lunedì 31 ottobre 2011

La zucca si, halloween no. Pandolce di zucca alle mandorle e miele di castagno

pumpkin bread with almonds and chestnut honey


Ebbene si lo confesso, Halloween a me non piace. E' una festa che non mi appartiene, non la festeggio e nemmeno i miei figli sembrano interessati. Non mi hanno mai chiesto di uscire ed abbigliarsi come mostri a chiedere le caramelle bussando ad ore tarde alle porte della gente, (anche se abbiamo le caramelline pronte per gli amichetti). Non mi hanno mai chiesto di partecipare a feste di fantasmi e scheletri e dicono di non divertirsi e di non trovarci nulla di divertente memmeno a mangiare ragni di zucchero e dita mostruose. 

Ma ci piace la zucca e tanto, sopratutto se é nascosta nei dolci. Il suo colore arancio ce la fa amare ancora di più e visto che, anche se abbiamo un'ora in piu' al mattino, nel pomeriggio  é già troppo buio, un po' di colore a merenda ci fa tanto bene e cerchiamo di essere un po' più originali e padroni di noi stessi ,la festa dei mostri lasciamola a chi l'ha inventata.

giovedì 27 ottobre 2011

E' tempo di zucca :-) Ciambelline di zucca glassate allo zenzero

Glazed pumpkin donuts


La saga della zucca comincia da qui e durerà fintanto che ci saranno delle zucche al mercato. Cio vuol dire che qualche ricetta a base zucca sarà presente sul mio blog, quasi come tutti gli anni in questo periodo.

All'inizio ho avuto notevoli difficoltà a fare amare le cucurbitacee ai miei commensali ma a forza di sperimentare e presentare piatti di colore arancione sono riuscita via via a farglieli apprezzarre, ancora devo lavoraci sopra un po' e non demordo mica.

lunedì 24 ottobre 2011

Muffins alle pere e formaggio philadelphia

Muffins   alle pere cremosi

Avrei dovuto fotografare la loro farcitura, avrei dovuto fotografare almeno una pera sullo sfondo, andavo di fretta, il fine settimana ricco di sole mi ha portato via di casa e di corsa.

Approfittare sempre di più della luce prima ch'essa lasci il posto al buio é il nostro primo (quasi), comandamento.

Questi muffins sono deliziosi, riusciti alla perfezione e percio' finiti velocemente in compagnia e fuori casa.

giovedì 20 ottobre 2011

Zuppa di pere e gorgonzola

Zuppa

Tra due giorni i miei figli avranno 10 giorni di vacanze. Dieci  giorni per poter dormire di più, oziare in casa e trovare i loro spazi preferiti, i loro giochi preferiti, occuparsi della loro cameretta riordinandola spero,  riprendere un po' di forze.

Vittorio e la zucca pesante


Nel frattempo cambierà l'ora, cadranno tutte le foglie e noi le andremo a raccoglierle, troveremo tempo per passeggiare nel parco, giocare a carte, fare qualche dolce insieme e poi andare nel bosco e raccogliere le castagne e  nel campo delle zucche ed infine troveremo il tempo di raccogliere anche le mele e le pere.

Mele raccolte

Tutto questo se  riusciro' a trovare il tempo da dedicare a loro

lunedì 17 ottobre 2011

Tarte au fromage de chevre con barbabietole e mandorle

tarte con ricotta alle erbe, barbabietola e mandorle

A pochi passi da casa mia c'é una magnifica "ferme" fattoria , gestita da una intera famiglia. Allevano con amore le proprie caprette  che danno in cambio un ottimo latte che diventa formaggio  premiato più volte nei concorsi nazionali dell'agricoltura. Sono diventata un'assidua frequentatrice di questa fattoria dove si puo' andare ad acquastarlo in giorni ed orari prestabiliti, si puo' anche visitare la loro produzione dietro appuntamento, infatti molti sono i gruppi sopratutto scolastici che fanno visita nei loro locali per far comprendere ai ragazzi il metodo di lavorazione e di produzione del formaggio e non solo, hanno messo in atto una cosa davvero molto intelligente.

Formaggio caprino


mercoledì 12 ottobre 2011

Zézettes - versione originale e versione personalizzata :-)

Zézettes

Questi biscotti dal nome e dalla forma "divertente"  sono originari della città di Sète ,
Sono simili alle nostre ciambelline al vino, friabili e profumati generalmente alla vaniglia ma in alcune ricette il loro più caratteristico aroma é l'acqua di fiori d'arancio. Mi piace molto prepararli perché sono facilissimi e comodi anche da infilare in un sacchettino ed in borsa, non esco mai di casa senza portarmi via un biscotto da sgranocchiare al lavoro per la pausa caffé e questi ultimamente sono i miei preferiti.


Zezettes alle mandorle

lunedì 10 ottobre 2011

Torta all'uva

Uva - Grapes
Non so se vi capita quando iniziate a leggere un libro che vi prende talmente tanto, sin dalle primissime righe, che vi trascina dentro totalmente e che anche quando non state leggendo ci restate dentro, anche quando state lavorando, camminando per strada, facendo la spesa, stirando, spolverando o pasticciando in cucina la vostra torta preferita, c'é un'attimo in cui vi rimettete in quella storia, in quelle pagine, nell'ultima righa lasciata a metà, che vi fa venire una grande voglia di trovare un'angolo tranquillo e riprendere la lettura del seguito. Riaprire il libro e ritrovare quel piccolo segnetto che avevate dovuto porre per non perdere la pagina, la righa fino al punto e a capo, interrotti dal tempo che passa e finalmente continuare ad entrarci dentro, ad immedesimarvi, ad assorbire parola per parola, la frase, la storia. 
Uva - grapes

giovedì 6 ottobre 2011

Polpette con quinoa e fagioli neri

Polpette


Almeno una volta a settimana faccio le polpette e mi piace molto variare e sbizzarrirmi negli ingredienti. certo i miei figli preferiscono quelle con la carne tritata possibilmente mista ma qualche volta le faccio anche senza e non se ne accorgono sempre.

Questa settimana le ho fatte usando la quinoa integrale che compro nel reparto bio naturale ed ho anche trovato i fagioli neri che non avevo mai assaggiato. L'idea l'ho presa da Oxana, queste sue polpette mi intrigavano moltissimo ed allora ho voluto provarle con qualche piccola variazione per una  versione autunnale.

lunedì 3 ottobre 2011

Composta di frutta speziata con succo di fichi d'india e senape


Fichi d'india
"Perché non te la porti una "pala" in un piccolo vaso? magari, e cchénesai? ti piglia e...avrai i fichi d'india nel tuo giardino!!!!", mi dice sempre mia madre quando mi vede mangiare con grande piacere e come se fosse l'ultima volta questi frutti, che rappresentano per me uno tra i periodi più belli della mia vita: l'infazia.

Ce n'erano tanti sul bordo della stradina, vicino casa, non ancora asfaltata, e per acchiapparle c'era un fossato dove scorreva l'acqua durante la stagione della pioggia, ma durante l'estate era arso e noi, ragazzetti , tentennavamo prima di  saltarlo per raccogliere i frutti pieni di spine. Multicolori e pungenti e alti e noi con una canna "confezionata" a mo' di forchetta riuscivamo a prenderli e finalmente riempire il cesto. Eravamo fieri del nostro raccolto ed eravamo felici di poterli portare a casa e finalmente sbucciarli anche riempiendoci di spine e poi mangiarle.
Fichi d'india

Si è verificato un errore nel gadget