lunedì 12 aprile 2010

Panna Cotta con le violette

Violette
Version française de la recette en bas
Prima di tirar fuori le ricette con i panieri ricchi di verdure, preferisco condivire questo dessert dall'aria primaverile. Grazie al fine settimana soleggiato, finalmente,   ho immaginato , mentre me ne stando sdraiata sul prato del nostro giardino a giocare con i bimbi e Mouffy , di preparare un dessert profumato alle violette, le tante che  decorano spontaneamente  l'erba del giardino.

Mi son detta raccogliendone qualcuna,che infondo tanto profumate non lo erano e che per poter tirar fuori la loro essenza, non  sarebbero state di certo sufficienti quelle del mio giardino e....pensando mi son ricordata della scatolina preziosa di mio figlio, che contiene ogni sorta di caramelle, tanto ne é goloso più che di mangiarle di comprarle e conservarle preziosamente come dei gioielli " perché sono belle e colorate"....bé si ogni tanto qualcuna la mangia!

Le caramelle alle violette sono una specialità di Tolosa. Vengono fatte con i fiori freschi di violette cristallizzate allo zucchero.Il procedimento é molto delicato e ne giustifica il prezzo e la rarità.
Panna cotta alla composta di kiwi alla violetta
Panna cotta con composta di kiwi e violette
Per 4 persone
Per la panna cotta:
25 cl di panna fresca
60 g di zucchero
2 gr di agar agar (oppure 2 fogli di gelatina)
1 cucchiaino di extratto di vaniglia o un baccello di vaniglia
In un pentolino mescolare la panna con lo  zucchero e la  vaniglia. Far riscaldare 2 mn e aggiungete l'agar-agar mescolato con un po' di zucchero. Far bollire 1 minuto (molto importante). Nel caso utilizzate dei  fogli di gelatina , aggiungerle al composto caldo, precedentemente ammorbidita in acqua fredda e strizzata,  senza  far  bollire.Versare la panna cotta nelle verrine e lasciar raffreddare a temperatura ambiente. Poi mettere in frigo.

Per la composta di kiwi alle violette
5 kiwi
2 cucchiai di zucchero di canna aromatizzato alla vaniglia
80 g di caramelle alla violetta
Mettere i kiwi a pezzetti, dopo averli lavati e sbucciati in un pentolino con lo zucchero e le caramelle alla violetta leggermente ridotte in polvere. Far cuocere la composta per circa 20 minuti a fuoco medio mescolando spesso.Lasciare reffreddare.
Distribuire la composta di kiwi nelle verrine e servire la panna cotta cospargendo di qualche caramella alla violetta ridotta in polvere.

Version française
Panna cotta alla composta di kiwi alla violetta
Panna cotta à la compotes de kiwi et violette
Pour 4 personnes
300ml de crème fleurette
160ml de lait
55g de sucre
2g d’agar-agar (ou 2 feuilles de gélatine)
1 cc de vanille en poudre ou un bâton de vanille 

Dans une casserole mélangez le lait la crème, le sucre et la vanille. Faites chauffer 2min et ajoutez l’agar-agar mélangé avec un peu de sucre en poudre. Faites bouillir 1 min (très important). Si vous utilisez les feuilles de gélatine, ajoutez- les dans le mélange chaud préalablement ramollies dans l’eau froide et essorées, pas besoin de faire bouillir.
Versez dans 4 coupes et laissez refroidir à température ambiante puis mettez au frigo

Préparez la compotes de kiwi à la violette
5 kiwis
2 cuillères à soupe de sucre roux vanillé
80 g de bombons à la violette.

Dans une casserole, mélanger les morceaux de kiwi et ajoutez le sucre roux et les bombons à la violette légèrement écrasés.
Faire cuire le tout à feu doux pendant 20 minutes en mélangeant régulièrement.Laisser refroidir.
Repartissez-la dans le verrines à la panna cotta, avent de le servir et soupoudrer de brisures de bombons à la violette.

24 commenti:

Genny G. ha detto...

io da parigi mi sono portata un po' di violette candite..che dici van bene uguale?:D

Alem ha detto...

ma che belle queste caramelle! e la panna cotta, golosissima!

manuela e silvia ha detto...

Elegante e ricercato! un dessert semplice ma che fà scena!
bravissima!
un bacione

terry ha detto...

meraviglioso questo desser al cucchiaio, chic e profumato, goloso e delicato!
complimenti davvero...hai sempr euna marcia in più!

dolci a ...gogo!!! ha detto...

la panna cotta e queste caramelle....potrei impazzire per quelle caramolle cosi colorate profumate e golose se poi unite a questa panna cotta...il top davvero!!baci imma

Gloria ha detto...

Anche io da Parigi ho portato a casa delle violette candite, le adoro! Mi piace molto la tua composta di accompagnamento alla panna cotta. Una curiosità, anche io uso spesso l'agar agar al posto della gelatina, mi piace di più il risultato finale... Lo preferisci anche tu?

Onde99 ha detto...

Beh, spero proprio che le mie violette candite profumate lo siano, altrimenti ricorrerò anch'io alle mitiche caramelle (qui le vendono in una rinomata pasticceria del centro), perché da quando ho finito lo zucchero acquistato in Francia l'idea di un dessert profumato di fiori continua a solleticarmi...

Edda ha detto...

Quasi poetico questo dessert. Adoro l'aroma di violetta che mi ricorda l'infanzia :-) Bacioni

Laura ha detto...

Ciao!sono Laura dalla redazione di Blog di Cucina.
Volevo invitarti a partecipare al primo contest organizzato dal nostro sito "E adesso?!?..come riciclare le uova di Pasqua" a cui possono aderire tutti gli aggregati come te.
Vieni a scoprire di che si tratta
Clicca quì

Ti aspettiamo!

la Redazione di BdC

Castagna e Albicocca ha detto...

eh si, ce ne vanno veramente tantissime di violette per riuscire a produrre uno sciroppo decente! però vedo che ti sei arrngiata bene con quelle caramelline,no? ;-)
castagna

Alex ha detto...

Avevo anch'io il giardino pieno di violette spontanee (anche bianche). Ne ho raccolte un pó. Poi ha piovuto 3 giorni di fila...ecco, cone le poche che avevo sono riuscita a fare solo lo zucchero alla violetta. Meglio che niente.
L'idea della panna cotta era venuta anche a me, la voglio fare al piú presto utilizzando le violette candite di Tourrette sur Loup (dove fanno anche il gelato alla violetta ed ogni anno c'è una festa-sagra dedicata a questo bellissimo fiore) credo di ottenere un profumo piú intenso, come hai fatto tu con le caramelle. Che ne dici?

Mariluna ha detto...

@Alex....conosci Tourrette?....magnifico io ci vado questa estate e faro' scorta di gelato e violette candite, certamente sono deliziose proprio per essere messe direttamente nella panna cotta al posto dello zucchero...se ci torni magari ad Agosto fammi sapere sarebbe bellissimo incontrarci ;)) grazie!
@Castagna :)
@Edda...heeeee m'infanzia ultimamente sono talmente nostalgica, di certi tempi remoti...hai visto le foto su fb? ;)
@Onde...le violette candite costano anch'esse un'accidenti, ma quest'anno ne faro' una bella scorta durante le vacanze ad Agosto :)))
@Gloria...nelle mie ricette alterno sia l'agar agar che la gelatina...dipende dall'uso che ne voglio fare, ineffetti la gelatina lascia la consistenza all'ingrediente che si vuole gelidificare più a lungo a differenza dell'agar agar che con il passare dei giorni tende a far sciogliere l'ingrediente liquido...io ho riscontrato questo...certo lo preferisco perché evito quando mi é possibile di utilizzare prodotti animali e poi con la dieta l'agar agar é proprio indicato.Grazie ^^
@Alem,Terry,Imma, Manu e Silvia...grazie, gentilissime ^^
@Genny...và benissimo anzi voglio provare anch'io la prossima volta :)

UnaZebrApois ha detto...

un dessert davvero raffinato!!Una pannacotta dai colori contrastanti, il verde e il viola...mi piace assai!!!

Rosa's Yummy Yums ha detto...

Un dessert magnifique et si printanier!

Bises et bon début de semaine,

Rosa

Wennycara ha detto...

Cara Mariluna, grazie per le tue meravigliose parole, mi fai sempre sognare quando parli di quel che ti circonda (con i giardini sfonde una porta aperta!).
Mi piace molto la scelta dell'agar agar.
Buona notte cara,

wenny

Dodò ha detto...

Mi piacerebbe avere un giardino con delle violette così belle da poterne godere solo a guardarle. Ma per quelle caramelle dovrei fare un salto in Francia!

Mariluna ha detto...

Dodo', ma forse no, dovrebbero esserci anche in italia le caramelle alla violetta,altrimenti si possono acquistare online a questo sito http://www.confiserieflorian.com/product_info.php?products_id=301...un po' carucce ma sono davvero deliziose! :) grazie!

@Wenny...grazie mille sei gentilissima!!! quando abbiamo comprato casa, abbiamo prima guardato il giardino ed era inverno!Buona notte anche a te:)

@Rosa's :) bises

@Unazebra...benvenuta nel mio piccolo mondo, grazie!

sabrine d'aubergine ha detto...

Leggendo l'inizio del tuo post mi son detta: "Ma io il giardino con le violette non ce l'ho! E dove le trovo, qui?!?".
Per fortuna scopro che si tratta di quelle ridotte in caramelle, che nelle pasticcerie più raffinate riesco a reperire... così questo dessert potrò sperimentarlo anch'io... Grazie per la ricetta!
A presto

Sabrine

Maurina ha detto...

Kiwi e violetta... beh sembra un abbinamento carino... da provare quindi!

sara b ha detto...

che splendore... incredibile poi, siamo entrambe in periodo "viola" mi sa! :-D ho assaggiato queste caramelle tanti anni fa ma ci credi che ancora mi ricordo quel sapore??? molto interessante l'abbinamento col kiwi!

Anonimo ha detto...

Ciao cara, ank'io ho fatto il tuo dolce ma al posto delle violette ho messo la lavanda, fiori e qualke goccia di olio di lavanda...provare x credere.

Buona Giornata!
Bobina

Alessandra ha detto...

Un dolce al cucchiaio splendido che mi ha fatto rivalutare la panna cotta che di solito non amo tantissimo.
Sei bravissima...come sempre!
un abbraccio da Roma
Alessandra

silvia ha detto...

mai fatta la panna cotta. è un dessert che non mi appartiene. ma il bicchiere è un invito. grazie per i colori...silvia

Giulia ha detto...

Non ci posso credere... Un dessert così raffinato e particolare con le caramelle??. Va bene, non sono semploici caramelle, ma... tutte tu le inventi?
Bravissima!
Un abbraccio

Si è verificato un errore nel gadget