mercoledì 30 giugno 2010

Bucatini al pesto di menta e pistacchi

bucatini al pesto di menta e pistacchi
Version française de la recette en bas
Questo formato di pasta é "disgraziato" per la maggiore, non é apprezzato e sfruttato come invece merita. A cominciare da mio padre che dice" scivolano" per finire al mio figlio Vittorio che dice " non si arrotolano alla forchetta, in altre parole " scivolano via dal piatto e dalla forchetta" e schizzano la salsa addosso.

lunedì 28 giugno 2010

Insalata un po' folle, albicocche e piselli al wasabi


Insalata un po' folle con pisellini al wasabi
Version française de la recette en bas
Giorni e giorni solo insalate pranzo e cena, ne ho fatte una diversa dall'altra tutti i giorni e ci metto di tutto per rinfrescarci dal grande caldo ed aggiungo, finalmente é arrivato ma sappiamo, per esperienza passata che puo' andar via in meno di 24 ore. Intanto di cucinare non é proprio il caso.

venerdì 25 giugno 2010

Il trionfo della frutta

Zuppa di frutta estiva
Version française de la recette en bas
Finalmente eccoci al momento migliore per goderci appieno la frutta, tutta.
Esplosione di colori e sapori, un piacere per gli occhi e per la gola di cui non ci si deve assolutamente privare proprio nei perodi di grande caldo.
Speriamo che resti, il caldo, perché fin'ora questo clima pazzerello non ci ha dato  altro che freddo,umdità e pioggia, quasi per tutto il mese di giugno.

mercoledì 23 giugno 2010

Gelato al caffé con pasta di speculoos e speculoos

Gelato Spéculoos e pasta di spéculoos
Version française de la recette en bas
Erano pronti già da una settimana gli appunti e gli ingredienti per fare questo gelato, un'imprevisto ha  ritardato la realizzazione. 
Erano le due del pomeriggio ed  il rientro  a casa cosi' presto era inaspettato , di solito passano le quattro,  era quasi un regalo aver finito prima del solito  al lavoro. 
Alex, mio figlio mi chiama dalla fermata dell'autobus vicino casa, per prendere il prossimo é troppo lunga l'attesa. " Arrivo, sono proprio dietro di te.... prima pero'devo comprare dei bicchieri, la lavastoviglie li fragilizza, quasi tutti rotti, anche le mie mani ultimamente , sono stanche e fragili, un servizio da 12 completamente distrutto.

lunedì 14 giugno 2010

Pizza con zucchine, emmental e pesto alla menta

Pizza con zucchine,emmental e pesto di menta
Version française de la recetta en bas
Ecco la pizza della domenica sera, la mia pizza, la mia preferita. Nelle pizzerie preferisco la margherita e non mi scosto un milllimetro da questa scelta, a casa, invece, mi piace variare  con le verdure,  spesso é quella con ricotta e spinaci o anche con le melanzane grigliate e tanto parmigiano oppure questa con le zucchine, molto delicata e originale per l'aggiunta del miele.

venerdì 11 giugno 2010

Muffins al mascarpone,ciliegie e vaniglia

Muffins,ciliegie, vaniglia e mascarpone
Version française de la recette en bas
......e poi le ciliegie non sono finite tutte ,morso dopo morso, insieme al Club Sandwich. nonostante il loro costo altamente "caro" (un chilo circa 8 euro)) le ciliegie non possono aspettare e se le si trova carnose,rosse e succose é meglio approfittarne cosi' si possono realizzare dei deliziosi dolcetti come questi.

mercoledì 9 giugno 2010

Beurrecks con pisellini,pancetta,formaggio e dragoncello

Beurrecks con pisellini,pancetta e formaggio fresco profumati al dragoncello
Version française de la recette en bas
I Beurreck sono degli involtini di origine turca preparati con fogli di pasta brick e farciti con del formaggio feta o altro formaggio morbido. Sono deliziosi per la loro presentazione , facilissimi da realizzare e usando la fantasia ci si puo' sbizzarrire nella farcitura. Buonissimi con del formaggio filante, tipo scamorza, con pomodori semi secchi e anche con tonno. Io ho pensato di dedicarli a questa primavera dall'aria autunnale che lascierà presto il posto all'estate ( sempre che abbia voglia di farsi avanti con il suo caldo sole) Li ho farciti con dei pisellini profumati ad un'erba aromatica poco presente nella cucina italiana, molto invece in quella francese. Io adoro mescolare quest'erba profumata nell'insalata.

lunedì 7 giugno 2010

Club sandwich

Club Sandwich
Version française de la recette en bas
Innanzitutto chiedo scusa, chiedo scusa a tutti voi affezzionati che passate da me tutti i giorni e che lasciate un commento sempre molto gradito e che mi rende felice leggere. Chiedo scusa per la poca disponibilità che ho in questi ultimi tempi verso queste mie pagine, non riuscendo a ringraziarvi uno per uno nei commenti. Durante i fine settimana e di notte,trovo il tempo di caricare foto e scrivere  con una  piccola introduzione per  condividere con voi che mi seguite in tanti  le mie ricette.

venerdì 4 giugno 2010

Riso alla citronnella, sedano e salmone

Risotto alla citronnella con salmone e sedano
Version française de la recette en bas

Siamo abituati ad utilizzare il sedano come erba aromatica, indispensabile nella preparazione del brodo vegetale o di soffritti......

mercoledì 2 giugno 2010

Tartelettes aux framboises et pistaches

Tartelletta lamponi e pistacchi

Version française de la recette en bas
Uscire un giorno qualsiasi anche se piove non importa, fa sempre bene all'anima. Parigi é bella anche quando piove, quando fà freddo ed é bellissima quando c'é poco traffico, oggi non é sabato e neanche domenica e solo un giorno qualsiasi.
Un giorno di libertà che ci permette di uscire di casa a distrarre la nostra mente, insieme ai bimbi assetati di spazi aperti.
Montages photo - Un Dégeuner à Paris -

Ci fermiamo per "déjeuner" in uno dei nostri posti preferiti ( mio sopratutto).
Il menu' leggero e vario tutte le settimane ed accoglieza simpatica e, ormai, familiare!
Il momento del dessert é sempre un momento di estremo piacere! Cucchiaino dopo cucchiaino assaporo i gusti che si susseguono uno dopo l'altro con attenzione....e poi scrivo nella mia memoria gli ingredienti quelli che mi sembra compongono questo dessert di primavera.
Vi capita di avere una grande voglia di ritornare subito a casa e di rifare lo stesso dessert che qualche ora prima vi ha letteralmente regalato un momento di grande gioia?....a me si e, anche se poi, non subitissimo ma la tartelletta in questione l'ho realizzata anch'io. Sembra,  a dire di mio marito che fosse  migliore di quella originale. Complimenti?, suggestione?...impressione?, adulazione?....oppure forse perché il piacere di gustarsela comodamente a casa é un'altra storia?
Tartellette ai lamponi e pistacchi
Tartelletta ai lamponi e pistacchi "chez Colette"
Per la base di 4 tartellette: ( resterà dell'impasto che potrete congelare o usare per fare le sablé)
Pasta dei Sablé Breton pubblicata da Edda ( copiata sfacciatamente nella sua integralità)
2 rossi d'uovo
80 g di zucchero
100 g di burro morbido dolce o salato, ( nel caso non usare il fior di sale)
125 g di farina setacciata
un pizzico di fior di sale (2g) oppure utilizzare del burro salato)
5 g di lievito per dolci.
Per la base alla crema
50 g di mascarpone
50 g di panna da montare
50 g di pistacchi pestati non troppo fini
1. Per i sablés: mescolare la farina , il lievito e il fior di sale. In uno sbattitore, montare i tuorli con lo zucchero poi incorporare il burro morbido e la farina. Formare una palla, coprirla di pellicola e metterla in frigo per almeno un'ora (meglio tutta la notte).
Scaldare il forno a 160°C. Stendere la pasta a 1cm e mezzo di spessore circa e tagliarla in forma quadrata con delle formine quadrate oppure in mancanza a dischi ,con un cerchio. Lasciare l'impasto nei cerchietti ( o cmq nella forma che preferite) oppure metterli in degli stampini di silicone o metallici (altrimenti avranno tendenza a spalmarsi durante la cottura). Cuocerli per una ventina di minuti  devono diventare dorati.
4. Lasciar raffreddare su una griglia nel loro stampo (caldi, sono fragili). Poco prima di servire, montate la panna e mescolatevi il mascarpone, che spalmerete in uno strato fine sulla tartelletta versare , cospargete i pistacchi e decorate con i lamponi.
 Version française
Tartelletta di lamponi e pistacchi
Tartelettes à la framboise et pistaches de chez "Colette"
Pour la base de 4 tartelettes:
Pâte à Sablé breton ( recette posté par Edda ici)
- 2 jaunes d'oeuf
- 80 g de sucre semoule

- 100 g de beurre en pommade (ramolli) doux ou demi-sel (dans ce cas ne pas utiliser de fleur de sel)
- 125 g de farine tamisée

- une pincée de fleur de sel (2 g) ou utiliser du beurre demi-sel
- 5 g de levure chimique

pour la garniture
-50 g de mascarpone
-5 cl de crème fleurette
-50 g de pistaches non salés
-1 barquettes des framboises fraîches
Préparez le sablé: mélanger la farine à la levure et à la fleur de sel. Dans un batteur, monter les jaunes d'oeuf avec le sucre puis incorporer le beurre pommade et la farine tamisée. Formez une boule, couvrir de papier film et mettre à reposer au froid au moins une heure voir toute une nuit.
Préchauffer le four à 160°C. Etalez la pâte à sablé breton à 1 cm et demi de hauteur environ , couper  avec un emporte pièce carré. Faire cuire les sablés pendant une vingtaine de minutes dans leur carré ,sinon ils auront tendance à s'étaler. Ils doivent dorer.
4. Laissez refroidir sur une grille avec leur emporte pièce carré. (chauds, ils sont fragiles). Peu avant de servir, montez la crème en chantilly et mélangez-la au mascarpone, étalez cette mousse en couche très fine sur les tartelettes, parsemez de pistaches légèrement hachées  et décorer avec les framboises.
Si è verificato un errore nel gadget