mercoledì 12 ottobre 2011

Zézettes - versione originale e versione personalizzata :-)

Zézettes

Questi biscotti dal nome e dalla forma "divertente"  sono originari della città di Sète ,
Sono simili alle nostre ciambelline al vino, friabili e profumati generalmente alla vaniglia ma in alcune ricette il loro più caratteristico aroma é l'acqua di fiori d'arancio. Mi piace molto prepararli perché sono facilissimi e comodi anche da infilare in un sacchettino ed in borsa, non esco mai di casa senza portarmi via un biscotto da sgranocchiare al lavoro per la pausa caffé e questi ultimamente sono i miei preferiti.


Zezettes alle mandorle


La loro forma curiosa fa allusione alla nostra più intima femminilità, come si puo' intuire anche dal nome che portano, i francesi sono molto spiritori in  fatto di nomignoli allusivi. La ragione del perché l'ideatore li abbia chiamati cosi' é sconosciuta o forse non lo é per gli abitanti di Séte. Ad ogni modo sono  molto famosi ed apprezzati anche oltre la Francia con grande orgoglio della città? tant'é che il biscottificio artigianale " La belle Epoque"che li produce e commercializza ne ha depositato il marchio.


IMG_2188



Quando li ho fatti quelche settimana fà per la prima volta ho utilizzato il Vin Santo che porto ogni anno dalla Toscana, la ricetta originale prevede l'utilizzo di vino bianco secco ma se preferite potrete usare anche del vermut per esempio o altro vino dolce di vostro gusto. 
Alcune ricette trovate sul web tra gli ingredienti figura anche il lievito per dolci che io non ho messo.

Ma nonostante la ricetta originale  mi sia piaciuta moltissimo ho tentato la solita ed inevitabile personalizzazione  utilizzando parte di farina di mandorle e riducendo di poco l'olio, che li ha resi ancora più golosi , forse meno croccanti e leggermente granulosi.

Ecco le due versioni:


Zézettes al vin santo


Prima versione: tratta dalla rivista Saveurs" mese di giugno 2011
Ingredienti
250 g di farina 00
70 g di zucchero + 50 g circa per la decorazione
8 cl di olio extravergine d'olive
2 gocce di essenza di vaaniglia
8 cl di vino moscato ( io ho messo il vin santo)
1 pizzico di sale


Accendente il forno a 170°C. In una ciotola mettete la farina, lo zucchero, il pizzico di sale. Versate l'olio e mescolate con una forchetta, versate il vino e la vaniglia finché non otterrete un'impasto omogeneo e liscio, se tende ad essere troppo morbido e appiccicoso aggiungete poca farina o al contrario , troppo secco versate ancora qualche goccia di vino.


Preparate una teglia con carta forno . Prelevate una piccola porzione di impasto e rotolatela tra il palmo delle due mani, formando un bastoncino che andrete ad affinare leggeremen verso le punte dandogli la forma che vedete nella foto. Arrotolate poi il biscotto nello zucchero semolato e posizionatelo sulla carta forno. procedete cosi' fino a terminare l'impasto. Infornate i biscotti per 20 mn finché non vedrete le due punte estreme colorarsi. 


Seconda versione con farina di mandorle


Zezette alle mandorle


Zézettes alle mandorle
Ingredienti
125 g di farina 00
125 g di farina di mandorle
70 g di zucchero + 50 per la decorazione
5 cl di olio extravergine d'oliva
8 cl di vino moscato 
2 gocce di essenza di mandorle amare
1 pizzico di sale


Procedimento idntico al primo:


Accendente il forno a 170°C. In una ciotola mettete le due farine, lo zucchero, il pizzico di sale. Versate l'olio e mescolate con una forchetta, versate il vino e l'essenza di mandorle amare, finché non otterrete un'impasto omogeneo e liscio, se tende ad essere troppo morbido e appiccicoso aggiungete poca farina o al contrario , troppo secco versate ancora qualche goccia di vino.


Preparate una teglia con carta forno . Prelevate una piccola porzione di impasto e rotolatela tra il palmo delle due mani, formando un bastoncino che andrete ad affinare leggeremen verso le punte dandogli la forma che vedete nella foto. Arrotolate poi il biscotto nello zucchero semolato e posizionatelo sulla carta forno. procedete cosi' fino a terminare l'impasto. Infornate i biscotti per 20 mn finché non vedrete le due punte estreme colorarsi. 


Visualizza versione stampabile ( le due versioni)




13 commenti:

rosa ha detto...

richiamano molto le ciambelline al vino, vero? però la forma e l'aggiunta di farina di mandorle li rendono decisamente nuovi! mi hai fato venire in mente che potrei provare anche ad aromatizzarli con qualche goccia di acqua di fiori d'arancio, che ne dici?

raffy ha detto...

stupendi... ottimo dolcino, leggero ma di gusto!

Marina ha detto...

Non sai da quanto desidero provare a farli... i tuoi sono belli e dall'aria friabile!
ottima l'idea di avere sempre un biscottino in borsa :)

Patty ha detto...

Ciao Patri, lo sai che il tuo link sul mio blog roll mi dava "blog inesistente"? Li per lì, quando ho visto che la miniatura era ferma, ho pensato che tu fossi in vacanza, poi cliccando ho visto questa dicitura. Sono andata a cercarti direttamente in rete ed ho visto che è tutto ok, ci sei e sei sempre foriera di cose bellissime. Ho aggiornato il link adesso. Che belle queste pastarelle. Quando vedo mandorle, devo salvare la ricetta. Ti abbraccio, Pat

fiordisale ha detto...

è un'idea stuzzicante, specie per i momenti di pigrizia psico-fisica come quello che sto attraversando io. Ma sa che mi sa che stasera li faccio? Grazie, se non ci riesci tu a riportarmi ai fornelli, mi sa che non ci riesce nessuno :-)

Patrizia ha detto...

Mia cara Gi, spero tanto di riuscirsci le tue preparazioni mi mancano!!! un'abbraccio e grazie della tua presenza :-)

Patty, ho avuto qualche problema con blogger ora sembra risolto, grazie del tuo interesse :-)

Marina, grazie mille ^^

Raffy, ^^

Rosa, dico che ci sta a meraviglia :-) grazie!

Satsuki027 ha detto...

Non conoscevo le zézettes prima di leggere il tuo post. Mi attirano tantissimo, perchè sembrano davvero sfiziose ^__^!
Giuliana

Patrizia ha detto...

Giuliana, é questa la soddisfazione di avere un blog, il piacere di condividere ricette poco note come questi biscotti. Grazie mille ^^

silvia.moglie ha detto...

non conoscevo le zezettes. adesso si deve porre rimedio. il freddo che arriva sabato mi farà stare davanti al forno con te. bacioni

Gio ha detto...

mi attiranto entrambe :P
proverò a breve, buon we!

Patrizia ha detto...

Ciao Gio', grazie Silvia e buon we a tutti :-)

liana ha detto...

ciao , sono lianina e ho un blog
ti va di partecipare al mio primo contest?
http://blog.giallozafferano.it/lianina/2011/09/26/il-mio-primo-contest-dolci-e-salate/
ti aspetto...

Tamara ha detto...

Ciao!
Vorrei farle oggi: ma neanche un po' di lievito?
Un caro saluto.

Si è verificato un errore nel gadget