lunedì 23 maggio 2011

Quando le foto degli altri ti ispirano - Tortina al formaggio di capra e cime di rape oppure con i lamponi

Tortina

Ci sono foto e persone dietro certi scatti che mi lasciano il segno, per la loro bravura nell’esecuzione, dell’intensità della luce, della purezza o solamente per la semplicità dell’immagine.

Una foto vista su flickr ed il  formaggio di capra sono stati i protagonisti dello scorso  fine settimana.  

Ho cercato di eseguire per come la si vede, attraverso lo scatto bellissimo di Laksmi, autrice della foto, questa tortina di formaggio alle erbe, deliziosa. 

Mi sono ricordata di quando mangiavo da piccola il formaggio fresco, caldo ancora nella fuscella di vimini, senza nulla sopra, a volte una spolverata di zucchero, a volte un trito di prezzemolo ed un filo d’olio, di quello buono. Un ricordo definito sopratutto dal gusto , dal sapore di prato, di erba appena tagliata, unico, di quel formaggio di capra di cui all’epoca non davo la giusta importanza. 


Tortina con cime di rape, ricotta e sesamo bianco
Cosi' ho avuto voglia di comprare del  formaggio fresco che sa di erba umida e cremoso da sublimare il palato. (ho sempre pensato di essere la reincarnazione di una capra io)


Dal mio vicino negozio "fermier", viene consegnato del buon formaggio fresco tutte le mattine, garantito dal lavoro attento e genuino dai piccoli produttori locali e lo si puo anche gustare su pezzetti di pane casareccio con una breve colata di miele o della composta di ciliegie amarene. Ed é  proprio cosi' che lo amo mangiare!

Nel frattempo ho avuto il piacere di dialogare con Laksmi e farmi svelare il segreto delle sue delicate tortine che non ne era molto convinta e sicura di come le aveva fatte già qualche tempo addietro ma in linea generale mi ha dato delle indicazioni poi ho dato sfogo alla mia fantasia ed il risultato é stato molto interessante ed anche abbastanza lontano se non per l'aspetto visivo di quelle originali, che prevedevano un fondo di pasta brisé a base di yogurt e farina di farro ed una farcitura semplicemente con del formaggio cremoso ed erbette aromatiche raccolte dall'autrice stessa nel bosco.

Tortina
Ma la mia fantasia non si é fermata alle tortine salate, ho utilizzato, infine , parte del formaggio anche con dei lamponi che restano sempre tra i frutti che preferisco sia per il loro forte profumo di caramelle anche per il loro colore, inevitabilmente invogliati e decorativi su ogni dolce.

Tortina con formaggio fresco di capra e cimette di rape

per 4 tortine
150 g di formaggio fresco di capra
15 cl di panna fresca
200 g circa di cimette di rape già cotte
2 cucchiai di olio extra vergine d'oliva
1 uovo grande
1 cucchiaio di erbe aromatiche ( cipollina,basilico,menta)
sale e pepe
grani di sesamo bianco

Preparate delle formine da tartellette e rivestitele con dei pirottini abbastanza grandi.
In una padellina antiaderente versate i due chucchiai di olio e fate insaporire le cimette di rame per pochi minuti (cotte in precedenza in acqua bollente e salata).

In una ciotola mettete il formaggio di capra con la panna e con una forchetta riducete a crema liscia. Sbattete l'uovo e versatelo nel formaggio amalgamando con delle fruste. Aggiustate di sale e pepe, aggiungete le erbette aromatiche tritate finissime ed infine le cimette delle rape. Versate il composto nei pirottini e cospargete di semini di sesamo bianchi. Infornate per 20 min. a 200°C.

Tortina con formaggio di capra ai lamponi

Tortine al formaggio con i lamponi
per 4 persone

120 g di formaggio fresco di capra
2 petit suisse
2 uova
1 cucchiaio di miele millefiori
3 cucchiai di zucchero
1 cucchiaio di maizena
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
la buccia grattugiata di mezzo limone
200 g di lamponi freschi

Preparate 4 formine in ceramica e rivestitele con dei pirottini di carta abbastanza grandi.

Mescolate insieme il formaggio di capra ed i petit suisses ed il miele l'estratto della vamiglia e la buccia del limone.. Separate i tuorli dagli albumi. In una ciotola montate i due tuorli con un cucchiaio di zucchero fino a rendere il composto quasi bianco e spumoso. Aggiugete il formaggio e mescolate bene.Montate a neve ferma gli albumi aggiungendo il cucchiaio di zucchero e maizena mescolati insieme, quasi alla fine, continuando a montare con le fruste per amalgamare bene la maizena. (come per fare la meringa).
Incorporate gli albumi al composto precedente in due volte e con una spatola. 
Lavate ed asciugate velocemente i lamponi. Versate un cucchiaio del composto nelle formine ed distribuite un po' di lamponi sul composto, versate ancora del composto e poi ancora di lamponi fino a finire di riempire le formine quasi fino al bordo.  Preriscaldate il forno a 170°C. ed infornate le tortine per 30 mn., che gofieranno a meraviglia con il calore come dei soufflé ma siccome non sono dei soufflé perfetti  all'uscita del forno, dopo pochi  minuti cominceranno ad abbassarsi, é normalissimo. Queste tortine si consumano fredde.

14 commenti:

ilcucchiaiodoro ha detto...

Finalmente via delle rose è tornata online!
Bacioni

Oxana ha detto...

Bellissime ricette, Patrizia! Adoro formaggio di capra, quello morbido. Immagino che conubio di sapori ci sono:))
Bacione e bentornata online

Patrizia ha detto...

Cucchiaio...grazie mille, baci

Oxana, grazie tantissimo, finalmente!!!!

marina ha detto...

Felice di vedere che tutto funziona adesso!
Belle ricette inspirante per giorni di sole...:-)
Baci. Marina.

Patrizia ha detto...

Marina, grazie <3

Claudia ha detto...

bedda mia sei unica anche quando non sei on line, figuriamoci quando ti riaccendi :D
***
che cose meravigliose realizzi?
senza parole **
cla

Patrizia ha detto...

Cummari mia bedda tu...un baciotto grosso grosso!

Gio ha detto...

le foto fanno davvero venir voglia di mangiarle!
spesso parto anch'io da una foto per poi risalire alla ricetta :)
entrambe le ricette sono golose! :P

Patrizia ha detto...

Gio...grazie mille!

Milen@ ha detto...

Non trovo facilmante i lamponi, ma so già cosa ne farò :D
Ho aggiornato il tuo nuovo link nel mio blog roll, ma non funziona ...........

i dolci di laura ha detto...

anche a me succede di essere ispirata dalle foto di altri, amo la fotografia ma sono autodidatta e non sai quanto ho imparato guardando le foto degli altri e quanto ho ancora da imparare. Mi lascerò ispirare anche da queste tue ricettine dal sapore unico!

Anonimo ha detto...

Il fatto è che con lo chèvre francese puoi fare cose che con i nostri caprini non puoi fare, mi riferisco soprattutto al buche, ma anche alle altre varietà... qui trovare un buon caprino non è facile e meno che mai (a meno di non usare quella diavoleria insapore confezionata di marca che preferisco non citare) lo potresti usare in un dessert...
Onde99 (http://omindipanpepato.blogspot.com/)

Günther ha detto...

anche io ricordo i cestellini piccoli di vimini ocn il formaggio fresco oggi in disuso molto tra le due voto per la ricetta salata è quella ch emi ha incuriosito di più anche perche senza la base da crostata :-))

Patrizia ha detto...

Gunther é un piacere riaverti qui, mi stavo preoccupando visto che il blog da che ha cambiato indirizzo molti ancora non sono riusciti a leggermi. Grazie infinite :)

Ondina, piacere anche per te di riaverti tra le mie lettrici. Hai ragione qui i formaggi hanno un'altro gusto sopratutto quelli caprini...non so se si trova in Italia ma un'ottimo e sfruttabilissimo formaggio di capra é il Petit Billy :) te lo consiglio!

Laura il tuo discorso vale anche per me, quando guardo indietro nel mio blog, riscopro certe foto che oggi non posterei assolutissimamente...grazie all'occhio curioso verso gli altri ho imparato!!! grazie mille ^^

Si è verificato un errore nel gadget