lunedì 31 maggio 2010

Treccine

Treccine alle mandorle
Version française de la recette en bas
Volevo farmene una bella scorpacciata...mentre li adocchiavo li' sul ripiano nella cucina di mia suocera e, già pensavo a mettere le mani in pasta.
Biscotti profumati di vaniglia, fragranti a forma di treccine fatte con olio d'oliva e zucchero granuloso, cosparso sopra da renderle  luccicose e ancora più attraenti...Ma stavano per finire ed io non ho osato!
Domenica pomeriggio mentre festaggiavamo qui la festa della mamma ho deciso di farle , a quattro mani siamo riusciti a confezionarle imperfette, non una uguale all'altra né per lunghezza ne per spessore, che importa erano molto buone lo stesso anzi di più, visto che a manipolarle e ad intrecciarle irregolarmente c'erano anche le manine di mio figlio.
Gli ingredienti di questi biscotti provengono dalla confezione in cui erano ben riposti, senza esserne specificata la quantità ma ingredienti di facile reperibilità in casa per cui la ricetta é in un certo senso "inventata" per le proporzioni. l'unico inconveniente "piccolo" é stato il fatto di intrecciarle, l'impasto é granuloso e dunque friabile ma , essendo il risultato molto buono non ho ritenuto opportuno perfezionare l'impasto e modificarne le proporzioni degli ingredienti e poi erano decisamente più buone di quelle della confezione originale, per cui ho pensato di darvene la ricetta cosi' come io l'ho fatta nel caso potreste provare voi  a invertire proporzioni o aggiungere qualche ingrediente per rendere l'impasto più facilmente maneggiabile.(Patrizia))

Treccine
Ingredienti:
200 g di farina
100 g di farina manitoba
30 g di farina di mandorle
40 g di zucchero
1 pizzico di sale
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
1 dl di olio evo
1,2 dl di acqua tiepida
1 cucchiaino di livito per dolci
Zucchero per decorare

Setacciare le due farine ed aggiungervi il livito, il pizzico di sale, la farina di mandorle, fare un'icavo al centro ed aggiungervi l'olio, l'estratto di vaniglia e lavorando con un cucchiaio di legno versare l'acqua tiepida fino ad assorbimento completo. Se l'impasto dovesse risultare un po' secco aggiungere ancora un po' d'acqua. Versare l'impasto sulla spianatoia e lavorarlo poco. Lasciarlo riposare 5 min. Nel frattempo accendere il forno a 180° e preparare una teglia ricoperta di carta forno. Versare dello zucchero in un piatto. Prendere l'impasto e staccarene una piccola pallina, lavorarla un po' con le dita e formare dei bastoncini (circa 3 mm di spessore e 15 cm di lunghezza) piegarli in due ed intrecciarli a formare un'abbraccio. Immergerli nello zucchero e sistemarli sulla placca con la carta forno. terminato tutto l'impasto infornare i biscotti  per 25 min. finché siano leggermente dorati. lasciarli raffreddare  e servire.


Version française
Treccine alle mandorle
Torsades
Ingrédients:
200 g de farine blanche 
100 g de farine T65
30 farine  d'amandes
40 g de sucre 
1 pincée de sel 
1cuillère à café d'extrait de vanille 
1 dl d'huile d'olive 
1,2 dl d'eau tiède 
1 càc de levure chimique 
Sucre cristal pour décorer
Tamisez les deux farines et ajouter le levure, la pincée de sel, la farine d'amande, faire un trou au centre et ajouter l'huile, l'extrait de vanille, travaillez avec une cuillère en bois, versez l'eau tiède jusqu'à absorption complète. Si la pâte doit être un peu "sèche, ajouter un peu plus eau. Verser la pâte sur le plain de  travail  et pétrissez-la légèrement. Laisser reposer 5 minutes. Pendant ce temps, allumez le four à 180°C. Préparez une plaque à pâtisserie recouverte de papier sulfurisé. Verser le sucre cristal  dans une assiette. Prendre la pâte, prélevez une petite boule, travaillez-la un peu avec vos doigts et formez de bâtonnets (environ 3 mm d'épaisseur et 15 cm le longueur) plié en deux et tresse pour former des torsades. Trempez-les dans le sucre et les disposer sur la plaque à pâtisserie. Terminez toute la pâte et cuire les biscuits pendant 25 min. jusqu'à ce qu'ils soient légèrement dorés. Laisser refroidir et servir.

venerdì 28 maggio 2010

Salmone marinato alla vinaigrette al caffé

Salmone marinato al caffé

Version française de la recette en bas
Vi ricordate l'estratto del caffè?...come utilizzarlo? e come io lo utilizzo per svegliarmi un po' durante questi ultimi giorni, che vorrei starmene a casa e coccolarmi e magari dormire di più visto che fuori é ritornato il grigiore?....semplicemente una vinaigrette , per marinare un cuore di salmone affumicato infilato  in  un  bicchierino elegante,originale e sorprendente. E' la dimostrazione di quanto é buono l'aroma di questa "spezia" perché di spezia trattasi, usata anche nei piatti salati.

giovedì 27 maggio 2010

Cake pomodori confit, feta e nigella

Cake,pomodori confit feta e nigella
Version française de la recette en bas
I grani di nigella li ho comprati quasi un'anno fà, insieme a tante altre spezie ma a dire il vero non sapevo bene come utilizzarli e non m'ero neanche più informata tante le cose che compro e poi me ne dimentico in dispensa. Ma quando si riaprono le finestre si riaprono pure le antine della dispensa per finalmente dare sfogo all'aria e alla luce di penetrarvi e di scroprire cosi', angoli nascosti. Ecco che salta fuori il tubicino contenete i grani misteriosi.

martedì 25 maggio 2010

Pomodorini confit, fior di sale alla vaniglia

Pomodorini confit al fior di sale alla vaniglia
Version française de la recette en bas
Io e mio padre potremmo vivere solo di pomodori, quando comincia a far caldo, potremmo nutrirci solo di pomodori in insalata e cipolle di Tropea, ma di quelli buoni, di quelli maturati al sole di quelli che sono dolci e carnosi a partire dal mese di giugno. Ok non é ancora giugno ma finalmente incomincio a trovare i pomodori figli del sole.

domenica 23 maggio 2010

Zuppa vellutata di fragole e lamponi allo zenzero con sbriciolata di meringa

Zuppa vellutata di fragole e lamponi con  sbriciolata di meringhe
Version française de la recette en bas
Il sole é tornato ed anche il caldo finalmente e, non c'é nulla di più rinfrescante e dissetante che di mangiare o bere della frutta ( a perte i gelati), anche per soddisfare la voglia di dolci senza esagerare nelle calorie, si sà l'estate é prossima e per molti di noi é meglio mantenersi in linea ma non rinunaciare al piacere!....mai!

giovedì 20 maggio 2010

Cheese cupcakes

Cheese-cupcakes
Version française de la recette en bas
Scrivo 30 ma sono molti di più gli anni che ho assaggiato per la prima volta il vero cheese cake americano. Ero una ragazzetta affamata di curiosità quando misi piede nella immensa metropoli di New York , sembrava irragiungibile nei miei sogni. Era l'epoca  di Saturday night fever. Una città  che mi impressiono' tantissimo, che mi affascino' che mi  lascio' le immagini delle cose grandi, degli spazi vasti, dei centri commerciali  interminabili, delle auto lunghissime e dei grattacieli che a guardarli dal basso ti gira la testa....ma anche il gusto della pizza americana enorme e ricca di cheese simil mozzarella , del ketchup e degli hot dog, che non amo più, della crema di arachidi, nella quale mi tufferei ancora a cucchiaiate , dei bagels, fatti da mia zia, caldi al mattino con proscitto al miele , della gelatina di ribes ed il cheese cake quello vero quello soffice soffice e fondente in bocca, al gusto di limone e vaniglia e che non ho mai piu' assaggiato ugale.

martedì 18 maggio 2010

Porridge con frutta candita e frutta fresca

Porridge
Version française de la recette en bas
Mentre ancora i bimbi dormono, al mattino presto, scivolo lentamente in cucina, con Mouffy che mi segue miagolando e cercando carezze, lo so' vuole uscire ad acchiappare gli uccellini che , già al mattino presto "rompono" il silenzio della casa. Mi piace ascoltarli ma , a volte, no, preferirei il silenzio assoluto. Come tutti i lunedi' é faticoso svegliarsi all'alba, come tutti i giorni d'altra parte; le scorse settimane davvero faticose.

sabato 15 maggio 2010

Lassi

Lassi al mango e cocco
Version française de la recette en bas
...non ho tempo!! E' la breve frase che ripeto dieci,cento, forse mille volte al giorno e durante tutta la giornata, lunga giornata di luce, grigia luce. Non é che vorrei più tempo perché é già tanto quello che occupo nel "lasso" di tempo da che mi alzo (prestissimo ) al mattino e vado a letto (tardissimo) alla sera ma vorrei avere meno cose da fare e vorrei avere più tempo per me!

mercoledì 12 maggio 2010

Biscotti con pasta madre alle nocciole

Biscotti salati alle nocciole
Version française de la recette en bas
Non riesco ad introdurre come speravo questo post. Ho già scritto e riscritto e corretto tre volte e tre volte sono stata interrotta, prima da mio figlio Alex che ha perso la coincidenza del secondo autobus a 3 km da casa, beh! prendo le chiavi dell'auto ....poi la seconda, da una telefonata, la solita voce spesso con un'accento straniero che cerca di convincermi ad installare i pannelli solari, inutile interromperla per dirle che non é proprio il caso qui, dove il sole c'é si e no un mese all'anno. Lei continua la sua cantilena ripetuta identica chissà quante volte al giorno, fino alla fine, mettendoci  le virgole ed un piccolo respiro tra due frasi e un'altra finché si sentirà ripetere per l'ennesima volta " grazie  signorina, mi dispiace, ma non ci interessa".
Poi, per finire le notizie metereologiche che annunciano pioggia e temperature autunnali per tutta la settimana.La cosa mi innervosisce molto, mi distrae , mi mette ansia di sole di caldo di estate che non arriva .... Insomma ho cancellato tutto ed eccomi a riprendere il discorso sulle nocciole, il nocciolo del discorso per meglio dire, volevo  parlavi di nocciole. Volevo parlarvi dell'allergia di mio figlio alle nocciole , volevo parlarvi di un'etichetta scaduta, volevo parlarvi della mia pasta madre che riposa e nurrisco una volta a settimana e nulla produce da troppo tempo, volevo parlarvi di come si puo' utilizzare la pasta madre senza rinfresco per non buttarla...Genny mi ha dato l'ispirazione ed ho preparato questi biscotti salati ma che mio figlio non li mangia per via della sua allergia e che non avrebbe mangiato comunque, visto che per fortuna le nocciole a lui non piacciono.
Biscotti salati alle nocciole
Biscotti alle nocciole
Ingredienti per circa 16 biscotti
250 g di pasta madre prima del rinfresco
50 cl di olio evo
5 cucchiai di farina 00
140 g di farina di nocciole
sale e pepe
Impastare la pasta madre con l'olio, aggiungervi la farina di nocciole, la farina, sale e pepe e impastate fino ad ottenere una palla liscia. Sulla spianatoia infarinata formate un salsicciotto di 5 cm di diametro, avvolgetelo in un film alimentare e lasciatelo riposare per 15 mn circa. Riscaldate il forno a 200°C. Riprendete il salsicciotto di pasta e togliete il film alimentare, tagliate dei biscotti di circa 3 cm di spessore. Disporli sulla placca del forno ricoperta di carta forno ed infornate a 180° per 20 minuti circa fino a che siano leggermente dorati. Spegnete il forno e lasciateli all'interno ancora per 10 min. Lasciateli poi raffreddare definitivamente. Ottimi serviti come antipasti con prosciutto crudo e carciofini sott'olio.


Version française
Biscotti salati alle nocciole
Biscuits salés aux noisettes
Dans cette recette j'ai utilisée du levan maison. La partie du levan que généralement on jette avant de le nourrir pour boulanger.

Pour environ 16 biscuits250 g de levain avant rafraîchissementHuile d'olive 50 cl5 cuillères à soupe de farine 140 g de farine de noisettesel et poivrePétrir la pâte avec de l'huile, ajouter la farine de noisettes, la farine, le sel et le poivre et mélanger jusqu'à obtenir une boule lisse. Déposez la pâte sur le plan de travail, puis roulez-la en un boudin de 5 cm de diamètre, enveloppez-la de film alimentaire et laissez-la reposer 15 mn. Préchauffez le four à 200°. Reprendre la pâte et ôtez le film. Coupez de tranches de pâte de 3 cm d'épesseur et  disposez-les sur la plaque de four recouverte  de papier sulfurisé. Enfournez et laissez cuire 10 à 15 min jusqu'à ce que les biscuits soient légèrement dorés. Éteindre le four et laissez-les à l'intérieur pendent 10 min. Laisser refroidir complètement. Excellent à l'apéritif avec du jambon de cru et des artichauts à l'huile!

lunedì 10 maggio 2010

Ciambella alle mandorle

Ciambella alle mandorle
Version française de la recette en bas
...della domenica ma anche del lunedi mattina se ne resta.....Questa ciambella semplice é l'emblema della colazione coccolosa di molte famiglie di una volta, la classica, la semplice quella che le mamme preparavano  ad occhi chiusi e qualche volta con l'aggiunta di un ingrediente in più, trovato li', nella dispensa, a portata di mano, per farla diventare unica ogni domenica, lasciando la sua semplicità inalterata, profumandola di cose buone di casa che non ci stancano mai.

venerdì 7 maggio 2010

Mantecaos

Mantecaos pistacchi amarena


Version française de la recette en bas
....ed anche i biscotti si tingono di verde.
Friabilissimi  di origine spagnola profumati alla cannella, alla vaniglia o anche al cioccolato e pistacchi che ho avuto in dono da Dani e che mi sono divorata in pochissimo tempo ,tanto erano buoni. Il loro segreto é il grasso di maiale che gli conferisce una consistenza sabbiosa difficili da manipolare dopo la loro cottura, appena messi in bocca fondono ed é un piacere irresistibile. Ho cercato la ricetta e se molti di voi già li conoscono, ora hanno la possibilità di ricordarsene il piacere di averli gustati,  chi invece, al contrario, non li conosceva ancora, avrà la possibilità di farli e provare una deliziosa sensazione al primissimo morso....semplicissimi da fare!

giovedì 6 maggio 2010

Polentina con le fave fresche e parmigiano

Polentina con le fave e parmigiano
Version française de la recette en bas
Continua la mia carrelata di piatti verdi ma infondo é la stagione giusta per acquistare le verdurine fresche e portarle a tavola, presto  saranno surgelate per cui meglio approfittarne.

lunedì 3 maggio 2010

Asparagi caramellati alla vaniglia in rotolini versione salata

Asparagi caramellati fior di sale alla vaniglia
Version française de la recette en bas
Sempre Trish, la Deseine, ci insegna il miglior metodo di cottura di certe verdure come gli asparagi per esempio.E' solo questione di esaltarne  il più naturalmente possibile  il loro gusto caramellando gli zuccheri che sono contenuti nelle verdure stesse ed il metodo di cottura é di passarli al forno senza aggiungere nulla.

Si è verificato un errore nel gadget