venerdì 30 settembre 2011

Conservare le tradizioni in barattoli: la confettura di pere e zenzero candito al vino rosso alla vaniglia

Confettura

Le splendide giornate di queste ultime settimane di settembre riempiono il mio tempo libero ( poco purtroppo) di pensieri vacanzieri. Passono e ripassono nella mia mente immagini di momenti trascorsi solo poche settimane fà, a non far niente, a non dever controllare il tempo che passava, a respirare tutta l'aria frizzante del mare vicino, alle serate fresche in famiglia e gli amici. Non sono una nostalgica anzi non amo per nulla immergermi  in certi pensieri che possono  portare malinconia,  in genere le belle giornate ricche di sole e di luce come queste , appunto, sprigionano in me tanta energia positiva e la nostalgia, nel  caso specifico se cé,  é una nostalgia positiva, senza un filo di melinconia!

Noooo!!! E' che lavoro troppo ed il tempo comincia a sfuggirmi di mano e quando trovo un'attimo per una pausa  mi coccolo al pensiero di quanto stavo bene in vacanza e che per riavere nuovamente momenti piacevoli di tutti eclusivi per me, devo aspettare ben 11 mesi. Ecco perché ripenso al passato recente.

lunedì 26 settembre 2011

Torta al cioccolato amaro (ma tanto buona) con fichi

Torta cioccolato e fichi

Appena arriva l'autunno gli scaffali del supermercato mettono in evidenza una fila di tavolette di cioccolato di tutte le specie dall'extra fondente al cioccolato a latte e quello  bianco e  aromatizzate ai lamponi, alle fragole, allo zenzero al caffé all'arancia...e via dicendo. Chi mi segue da tempo sa che sono cioccolato dipendente ma non di uno qualsiasi di quello puro, di quello amaro e sottile che lascio sciogliere tra la lingua ed il palato, lentamente, un quadretto al giorno ( al massimo due) fino ad assaporarne l'ultima particella e anche se nero al 99%,  con basso contenuto di zucchero, il suo gusto di cacao "affumicato" con tonalità di tabacco é in grado di generare " piacere e sazietà sensoriale con stimolo diretto dei cinque sensi" cosi' da essere appagata anche la fame. Certe sere mi nutro solo di questo!

giovedì 22 settembre 2011

Tartelletta rustica con finferli, melanzane, peperoncino e provola

Finferli

Sin da bambina ho una grande passione  per i funghi, non che io sia stata mai nei boschi a raccoglierli, anche se é un desiderio che prima o poi dovro' esaudire, bensi mio padre, certi lunedi, unico giorno libero della settimana, andava con un suo amico intenditore, alla grande e appassionante avventura.
Puntualmente e con grande orgoglio rientrava a casa con cesti di funghi, particolarmente porcini e a volte anche "gallinnacci" cosi li chiama lui i finferli,  io ne ero felicissima, solo a sentire quel profumo di sottobosco, di foglie e terra umida mi estasiava. Mia madre, al contrario, non ne era troppo fiera, non si fidava tanto del bottino ed il suo primo pensiero , sussurrato appena per non deludere mio padre era: "bisogna essere cauti.... li facciamo bollire con l'aglio e li diamo da mangiare al gatto". Ma noi il gatto non ce l'avevamo, allora era lei per prima che ne mangiava un pezzettino.
Non approvavo questa cosa, cioé, questo procedimento, anche fin da piccola percepivo che la troppa cottura di questi "fiori del bosco" serviva solo a torturare le loro fibre, non rispettando la loro consistenza e sopratutto il magnifico profumo nonché il sapore, completamente dispersi  nella grande pentola piena  d'acqua bollente.

Finferli


lunedì 19 settembre 2011

Torta con le prugne, noci caramellate e tanta cannella

Torta alle noci caramellate con le prugne e profumo di cannella


Dopo le prugne in versione "salato" ecco la ricetta di una delle torte più buone che io abbia fatto. L'ho preparata già due volte( infatti le due foto sono diverse, scattate a distanza di una settimana una dall'altra) ed é stata un gran successo sia gustandola per la prima colazione sia come merenda pomeridiana.

E' un fondere di piaceri sin dal primo morso, anzi , già dal profumo che si espande durante la cottura, ne  sono stata catturata.  Gli ingredienti sono stati scelti non a caso, a cominciare dallo zucchero, quello di canna scuro dal profumo di caramello, é fondamentale per darle il colore ambrato ed il gusto di liquirizia e caffé insieme, pertanto ingredienti completamente assenti nel dolce.

Noci e cannella


venerdì 16 settembre 2011

Il mio Blog a impatto zero


Foto presa sul web

Avevo previsto un'altro post per stamattina......visitando Sara,  leggo di una iniziativa  che suscita subito il mio interesse. Non ne sapevo niente di che cosa possa causare il mantenimento di un blog, ignoravo completamente le cause, invece ci sono delle conseguenze e  anche molto importanti per il nostro pianeta per cui, stamattina, oltre che alla mia immediata partecipazione ho  ritenuto  importante divulgare l'iniziativa.

Si tratta di contribuire, con un semplice post sul proprio blog, a piantare un'albero, una quercia in particolare, un  sogno che rincorro da anni, per cui vale veramente la pena partecipare.

E' modo più semplice per bilanciare  CO2 prodotto dal nostro blog.....


Doveconviene.it, promotore dell'iniziativa, pianta con te e il tuo blog degli alberi in partnership con www.iplantatree.org, iniziativa ecologica tedesca che ha già realizzato opere di riforestazione in diverse aree. Per tutte informazioni visitate il sito qui!!!!


Doveconviene.it volantini digitali
Vi auguro un felice fine settimana 

lunedì 12 settembre 2011

Prugne: imparando a conoscerne le proprietà nutritive si cucinano meglio. Arrosto di maiale farcito con salsa alle prugne

Filetto di maiale farcito di prugne,noci e........

Le prugne fresche cosi' come i fichi ci lasciaranno presto e noi che le amiamo tanto non smettiamo di saziarcene. Non mi sono mai soffermata troppo ad approfondire le qualità della frutta in genere, tanto mi ( ci ) piace, é buona e questo mi basta a farmene scorpacciate, ma questa volta ho dato uno sguardo, prendendo le informazioni sul web e tante cose interessanti ho acquisito proprio a proposito delle  prugne.
Prugne

Da ricerche scientifiche, la prugna é risultata avere ottime proprietà benefiche per la nostra salute tanto quanto i mirtilli per proprietà antiossidanti* e fitonutrienti in essi contenuti.

venerdì 9 settembre 2011

Sablé, caprini, fichi freschi con salsa tiepida all'arancia e cannella

Fichi violette

a settembre é piacevolmente fresca ed i colori del giorno cominciano a prendere una nuova luce, più tenue, morbida.
Il sole diventa tiepido e leggero quando riesce ad oltrepassare le nuvole e i suoi raggi riflettono colori ambrati. Mi piace molto questo tepore sul viso.
Quando rientro a casa dal lavoro ho ancora tanta luce, ancora per pochi giorni, poi lentamente sarà più cupo. Intanto approfitto degli ultimi giorni d'estate per continuare a mangiare prodotti maturati col sole ed invento semplici dessert con la frutta settembrina per degustarla al naturale, lasciando intatta la sua texture, accentuandone il gusto con associazioni tra il dolce ed il salato proprio come piace molto, molto a me.

lunedì 5 settembre 2011

I Frutti di settembre rossi e viola

Frutti rossi


Finalmente oggi riaprono le scuole. Finalmente per me e mio marito un respiro di sollievo. Sapere i figli a casa da soli che oziano e si annoiano a me prende l'ansia. Anche per loro é un piacere riprendere la scuola, sono carichi di energia e di buoni propositi ed hanno tanta voglia di ritrovarsi con i compagni, raccontarsi e riprendere i vecchi ritmi. Infondo le vacanze troppo lunghe poi stancano.

Anch'io riprendo i ritmi lasciati qualche mese fà e con l'arrivo di settembre l'aria si é rinfrescata e non mi dispiace affatto ritrovarmi a casa tra le mie cose, le mie abitudini, i miei piccoli piaceri.

Ho ritrovato anche la voglia di mettermi ai fornelli, di fotografare e di correre al mercato in cerca delle primizie. Nonostante io adori l'estate per i suoi colori e per i suoi frutti succosi di sole,  l'avvicinarsi dell'autunno coi i suoi frutti di colore rosso e viola ed i profumi del bosco mi piaciono moltissimo.

Frutti di bosco con meringa

L'attrazione per i frutti di bosco é molto forte e sono adorati dai mie figli. Lasciare l'estate non vuol dire smettere di mangiare un buon sorbetto, delizioso e colorato con queste piccole bacche che solitamente accompagno con delle meringhe croccanti e da questa associazione m'é venuta l'idea di ricoprirli con una candida meringa che fa luccicare gli occhi solo a guardarla per la sua bellezza ed una voglia irrefrenabile di mangiarne tanta a grosse cucchiaiate.

Due ricette golose con le quali voglio dare il benvenuto al mese di settembre.

venerdì 2 settembre 2011

Granita di pomodori alla crema di cassis / WHB #299

granita di pomodori e crema di cassis


Oggi per la prima volta da che abito in Francia prendero' il TGV...sono elettrizzata all'idea. Ritrovarmi solo dopo poche ore ( circa 3)  di viaggio "comodo"  sulla costa azzura , ovviamente mi mette un'ansia elettrica anedralinica e che ci premia dopo il nostro rientro "confusionario" per la sconveniente  disavventura con la nostra auto. 

Al rientro, dalle vacanze, infatti, appena passati la frontiera, la nostra auto 4x4 ci ha lasciati "en panne".....é una storia lunga, fatta di stress, di preoccupazione, di sonno mancato, di stanchezza di un viaggio lungo,di paura di restare in autostrada al buio, di grossi fari veloci troppo vicini, di telefonate, di attese....di parole, parole e arrabbiature e piccoli pianti e....troppo lungo da raccontare ma risolto nel miglior dei modi, grazie ad una efficientissima mobilitazione del soccorso stradale francese.

A proposito di francesi: 
I francesi sono molto attenti e attaccati  all'aperitivo é un'abitudine immancabile prima di ogni dejeuner sopratutto in compagnia di amici e parenti anche in occasioni non particolarmente festivi. Uno dei preferiti e più comuni tra gli aperitivi é il famisissimo Kir royle, bevanda alcolica a base di champagne addizionato alla crema di cassis, sciroppo a base di ribes neri , piccoli frutti aciduli simili ai mirtilli. Credo non ci sia una famiglia francese senza avere in casa almeno una bottiglia di sciroppo di cassis e credo anche che moltissimi di voi hanno già avuto l'occasione di bere un'ottimo Kir royale.

Eccovene una declinazione particolare con il succo di pomodori che si sposa benissimo e non alcolico da pregustare sia a fine pranzo o nel pomeriggio, ancora per fortuna potremo godere di pomeriggi tipeidi, e farci rinfrescare piacevolmente da una granita insolita ma molto buona anche per i meno giovani. 

Intanto vi auguro un sereno fine settimana al sole. 

Si è verificato un errore nel gadget