, e questa e' perfetta, grazie :))

Frutta belal fuori e morta dentor, terribile ma vero tante volte, anche qui :(
Un bacione!

Mariluna ha detto...

@Cibou...si le palline di ceramica, metti prima un foglio di carta forno, altrimenti restano appiccicate nell'impasto m'é successo!

@Maria...é vero molti sono allergici ai kiwi é un vero peccato...che meraviglia aver un frutteto! La crostata é versatile, certo che puoi usare anche le fragole per esempio :))

@Edda...;)

@Gloria,@Imma...grazie mille ^^

@Onde...quando ero in Calabria mi capitava spesso di andare a raccogliere frutta nei frutteti era una goduria, in questi periodi mi viene sempre la nostalgia...:)

@Silvia...grazie mille del tuo pensiero, verrei volentieri se solo potessi nel tuo kiweto, chissà forse un giorno..aspetto le tue foto :)

@Milena,@Alem, @Babs,@Terry...:) grazie

@Tina...purtroppo alcuni sono allergici a questo frutto, strano pero' che ti piaccia pur avendo fastidio...:)Grazie

Fabiana ha detto...

molto invitante!!! e bellisima la foto

Mariluna ha detto...

Grazie @Fabiana ^^

Anonimo ha detto...

Mi sembra di sentirne il profumo, posso averne una fetta?
Thanks in advance
Bobina

Mariluna ha detto...

@Bobina...ben volentieri :)

Claudia ha detto...

eh cummari mia, quando entro qui da te mi scordo che siamo lontanissime perchè qui si respira sempre una bella aria e non sembra che tu possa avere un benchè minimo problema di reperire un prodotto buono, io li vedo tutti fantastici *
serena Pasqua cummari bedda *
cla

Cineklo ha detto...

adoro i kiwi, è uno tra i miei frutti preferiti... eppure non ho mai pensato di utilizzarlo da solo per una crostata di frutta...

Devo assolutamente rimediare e seguire la tua ricetta sicuramente porterà ad un ottimo risultato!

Si è verificato un errore nel gadget