lunedì 18 luglio 2011

Pioggia infinita e pesche infinitamente buone


Pêches de vigne

Mentre piove, quanto piove!!!! tutto il fine settimana sotto la pioggia, neanche un raggio di sole. La voglia di fare non c’é, anzi si, cresce la voglia di anticipare le vacanze previste tra qualche settimana ma non c’é nemmeno la voglia di fare le valigie. Devrei attraversare il giardino inondato, per andare nella capanna degli attrezzi e cercare le valigie, dovrei tirare fuori i vestiti dall’armadio e sistemarli, fare prima il solito defilé e provare ad immaginare che fuori fa caldo, guardarmi allo specchio e vedermi trasformata anno dopo anno, notare le rughe più profonde, le forme più rotonde…bé quando fuori fà brutto tutto mi sembra grigio anche la mia faccia. Meno male che ci sono i figli che con la loro energia ci rallegrano e ci spingono a non addormentarci sul divano a darci una “mossa” loro vogliono giocare ed anche mangiare goloserie sopratutto con un tempo cosi.

Pêches de vigne

Fare quansiasi cosa mentre fuori piove diventa penoso, per di più che io non amo portarmi appresso gli ombrelli e, fare il mercato, questo fine settimana non é stato proprio il caso. Per fortuna che il vicino negozio di frutta ha cio’ che mi piace comprare. E' la frutta che ci ricorda l'estate.

Pêches de vigne

Ho acquisitato delle meravigliose pesche di vigna cosi’ come le chiamano qui ” pêches de vigne” termine dato da alcuni agricoltori che avevano l’abitudine di piantare alberi di pesco al centro dei loro vigneti per impedire un parassita dannoso per le viti. Non so in italia se questo tipo di pesca ha un nome particolare, comunque, la sua buccia é grigio topo, vellutatissima ed é di colore rosso la sua polpa e la pioggia scivola via tanto da lasciarle assolutamente intatte.
Pesche agli amaretti

Spesso le pesche vengono associate agli amaretti ed io ce l’avevo gli amaretti ed anche il cioccolato e cercando sul web trovo questa ricetta. Straordinariamente belle le foto di Dario Milani  che trasmettono  la perfezione e la freschezza delle pesche,  nonché la golosità di questo dessert, per cui non ho dubbi, a prescindere dalla pioggia e dalla scarsissima luce che oggi mi accompagnerà  senza tregua, mi infilo in cucina, non metto il grembiule perché non lo porto mai e comincio a tirare fuori gli ingredienti, spero solo di poter catturare anche un solo leggero fascio di luce per poterle fotografare.

Pesche agli amaretti

La ricetta

Pesche agli amaretti
4 pesche
60 g di amaretti
50 g di cioccolato fondente
1 uovo
20 g di burro
1 cucchiaio di cacao amaro
2 cucchiai di rum bianco
(la ricetta di Dario prevede dosi per 6 pesche mentre io ho ridotto le mie per 4 pesche e prevede anche dello zucchero ma io non l’ho messo)

Mixate gli amaretti con il burro morbido, il cucchiaio di cacao amaro, l'uovo ed il rum bianco. Mettete l'impasto in una ciotola e mescolateci il cioccolato fondente grattuggiato. Lavate le pesche e taliatele in due, togliete il nocciolo e scavatene un po la polpa. Mettete quest'ultima insieme nella ciotola mescolandola all'impasto di amaretti. Imburrate leggermente una pirofila e metteteci le pesche. Infornate a 180°C per 40 minuti circa. Servitele con una pallina di gelato alla vaniglia o con dei ciuffetti di panna montata. ( Noi li abbiamo mangiati nature)

Buona degustazione!!!!

17 commenti:

Genny @ alcibocommestibile ha detto...

Io farei volentieri cambio... Pur si stare a parigi e dintorni, mi prenderei anche l'acqua :)

Babs ha detto...

ciao pat, pensa che sono scappata dal mare per il troppo caldo, ora qui la costante è sui 18/20 gradi.... cielo uggioso e freschino.
tutto sommato, preferisco questo!
un abbraccio
b

Patrizia ha detto...

Babs, per lavorare sono daccordo infatti per me é molto meglio visto che sto sempre ai fornelli ma il sole...accidenti mi manca :)

Genny, certo Parigi dà ;-) grazie e buona giornata!

Ady ha detto...

Buongiorno cara, qui ormai fa caldissimo da tanti gorni, ma io non mi lamento, odio così tanto il freddo e l'inverno che mi godo ogni giorno.
Fantastiche le tue pesche, sai che non le ho mai fatte così? Proverò nel frattempo ti auguro una buonissima giornata e un inizio settimana con il sole, un abbraccio :)

Patrizia ha detto...

Ady, grazie di cuore! le pesche sono buonissime anch'io fatte per la prima volta :-)***

Saretta ha detto...

Questa ricetta piemontese, la fa spesso la mamma del mio ragazzo....è divina!E tu hai trovato un modo meraviglioso per colorare l'we!
Un abbraccio

Mirtilla ha detto...

che meraviglia le pesche,il frutto piu'succoso che ci sia!

Oxana ha detto...

Patrizia, ma non sei più e più rottonda e più.....no!! Era solo per la pioggia:))) Sei sempre bellissima e ci sarai sempre!

Bacione grande grande!

P.S. Forse io ci sarò a Parigi a settembre, solo per una notte. Se ci sei, possiamo vederci;)

Elga ha detto...

Che colore meraviglioso hanno quelle pesche! Riusciamo a sentirci prima di venerdi'?

Sandra ha detto...

il sole è dentro alle pesche cara Patrizia!! E anche dentro di te... in ogni caso se vuoi fare cambio con il caldo, vengo su con Genny e nn ci pensiamo più! :P
bella ricetta e bellissime foto :*)

Sandra ha detto...

p.s. Dario è un amico, se così posso chiamarlo.. Aveva un ristorante a Torino, poi si è trasferito in Australia. Ci siamo conosciuti due anni fa. Le sue foto sono bellissime. ed è bello vedere che una persona con tanto talento come lui riesce ad esprimere emozioni con la macchina fotografica..

Patrizia ha detto...

Sandra: mi raccomando il magliocino ci vuole ed anche l'ombrello :)
grazie!

Elga, spero presto :)

Anonimo ha detto...

x Genny e Sandra: posso venire con voi?

X Patrizia: che bella ricetta, la copio subito.Gli ingredienti li ho in casa!
Buona giornata!

Bobina

Patty ha detto...

I love Paris every season...come dice la Ella Fitzgerald. Non ti lamentare va, che qualcuno farebbe volentieri a cambio con te (alzo la manina). Se c'è un abbinamento che mi fa immediatamente scatenare una salivazione irresistibile è quello della pesca con l'amaretto. Non lo so, è qualcosa di ancestrale, forse qualcosa che ho mangiato da bambina e che mi è rimasto nella memoria gustativa....quelle pesche sono da urlo! Ti abbraccio come sempre, Pat

Patrizia ha detto...

Grazie PATTY, io l'ho scoperto con questa ricetta che é una cosa paradisiaca !!!! Ok Parigi é Parigi ma il sole? ne ho bisogno!!!!

Bobina, sempre mille grazie a te :)

lerocherhotel ha detto...

Foto meravigliose, complimenti!

Günther ha detto...

No in italia non ci sono ma da noi in svizzera si, sono belle rosse e buone, in genere le mangio nature ma fatte così sono da provare

Si è verificato un errore nel gadget